Fasma - Sanremo 2021

Precedenti al Festival, giudizi della stampa, quote dei bookmakers, album, tracklist, autori e testo del brano

PARTECIPAZIONI A SANREMO:

Seconda partecipazione al Festival di Sanremo per Fasma che, finora, aveva partecipato alla kermesse canora ligure nel 2020, nella gara tra le Nuove Proposte, con il brano Per sentirmi vivo arrivando a classificarsi al terzo posto finale alle spalle di Leo Gassmann.

IL BRANO:

Per la sua nuova partecipazione alla kermesse ligure Fasma punta nuovamente su un brano scritto completamente, sia per il testo che per la musica, da lui stesso in collaborazione con GG (Luigi Zammarano) ed intitolato Parlami.

Fasma 2020

COME NE PARLA LA STAMPA:

“L’unico tra i giovani dell’anno scorso ad essere stato scelto. Solitudine: solo pensando con il “noi” si può battere. “E quindi parlami parlami/Dai ti prego parlami”, 6,5” [Gabriella Mancini, Gazzetta]

“Tiberio Fazioli, rapper e trapper romano che “rancoreggia”, richiama il suo concittadino e collega Rancore. Pare, che avrebbe preso il posto di Leo Gassman, vincitore lo scorso anno tra i Giovani e non entrato di diritto nei big, secondo regole non scritte ma consolidate della tradizione sanremese, che il cuore impavido Amadeus ha cancellato” [Massimiliano Castellani, Avvenire]

“«Anche un granello di sabbia che si è perso nel mare può tornare come roccia come puoi farlo te». PROLISSO” [DomaniPress]

“Una delle poche canzoni con l’autotune. Poi non riesco a dire nient’altro. Sarò io” [Maria Elena Barnabi, Cosmopolitan]

“Tiberio Fazioli, reduce dei Giovani dell’ultima edizione, dove si è portato a casa il Disco di Platino con “Per sentirmi vivo”, torna sullo stesso solco: inizio piano con voce immersa nell’autotune (ben usato), melodia, ritornello convincente ma meno trascinante dello scorso anno. Forse era lecito aspettarsi un passo avanti rispetto al 2020. Suggeriamo per lui il titolo del brano di Arisa. Voto: 6+” [Andrea Grandi, Newsic.it]

“La canzone di Fasma non stupirà particolarmente chi lo segue dall’inizio. Il suo è il classico pezzo emo-rap (se proprio dobbiamo trovare una definizione) che andrà alla grande in streaming e sui social, a partire dalle challenge di TikTok. Già l’anno scorso Tiberio era arrivato secondo tra le Nuove Proposte ma sicuramente primo per risultati di streams e views. Lui si emoziona visibilmente ma è anche in grado di trasmettere queste sue sensazioni. Una bella conferma” [Silvia Danielli, Billboard]

“Non si sposta di molto con le sue doti cantautorali ma usa bene strumenti contemporanei come l’autotune. Piacerà ai giovani. Voto: 6” [Carmen Guadalaxara, Il Tempo]

““Parlami, parlami” prega Fulminacci. E gli fa eco Fasma in Parlami, tra rap e rock. Il tema dell’incomunicabilità affiora in diverse canzoni. Voto: 6” [Giuseppe Attardi, Pickline]

““Parlami parlami” canta il rapper con un sincopato amoroso che ti entra in testa dal primo ascolto, tra “sospiri” e “baci” e autotune” [Rita Vecchio, Leggo]

“Una delle rivelazioni dello scorso Sanremo Giovani, il rapper Fasma debutta nella categoria Big con Parlami. Un durissimo j’accuse a una ragazza che non si è fatta troppi problemi a scaricarlo. E che il cantante urla al microfono con tutta la sua rabbia” [Elsa Ungari, Io Donna]

“Rivelazione di Sanremo Giovani 2020, torna a rappare con il suo caratteristico autotune. Ma è l’unico a farlo in gara, glielo concediamo. Voto 7” [Unione Sarda]

“Grande attesa per questo ragazzo, per molti vincitore morale tra i Giovani dello scorso anno. Il sound c’è, fresco e coinvolgente. Chiaramente nelle corde di un pubblico molto giovane, anche solo per il suo testo fitto e senza pause. Voto: 6” [Christian Pradelli, Mitomorrow]

“Promozione sul campo, a colpi di visualizzazioni e di autotune, per il giovane trapper, un anno fa in gara tra le Nuove Proposte. Un po’ trottolino amoroso, un po’ giovane arrabbiato” [Claudia Fascia, La Sicilia]

“Arriva dal concorrente dei giovani dell’edizione 2020 il primo uso dell’autotune. La strofa stenta a decollare ma poi precipita in un ritornello efficace, in cui le parole si rincorrono freneticamente” [Tgcom24]

“Al primo ascolto la sensazione è di un testo un po’ acerbo su una voce già matura. Le percussioni sono trainanti. Anche per lui attendo l’esame dell’Ariston…nel frattempo mi tengo “qualche foto e qualche vestito sparso”. Voto: 6+” [Fabrizio Basso, SkyTG24]

“Da Sanremo giovani dello scorso anno si guadagna un posto tra i grandi con la tenacia e il suo stile senza fiato. Una canzone urgente come lo stile di Fasma (il cui appeal è sancito anche da milioni di stream) che non dà tregua e chiede salvezza: grazie a te ho tirato fuori il meglio di me. Voto: 7” [Paola Gallo, Ondefunky]

