Precedenti al Festival, giudizi della stampa, quote dei bookmakers, album, tracklist, autori e testo del brano

PARTECIPAZIONI A SANREMO:

Prima partecipazione in assoluto al Festival di Sanremo per Achille Lauro che, finora, mai aveva calcato il palco dell’Ariston nè in gara nè come ospite o duettante.

IL BRANO:

Per la sua partecipazione alla kermesse ligure Achille Lauro punta su un brano co-scritto da lui ed intitolato Rolls Royce. Al brano hanno collaborato anche Boss Doms, che produce anche il pezzo, Daniele Dezi, Daniele Mungai e Davide Petrella.

COME NE PARLA LA STAMPA:

“Fino ad ora quello che mi piace di più è Achille Lauro con Roll Royce Una bomba rock and roll timbrica allegra gaffiante originale come Elvis” [Mario Luzzato Fegiz, La Stampa]

“Achille Lauro canta “Rolls Royce”. Vola con la sua rolls, complice l’auto-tune” [Carmen Guadalaxara, Il Tempo]

“grazie a Achille Lauro, spavaldo e rock’n’roll” [Gino Castaldo, La Repubblica]

“Chitarre rock’n’roll chi si aspetta un trapper che fa il trapper. Lauro ha detto: «Sono impazzito per il rock» e cita Hendrix, Amy Winehouse, Rolling Stones, Billy Joe Armstrong ha fatto Bingo! Il brano tormenterà tutti con il titlehook «Rolls Royce, Rolls Royce». Furbissimo” [Luca Dondoni, La Stampa]

“Autentica sorpresa. Il trapper che diventa rocker e cita Axl Rose. Comunque vada Rolls Royce si prenderà la scena” [Paolo Giordano, Il giornale]

“Il vincitore che non vincerà mai perché non siamo pronti. La musica c’ è, lui non si prende sul serio e se ne fotte. La Vita spericolata del 2019. E infatti arriverà ultimo. «Dio ti prego salvaci da questo giorni/tieni da parte un posto/ E segnati ‘Sti nomi»” [Libero]

“Il pezzo è molto più di una celebrazione di Vasco, idolo di Lauro. Un giovane Vasco, oggi, (ri)farebbe un pezzo così. Rock anni ’70, testo scanzonato, tormentone assicurato” [Raffaella Serini, Vanity Fair]

“sorpresa, Achille Lauro, protagonista della nuova scena, non rappa, limita l’autotune (l’effetto che robotizza la voce) e con «Rolls Royce» spinge sul pedale del rock and roll con chitarroni e citazioni delle icone più o meno maledette come Hendrix, Stones e Doors” [Andrea Laffranchi, Corriere della Sera]

“Se Vasco Rossi si fosse presentato a Sanremo con Vado al massimo nel 2019, probabilmente avrebbe portato questo brano. Con un up in più” [Christian Pradelli, Mitomorrow]

“ci sono poche certezze in questo Sanremo ma che la sala stampa su questo delirio impazzirà di gioia e delirio e che da domani userò la parola Rolls Royce un po’ sempre, un po’ a caso, quando non saprò cosa dire, è tra queste. Matto. Piaciuta che sono matta pure io” [Silvia Gianatti]

“L'(ex? No) trapper Achille Lauro si diverte a fare la rockstar. E lo fa con un pezzo, Rolls Royce, che è tutto riff di chitarra, e che firma – tra gli altri – con Davide Petrella. «Sdraiato a terra come i Doors / Suono per terra come Hendrix» un esempio. Ritmato e (stranamente) poco auto-tune” [Laura Berlinghieri, Amica]

“Il pezzo più rock’n’roll degli ultimi dieci anni. Achille Lauro sta a Vasco come Rolls Royce sta a Vita spericolata. Un personaggio pronto a sparigliare le carte del festival tirando in ballo i Doors, Amy Winehouse, Elvis, i Rolling Stones e Axl Roses. E poi uno che accosta l’amore a un sexy shop merita solo tantissima stima” [Rolling Stone]

“Un brano che inizialmente ricorda il mood rock’n’roll anni ’70, lontano anni luce rispetto alle atmosfere samba trap dell’ultimo album Pour l’Amour, ma distante anche nei confronti delle produzioni del passato. L’inciso ricorda Chuck Berry e nel complesso il brano fa pensare a Jovanotti e alla sua unica partecipazione sanremese. Pezzo coraggioso che piacerà. L’effetto dell’autotune è solo accennato in un frammento del bridge” [Simone Zani, All Music Italia]

