Sanremo 2019: la scheda di Irama – Tutto quello che c’è da sapere

Precedenti al Festival, giudizi della stampa, quote dei bookmakers, album, tracklist, autori e testo del brano

PARTECIPAZIONI A SANREMO:

Seconda partecipazione al Festival di Sanremo per Irama che, finora, era stato tra i protagonisti della kermesse canora ligure soltanto nelle vesti di Nuova Proposta nel secondo Festival condotto da Carlo Conti, nel 2016, quando gareggiò con il brano Cosa resterà che venne, però, eliminato dopo la prima sfida contro Ermal Meta che quell’anno si classificò al terzo posto con Odio le favole.

IL BRANO:

Per la sua nuova partecipazione alla kermesse ligure Irama punta nuovamente su un brano co-scritto da lui ed intitolato La ragazza con il cuore di latta che vede le partecipazioni anche di Giulio Nenna, Giuseppe Colonnelli e Andrea Debernardi.

COME NE PARLA LA STAMPA:

“Voto 9 anche per “la ragazza con il cuore di latta di Irama sul tema violenza in famiglia” [Mario Luzzato Fegiz, La Stampa]

“Irama canta “La ragazza con il cuore di latta”. Un altro testo importante del Festival che si guadagnerà oltre il plauso del suo numeroso pubblico anche quello di un target più alto” [Carmen Guadalaxara, Il Tempo]

“Perfino uno come Irama, non senza eccessi di retorica, tenta la strada della canzone d’impegno raccontando di una violenza padre-figlia” [Gino Castaldo, La Repubblica]

“Violenza domestica, ragazzina con un padre violento e violentatore. La strofa «ma adesso nella sua pancia c’è un cuore in più» apre scenari pazzeschi. Canzone tostissima” [Luca Dondoni, La Stampa]

“Il testo forse più forte in gara, una linea melodica che ruota intorno alle violenze di un padre sulla figlia” [Paolo Giordano, Il giornale]

“Stucchevole quanto basta per fare impazzire milioni di giovani donne. «Ma non sei più da sola/ ora siamo in due / io ci sarò comunque vada». Le solite promesse, poi scappano con la segretaria” [Libero]

“Il vincitore di Amici che piace tanto alle teenager si presenta con un brano “impegnato”, che parla di una ragazza abusata dal padre che rimane incinta (non si capisce bene di chi). L’effetto Metamoro 2019 è assicurato, così come il posto sul podio. Di buono c’è che almeno si sconfessa una volta per tutte la polemica pro-Caramella” [Raffaella Serini, Vanity Fair]

“«La ragazza con il cuore di latta» di Irama di nome fa Linda, ha un pacemaker ma il vero male è il padre che abusa di lei: il pancione del finale è speranza (ma se fosse incesto?)” [Andrea Laffranchi, Corriere della Sera]

“Un buon riff, l’amore, la denuncia sociale, un ritornello che cresce. E poi il personaggio, l’abitudine al televoto, la vittoria di un talent. Qui tutti gli elementi necessari per vincere” [Christian Pradelli, Mitomorrow]

“questo si chiama quando scrivi una canzone perché vuoi vincere. Eh. Piaciuta che ha saputo scrivere da pugno nella pancia” [Silvia Gianatti]

“Tra i giovani, il più popolare è certamente Irama, che canta La ragazza con il cuore di latta. La ragazza in questione subisce le violenze del padre, Irama racconta la sua storia. Pezzo costruito bene. Ma le canzoni non andrebbero costruite” [Laura Berlinghieri, Amica]

“Il brano di Irama è un po’ un intruglione di tante cose. Una sorta di incontro tra i Gemelli Di Versi e gli Evanescence. Il risultato? Mary (dei GdV) 2.0 , perché di quello si tratta. Il cuore di latta della ragazza mi sa che è arrugginito” [Rolling Stone]

“La capacità compositiva di Irama non è mai stata in discussione e questo brano in cui viene trattato con delicatezza il tema della violenza domestica è la conferma della bontà del progetto del vincitore dell’ultima edizione di Amici. La prima parte dall’arrangiamento minimale ricorda alcuni episodi del primo album, mentre la poesia del testo testimonia che Irama sa scrivere e piuttosto bene. “Chi ha sofferto non dimentica, può solo condividere”” [Simone Zani, All Music Italia]

“Nesli ha fatto danni. Dopo di lui c’è stata questa ondata di rapper che fanno i cantautori, o viceversa. Personalmente un brano come questo mi emoziona giusto un filo meno che vedere una lezione di fisica di notte su Rai3. Ma sarò io che sono insensibile. Perché trattare temi importanti con leggerezza non è sempre un pregio, a volte un po’ di profondità non basta. Comunque è chiaro perché non è passata Caramelle” [Michele Monina, Optima Italia]

“Una storia vera. Linda è nata con un cuore «che non batte a tempo» e con un padre che tornava a casa sbronzo e le lasciava lividi. Lui è pronto a sognare un mondo nuovo con lei, nel nome del bimbo che aspetta, non si sa da chi (dal padre o dal ragazzo). Frase clou: «Linda è cresciuta così in fretta da truccarsi presto. Talmente in fretta che suo padre non fu più lo stesso»” [Federico Vacalebre, Il Mattino]

“È quasi una sceneggiatura “La ragazza con il cuore di latta” di Irama. Si parla di una ragazza alla quale il cuore «non batte a tempo» a causa dei maltrattamenti del padre. Chi racconta la storia si è innamorato di questa fanciulla e da lei sta per avere un figlio. Una favola nera, molto ruffiana, dal lieto fine. Sarebbe da mettere in considerazione per la vittoria del Festival” [Giuseppe Attardi, Pickline]