“Fasma è innamorato perso, pensa che lei sia una meraviglia. Evidentemente la conosce da poco. Autotune sfruttato bene. “Quindi parlami parlami/ Quindi baciami baciami”. Sì ma stai calmo. Voto 6,5” [Fabrizio Biasin, Libero]

“Una bella ballad moderna per Fasma che non si rassegna: “Dai ti prego tu guardami perché dentro i tuoi occhi già vedo come mi immagini”. Una preghiera per essere salvato dai “baci fantastici che mi aumentano i battiti” Giudizio: Salviamoci amando” [Andrea Conti, Il fatto quotidiano]

“Un brano rap-rock dalle tinte e dalle atmosfere emo, un mondo che l’artista romano conosce bene e in cui si immerge con sicurezza. Su una batteria che spinge, Fasma canta: “Parlami, parlami, dai ti prego, tu guardami perché dentro i tuoi occhi già vedo come mi immagini”. Una relazione di coppia, anche in questo caso, fa da colonna portante al pezzo” [Claudio Cabona, Rockol]

“Promosso dalle Nuove proposte 2020 ai Big di quest’anno, Fasma propone una canzone intensa dove l’indole rap si incontra con la grande tradizione della canzone d’amore italiana. L’invito del giovane artista, per tutti, è a parlarsi, a guardarsi, a baciarsi. «Sai che adoro quegli attimi in cui non litighiamo e siamo proprio come ci immagini»” [Francesco Chignola, TV Sorrisi e Canzoni]

“Fasma torna al Festival di Sanremo dopo il successo enorme dello scorso anno e gli tocca essere uno dei pochi rapper quest’anno. Lo fa portando un autotune a volte molto spinto, ma manca un mordente, resta molto melodico e anche il testo pare sempre avere il freno tirato. Peccato, era il momento di rischiare qualcosa in più: “Sai che adoro quegli attimi in cui non litighiamo e siamo proprio come ci immagini”” [Francesco Raiola, Fanpage]

“testo che ha più chiavi di lettura. L’altro dà un senso alla tua vita. Canta: “Parlami parlami, dai ti prego tu guardami, perché dentro i tuoi occhi già vedo come mi immagini“. Musicalmente si apre con voce e pianoforte. Autotune per creare altra sonorità. A metà diventa rock con chitarra elettrica e batteria all’ennesima potenza. Giudizio: sorprendente” [TVblog]

“La ballata trap, signore e signori. Ma in chiave un po’ buonista, ché sempre a Sanremo siamo: «Sai che adoro quegli attimi/ In cui non litighiamo e siamo proprio come ci immagini». Che ci volete fare? Essòrregazzi, cresceranno pure loro. Almeno si spera. Voto: 4.5” [Francesco Prisco, Il Sole 24 ore]

Fasma 2020

VOTO MEDIO DELLA CRITICA:

6 / 10 (23° posizione generale)

QUOTE SNAI:

33.00 (24° posizione generale)

COVER PER LA 3° SERATA:

La fine con Nesli (Nesli)

IL NUOVO ALBUM:

Al momento non è stata annunciata l’imminente pubblicazione di alcun nuovo album d’inediti. L’ultimo progetto discografico è dello scorso anno.

TESTO DEL BRANO:

PARLAMI
di Fasma, Luigi Zammarano
Edizioni WFK Empire – Roma

Vorrei darti la mia forza per vederti parlare
Non di ciò che ti succede ma parlare di te
Anche un granello di sabbia che si è perso nel mare può tornare roccia come puoi farlo te
Non dire non dire
Che ti va bene questo mondo bastardo
Anche con il posto rubi il posto di un altro
Anche se voglio io non posso cambiarlo,
Io non sono quell’altro
Che di me
Che di me
Ti rimane solo addosso il tabacco
Qualche foto e qualche vestito sparso
Anche se voglio io non posso cambiarlo
Io non posso cambiarlo
Ma noi sì
Parlami parlami
Dai ti prego tu guardami
Perché dentro i tuoi occhi già vedo come mi immagini
E quindi guardami guardami
Sai che adoro quegli attimi
In cui non litighiamo e siamo proprio come ci immagini
E quindi parlami parlami
Dai ti prego tu parlami
Perché dentro i tuoi occhi già vedo come mi immagini
E quindi guardami guardami
Sai che adoro quegli attimi
In cui non litighiamo e siamo proprio come ci immagini
Quindi parlami parlami
Dai ti prego tu parlami
Se vuoi stiamo più vicini ma rendendoci apatici
Quindi baciami baciami
Che dai baci fantastici che mi aumentano i battiti
Ti prego tu salvami
Dimmi come faccio a stare bene così
Nei miei giorni no tu sei l’unico sì
Tu che mi parlavi e mi parlavi di te
E come se parlassi e parlassi di me
Quegli sguardi e quelle smorfie io le ho prese da te
Il modo in cui ora gridi tu l’hai preso da me
E sei tu che mi ringrazi
Ma grazie di che
Grazie a te ho tirato fuori il meglio di me
Parlami parlami
Dai ti prego tu guardami
Perché dentro i tuoi occhi già vedo come mi immagini
E quindi guardami guardami
Sai che adoro quegli attimi
In cui non litighiamo e siamo proprio come ci immagini
E quindi parlami parlami
Dai ti prego tu parlami
Perché dentro i tuoi occhi già vedo come mi immagini
E quindi guardami guardami
Sai che adoro quegli attimi
In cui non litighiamo e siamo proprio come ci immagini
Quindi parlami parlami
Dai ti prego tu parlami
Se vuoi stiamo più vicini ma rendendoci apatici
Quindi baciami baciami
Che dai baci fantastici che mi aumentano i battiti
Ti prego tu salvami

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.