Spotify logo

C’è una costante nella vita di tutti noi alla quale non rinunceremmo mai: la musica. Tutti noi almeno una volta al giorno vogliamo scollegarci dalla realtà, indossare gli auricolari e ascolta della buona musica per trovare un po’ di relax. Nel corso del tempo è divenuto quasi un rito che accomuna tutti, specialmente oggi che i supporti di ascolto sono cambiati e si possono ascoltare canzoni su ogni dove.

Internet ha modificato profondamente il modo di intendere l’intrattenimento, lanciando in rete settori che prima di questa trasformazione hanno avuto un forte consenso del pubblico, come i miglior gratta e vinci più divertenti, o ancora nuove modalità di fruire il film. In questo processo di cambiamento rientra la musica che con l’avvento dello streaming sembra vedere ancora una volta un periodo florido. Merito anche di Spotify, azienda svedese che nel corso di questi anni (ne sono passati 14 dalla sua uscita) continua a far registrare numeri altissimi, con tanti stream sulla piattaforma e milioni di persone sempre connessi.

È Spotify il leader del settore

La nostra società ha subito una forte trasformazione tecnologica nel corso di questi due decenni, vedendo pian piano scomparire supporti per far posto ad altri. Se andiamo ad analizzare il mutamento dei supporti musicali, notiamo come in pochissimo tempo si è passato dai CD all’mp3, diventati ormai un lontano ricordo. Gli appassionati di musica infatti con l’esplosione degli smartphone e di internet hanno capito che era possibile ascoltare le canzoni anche dai nuovi device grazie all’ausilio di Youtube.

La musica a portata di click piace a chiunque e sono quindi sempre di più le piattaforme che vengono lanciate sul mercato per offrire agli ascoltatori tutto ciò di cui hanno bisogno. In questo contesto possiamo inserire tranquillamente Spotify, nota azienda di Stoccolma, che nel corso degli anni è divenuta sinonimo di musica. Sì, perché il noto servizio streaming di musica in pochissimo tempo si è fatto conoscere al grande pubblico diventando un vero leader del settore e bruciando qualsiasi concorrenza avesse attorno.

Anche ora nonostante ci siano moltissimi competitor, come Apple Music, Deezer, Amazon, riesce comunque a catalizzare l’attenzione degli appassionati, grazie anche ad una fidelizzazione di anni che gli ha permesso di rimanere ai vertici del mercato discografico. Inoltre l’app è presente su ogni tipo di dispositivo, anche nelle smart tv o sulle console per videogiochi.

Come accedere

Ad oggi Spotify può vantare più di 182 milioni di abbonati. Numeri incredibili che mostrano la potenza e  l’importanza della piattaforma svedese. Il catalogo è sempre aggiornato con le ultime uscite e ogni artista basa la propria attività musicale in base al numero di ascolti su Spotify.

È possibile accedervi tramite due opzioni: gratis o a pagamento. La differenza tra le due è la pubblicità, nel caso del gratis ogni tot canzoni verrà inserita una pubblicità, cosa che non accade con la versione a pagamento. La musica è illimitata se si utilizza la funzione free sul pc, mentre sul proprio smartphone verranno messe canzoni random, ma sempre le più ascoltate al momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.