Sono stati svelati i finalisti del riconoscimento della canzone d’autore italiana

Come ogni anno arrivano puntuali anche per l’annata del 2020 (il periodo di riferimento considerato è quello che va dal 1 giugno 2019 al 31 maggio 2020) le nomine dei candidati finalisti al riconoscimento delle Targhe Tenco, il più alto riconoscimento che la musica italiana riserva alla canzone d’autore del nostro scenario discografico.

Queste le categorie in concorso con i diversi finalisti annunciati:

Disco in assoluto:

  • Paolo Benvegnù – Dell’odio dell’innocenza
  • Brunori Sas – Cip!
  • Diodato – Che vita meravigliosa
  • Luca Madonia – La Piramide
  • Perturbazione – (dis)amore

Album in dialetto:

  • Alfio Antico – Trema la terra
  • Eleonora Bordonaro – Moviti Ferma
  • Sara Marini – Torrendeadomo
  • Nuova Compagnia di Canto Popolare – Napoli 1534. Tra moresche e villanelle
  • Daniele Sepe – Le nuove avventure di Capitan Capitone

Opera prima:

  • Buva – Quarantena
  • Paolo Jannacci – Canterò
  • Liana Marino – Partenze
  • Lelio Morra – Esagerato
  • Réclame – Voci di corridoio

Interprete di canzoni:

  • Beppe Dettori – (In)canto rituale – Omaggio a Maria Carta
  • Peppe Fonte – Le canzoni di Piero Ciampi e Pino Pavone
  • Maria Mazzotta – Amore Amaro
  • The Niro – The Complete Jeff Buckley & Gary Lucas Songbook
  • Tosca – Morabeza

Canzone singola:

  • Diodato – Che vita meravigliosa
  • Beppe Gambetta – Dove Tia O Vento
  • Giacomo Lariccia – Limiti
  • Rancore – Eden
  • Tosca – Ho amato tutto

Album collettivo a progetto:

  • Animantiga
  • Calendario Civile
  • Io credevo. Le canzoni di Gianni Siviero
  • Note di viaggio – Capitolo 1: Venite avanti
  • 20 x 22
The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.