“Achille Lauro fa il punk e si presenta con un rockettone a metà strada tra il Vasco anni 80 e 1979 degli Smashing (come giustamente mi fa notare Valerio Palmieri di Chi). Sto invecchiando male, perché mi sembra una cosa tra le più interessanti di queste 24 canzoni” [Michele Monina, Optima Italia]

“Addio alla trap nel nome di Vasco Rossi, che non è citato ma evocato, e di Amy Winehouse, Jimi Hendrix, Elvis Presley, tutti chiamati in ballo tra champagne e macchinone, Axl Rose e Rolling Stones. Poco più di un rockettino, che all’Ariston è comunque qualcosa. Frase clou: «Voglio una vita così, voglio una fine così».” [Federico Vacalebre, Il Mattino]

“Chi doveva fare il rapper si scopre rocker. Achille Lauro, all’anagrafe Lauro De Marinis, inventore del sambatrap, ma più conosciuto dal grande pubblico per aver partecipato alla edizione 2017 della trasmissione di Rai2 “Pechino Express” insieme al suo produttore Edoardo Manozzi, in arte Doms, si scatena in uno spavaldo rock’n’roll intitolato “Rolls Royce”. In una sequenza di citazioni di icone e leggende della musica e del cinema, dai Doors a Amy Winehouse, da Marilyn Monroe ai Rolling Stones, da Hendrix a Elvis, sembra adattare “voglio una vita spericolata” di Vasco Rossi a modelli un po’ più terra terra (da Steve McQueen si passa a Miami Vice)” [Giuseppe Attardi, Pickline]

“Semplice e divertente con unz unz e Rolls Royce a tutto spiano, questa canzone è una Vita spericolata 2.0: “No non è vita è rock’n’roll“. Outsider a tutti gli effetti Lauro se la gioca con molta leggerezza e non nella sua trap-comfort zone. Mah” [Paola Gallo, Onde Funky]

“Anche per Achille Lauro, un bel grazie. Lauro De Marinis abbandona per un attimo la trap pura (forse un po’ troppo, persino per questo festival) e sceglie un brano più rock: “Non bisogna seguire il gregge”, ha detto ultimamente. E lui non lo fa. “No, non è vita, è rock’n roll”, “Amore mio sei il diavolo che torni, ma solo per dare fuoco al mio cuore di carta”. Il pubblico dei giornalisti si anima, quasi scatta l’applauso. Bravo” [Angelica D’Errico, Unione Sarda]

VOTO MEDIO DELLA CRITICA:

6.67 / 10 (6° posizione generale)

QUOTE SNAI:

30.00 (20° posizione generale)

OSPITE DUETTANTE:

Morgan

IL NUOVO ALBUM:

Il nuovo album d’inediti uscirà soltanto il primavera prima dell’avvio del nuovo tour live annunciato.

TESTO DEL BRANO:

ROLLS ROYCE
di Achille Lauro, Davide Petrella, Daniele Dezi, Daniele Mungai, Boss Doms
Ed. Red Music Edizioni Musicali/Universal Music Italia/De Marinis/Sony/ATV Music Publishing (Italy)/EMI Music Publishing Italia – YF1 – Milano – Roma

Sdraiato a terra come i Doors
Vestito bene via del Corso
Perdo la testa come Kevin
A ventisette come Amy
Rolls Royce
Si come Marilyn Monroe
Chitarra in perla Billie Joe
Suono per terra come Hendrix
Viva Las Vegas come Elvis
Oh Rolls Royce
Rolls Royce
Rolls Royce
Rolls Royce
Rolls Royce
Rolls Royce
No non è vita è Rock’n Roll
No non è musica è un Mirò
È Axl Rose
Rolling Stones
No non è un drink è Paul Gascoigne
No non è amore è un sexy shop
Un sexy shop si si è un Van Gogh
Rolls Royce
Rolls Royce
Voglio una vita così
Voglio una fine così
C’est la vie
Non è follia ma è solo vivere
Non sono stato me stesso mai
No non c’è niente da capire
Ferrari bianco si Miami Vice
Di noi che sarà
Rolls Royce Rolls Royce
Di noi che sarà
Rolls Royce Rolls Royce
Rolls Royce
Rolls Royce
Voglio una vita così
Voglio una fine così
C’est la vie
Amore mio sei il diavolo
Che torni ma
Solo per dare fuoco al mio cuore di carta
Dio ti prego salvaci da questi giorni
Tieni da parte un posto e segnati sti nomi
Rolls Royce
Rolls Royce
Rolls Royce

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.