“La violenza domestica è un tema difficilissimo da affrontare.  Irama ci riesce con credibilità senza diventare retorico. “Linda è cresciuta con un cuore che non batte a tempo…”. Penso a Mary e ai Gemelli Diversi perché anche il pop può dire la sua su temi così spinosi. Funzionerà” [Paola Gallo, Onde Funky]

“Bravo Irama, strofa precisa con quel tocco di parlato. In un crescendo racconta la storia di Linda, violentata dal padre. A tratti didascalica, forse, bocciato il rumore del battito del cuore quando scopriamo che la sventurata protagonista della canzone: “Linda è cresciuta con un cuore che non batte a tempo, ma adesso dentro la sua pancia batte un cuore in più”. Anche meno” [Angelica D’Errico, Unione Sarda]

VOTO MEDIO DELLA CRITICA:

6.54 / 10 (9° posizione generale)

QUOTE SNAI:

6.00 (3° posizione generale)

OSPITE DUETTANTE:

Noemi Caterina Guzzanti

IL NUOVO ALBUM:

Uscirà per Warner Music Italia il prossimo 8 febbraio Giovani per sempre, la riedizione dell’ultimo album d’inediti di Irama, il terzo della sua carriera discografica.

Tracklist [autore testo – compositore musica]:

  1. La ragazza con il cuore di latta [Irama, Giuseppe Colonnelli – Irama, Giulio Nenna, Andrea Debernardi]
  2. Non mollo mai feat. Vegas Jones & The Kolors
  3. Icaro feat. Mr.Rain
  4. Bella e rovinata [Irama, Davide Epicoco – Giulio Nenna, Andrea Debernardi]
  5. Rockstar [Irama, Giuseppe Colonnelli – Irama, Giulio Nenna, Andrea Debernardi]
  6. Non mollo mai [Irama, Giuseppe Colonnelli – Jarkko Ehnqvist, Kalle Lindroth, Matias Keskiruokanen]
  7. Icaro [Irama – Giulio Nenna, Andrea Debernardi]
  8. Stanotte [Irama, Giuseppe Colonnelli – Irama, Giulio Nenna, Andrea Debernardi]
  9. Poi, poi, poi… [Irama – Giulio Nenna, Andrea Debernardi]
  10. Escort [Irama, Giuseppe Colonnelli – Irama, Giulio Nenna, Andrea Debernardi, Valerio Tufo]
  11. Vuoi sposarmi? [Irama, Giuseppe Colonnelli – Giulio Nenna, Jarkko Ehnqvist, Kalle Lindroth, Matias Keskiruokanen]
  12. Sceglimi [Irama, Paolo Antonacci, Davide Simonetta – Paolo Antonacci, Davide Simonetta]
  13. Giovani [Irama, Giuseppe Colonnelli – Irama, Giulio Nenna, Andrea Debernardi]
  14. Bella e rovinata (unplugged) [Irama, Davide Epicoco – Giulio Nenna, Andrea Debernardi]

TESTO DEL BRANO:

LA RAGAZZA CON IL CUORE DI LATTA
di Irama, Giulio Nenna, Andrea Debernardi, Giuseppe Colonnelli
Edizioni Fonjka/Mamely Edizioni Musicali/ Warner Chappell Music Italiana – Cossato (BI) – Milano

Fare l’amore è così facile credo
Amare una persona fragile meno
Linda è cresciuta con un cuore che non batte a tempo
E quando era piccola sognava di aggiustarsi dentro
Diceva di essere diversa
Cercava le farfalle lì appoggiata alla finestra
Vedeva i suoi compagni che correvano in cortile
E lei che non poteva si sedeva e ci pensava bene a cosa dire
E se ogni tanto le chiedevo come mai non giochi
Diceva siediti qui affianco ed indicava su
Io in quella nuvola ci vedo solo un cuore vero
Perché il mio a volte si dimentica e non batte più
Così cercando di salvarla
A sedici anni il suo papà le regalò un cuore di latta
Però rubò il suo vero cuore con freddezza
In cambio della vita
E non lo senti che
Questo cuore già batte per tutti e due
Che il dolore che hai addosso non passa più
Ma non sei più da sola ora siamo in due
Io ci sarò comunque vada
Ci sarò comunque vada
Fare l’amore è così facile credo
Amare una persona fragile meno
Linda è cresciuta così in fretta da truccarsi presto
Talmente in fretta che suo padre non fu più lo stesso
A scuola nascondeva i lividi
A volte la picchiava e le gridava soddisfatta
Linda sentiva i brividi quando quel verme entrava in casa sbronzo
E si toglieva come prima cosa solo la cravatta
E se ogni tanto le chiedevo come mai non esci
Diceva siediti qui affianco ed indicava su
Io in quella nuvola ci vedo solo un cuore vero
Adesso dimmi in quella accanto cosa vedi tu
Ma chi ha sofferto non dimentica
Può solo condividerlo se incrocia un’altra strada
Per ragazza più bella del mondo con il cuore di latta
Sappi che io ci sarò
Comunque vada
E non lo senti che
Questo cuore già batte per tutti e due
Che il dolore che hai addosso non passa più
Ma non sei più da sola ora siamo in due
Io ci sarò comunque vada
Ci sarò comunque vada
Fare l’amore è così facile credo
Amare una persona fragile meno
Linda è cresciuta con un cuore che non batte a tempo
Ma adesso dentro la sua pancia batte un cuore in più
E non lo senti che
Questo cuore già batte per tutti e due
Che il dolore che hai addosso non passa più
Ma non sei più da sola ora siamo in due
Io ci sarò comunque vada
Ci sarò comunque vada

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci che possano accompagnarmi.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci che possano accompagnarmi.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.