Intervista alla cantante per presentare il nuovo brano

Senhit avrebbe dovuto essere in scena nelle prossime settimane all’Eurovision Song Contest con una frizzantissima Freaky! che la descrive e che la racconta musicalmente e non grazie al suo grande entusiasmo contagioso. La situazione contingente, però, non ha fermato la giovane interprete che, con l’aiuto di Internet, sta portando avanti la promozione di questo suo progetto. Ecco cosa ci ha raccontato:

Ciao Senhit, benritrovata su ‘Recensiamo Musica’. Da un paio di settimane è partita su Instagram un’iniziativa che vede protagonista il brano che avresti dovuto portare in gara all’Eurovision Song Contest: un vero e proprio tutorial per gli appassionati di danza e non. Come ti è venuta quest’idea?

<<Il merito di questa ‘Freaky Challenge Dance’ è tutta di Luca Tommasini che è stato il creatore di quest’idea. Luca è stato la ciliegina su questo progetto che riguardava la partecipazione all’Eurovision Song Contest con ‘Frealy!’ in rappresentanza di San Marino>>.

Come hai reagito alla notizia della cancellazione dell’Eurovision Song Contest per questo 2020?

<<Non ci siamo abbattuti quando purtroppo è arrivata la notizia della cancellazione dell’evento e abbiamo pensato ad un modo nuovo di promozione di questa ‘Freaky!’ utilizzando proprio il web e questa speciale challenge. Abbiamo realizzato questa specie di tutorial di alcuni brani iconici a livello di danza e abbiamo chiesto alla gente di partecipare inviandoci i loro risultati. Devo dire che hanno risposto molto bene!>>.

Che ruolo può avere l’arte in questa situazione particolare che stiamo vivendo?

<<Assolutamente fondamentale! Se non ci fosse l’arte con le sue diverse discipline non ci sarebbe vita. Canticchiare sotto la doccia, ascoltare la radio, leggere un libro, vedere un film… è sempre arte ed è fondamentale non solo in questo periodo di quarantena ma sempre>>.

Gli artisti sviluppano sempre una sensibilità particolare per quello che si vive: quale impatto avrà tutto questo sull’arte e sulle nostre vite?

<<Credo che ne usciremo migliori. Ho scoperto una bella alchimia e coesione a livello social, il nostro unico veicolo in questo momento. Saremo forse un po’ più comprensivi e un po’ meno isterici quando potremo tornare alla vita di tutti i giorni però sicuramente saremo più empatici gli uni verso gli altri>>.

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci che possano accompagnarmi.

Di Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci che possano accompagnarmi.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.