Sanremo 2019: Cristicchi vola alto, mentre continuano le soprese in attesa dei duetti – Le pagelle della terza serata

  • SOLDI – Mahmood

Apre la serata il giovane artista vincitore di Sanremo Giovani, il suo brano continua a convincere per testo e sonorità, confermandosi come una delle produzione più fresche tra le 24 canzoni. Lui sul palco appare più rilassato e l’interpretazione risulta precisa e a fuoco, in attesa del duetto con Guè Pequeno, che potrebbe aumentare ancora i consensi per il vero e proprio outsider del Festival di quest’anno. VOTO: 7

  • NONNO HOLLYWOOD – Enrico Nigiotti

Nigiotti convince ancora, il pezzo è una vera e propria perla e lui lo interpreta sempre al meglio, riesce ad emozionare senza sfondare il muro della banalità e parlando con tutta la sincerità del mondo. Finisce il zona gialla ma già stasera potrà rifarsi giovando dell’appoggio di Paolo Jannacci e Massimo Ottoni. VOTO: 8

  • LE NOSTRE ANIME DI NOTTE – Anna Tatangelo

Interpretazione precisa e senza sbavature ma pezzo che continua a suonare tremendamente super classico. Anna ci prova in tutti modi ma il brano non esplode mai del tutto e non convince nemmeno la sala stampa, che non la premia e la spedisce in zona rossa. Stasera duetterà con Syria. VOTO: 5-

  • I TUOI PARTICOLARI – Ultimo

Stavolta parte senza pianoforte ma l’intensità dell’interpretazione è sempre la stessa, non è la miglior canzone della sua carriera, vero, però il brano ascolto dopo ascolto decolla e conferma il talento puro del giovane artista romano già dato da tutti come vincitore sicuro da parecchio tempo. Ultimo canta e scrive in maniera sopraffina e questo ormai non può essere negato. Occhio al duetto di stasera con Fabrizio Moro, con il quale il giovane Niccolò ha già collaborato e che promette emozioni forti. VOTO: 8-

  • ASPETTO CHE TORNI – Francesco Renga

Superati i problemi tecnici avuti nel corso della prima serata e stavolta Renga riesce ad esprimersi al meglio tirando fuori tutta la sua potenza vocale. Il brano funziona e pare perfettamente adatto alle sue caratteristiche tecniche ed interpretativa. Buona la seconda, come si suol dire, anche alla fine se finisce il zona gialla. Stasera sarà sul palco insieme a Bungaro ed Eleonora Abbagnato. VOTO: 6+

  • LA RAGAZZA CON IL CUORE DI LATTA – Irama

Dato come uno dei favoriti il giovane artista di Carrara conferma le sensazioni con un’altra ottima performance, porta un brano non facile da interpretare e riesce nell’impresa di risultare credibile e non retorico, il coro gospel così marcato continua a sembrare un po’ “troppo” ma nel complesso convince e continua a rimanere tra i favoriti per il podio. Stasera salirà sul palco insieme a Noemi.

  • ABBI CURA DI TE – Simone Cristicchi

Simone si supera e tira fuori dal cilindro un’interpretazione che gli vale la standing ovation dell’Ariston, il pezzo rimane uno dei più belli della kermesse e lui si conferma cantautore di qualità assoluta. Raffinato, preciso ed emozionante, stasera duetterà con Ermal Meta e i fuochi d’artificio sono assicurati. Si vola verso il podio? VOTO: 8,5

  • PER UN MILIONE – Boomdabash

Sono la quota “dance” del Festival, fanno ballare e portano sul palco un vento di leggerezza che il pubblico sembra apprezzare. La canzone è semplice, con un testo abbastanza “basilare” e un’ottima produzione, loro interpretano bene e appaiono divertiti sul palco. Non hanno ambizioni di alta classifica ma il loro Festival continua a procedere nella sufficienza piena. Stasera duetteranno con Rocco Hunt e i Musici Cantori VOTO: 6/7

  • DOV’E’ L’ITALIA – Motta

Doveva essere la sorpresa di quest’anno ma per il momento continua a non sorprende, il testo c’è ma l’interpretazione non fa gridare al miracolo. Viaggia abbastanza nell’anonimato e la sua presenza passa senza lasciare troppe tracce. Peccato perché questa vetrina poteva probabilmente essere sfruttata meglio. Stasera con lui ci sarà Nada. VOTO: 5,5.

  • L’AMORE E’ UNA DITTATURA – The Zen Circus

Il pezzo è forte ma forse troppo distante dai canoni sanremesi per funzionare del tutto in questo particolare contesto, la performance mirata e pienamente a fuoco. Loro hanno un grande pregio, rimanere veramente sé stessi senza il minimo compromesso, stasera duetteranno con Brunori Sas, ovvero uno dei più importanti esponenti della musica indie italiana e sicuramente ne uscirà qualcosa di importante. VOTO: 6+

  • UN’ALTRA LUCE – Nino D’Angelo e Livio Cori

Migliorano rispetto alla prima serata ma non riescono ancora a convincere del tutto, l’idea c’è ma la realizzazione non proprio. Peccato perché poteva nascere qualcosa di veramente entusiasmante, i due si amalgamano bene ma non riescono a trovare il guizzo giusto per emergere nel grande calderone dei brani di quest’anno, in attesa del duetto di stasera con i ritrovati Sottotono. VOTO: 6-.

The following two tabs change content below.

Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.