thasup

Recensione del nuovo singolo che apre il progetto discografico appena pubblicato

Con l’uscita di “C@ra++ere s?ec!@le”, thasup presenta il suo secondo album in studio dopo il successo di “23 6451”. All’interno del disco, troviamo featuring con Tiziano Ferro, Mara Sattei e altri big della musica italiana; tra questi, Coez che accompagna thasup in “!ly”, scritta dai due artisti e prodotta dal rapper di Fiumicino.

!ly” si presenta sicuramente come il brano più riuscito dell’intero album e questo è probabilmente da attribuire ad un fattore: le sonorità e l’arrangiamento si sposano perfettamente con le voci di entrambi gli artisti. Al contrario degli altri feat, durante i quali i cantanti che accompagnano il main artist sembrano più un contorno che altro, “!ly” mette al centro un ritornello a dir poco perfetto per il pop moderno, cantato da thasup, e delle strofe altrettanto ben riuscite nelle quali Coez presenta tutta la sua versatilità senza però mai perdere la propria identità artistica.

A livello testuale, troviamo concetti abbastanza semplici anche se c’è da dire che, se si vogliono trovare testi cantautorali e profondi, non è certo questo l’album all’interno del quale cercarli. “!ly” è una canzone d’amore moderna con Coez che disegna il suo solito lato da “urban melancholy” e thasup che un po’ si sacrifica sull’altare dell’artista campano che sembra rubare al rapper il ruolo di artista principale e probabilmente è proprio questo il motivo dell’utilizzo del brano come singolo in rotazione radiofonica: qui, c’è poco thasup e tanto pop.

Le sonorità synthwave, ormai molto user friendly per gli ascoltatori italiani, il ritornello con poche svisate e molto orecchiabile, le strofe di Coez e la ritmica dritta e incalzante rendono questa canzone perfetta per la radio ed il raggiungimento di un pubblico non proprio vicino al mondo del rapper laziale.

Acquista qui il brano |

The following two tabs change content below.

Francesco Cianciola

Classe '93, Francesco Cianciola è un chitarrista, autore, arrangiatore e produttore musicale. Si affaccia alla scena nazionale nel 2017 firmando il brano "Tutta colpa mia", in collaborazione con Warner Chappell Music Italy e Universal Music Italia, cantato da Elodie alla 67° edizione del Festival di Sanremo e certificato disco di platino. Questo lo porta nel 2018 a collaborare nuovamente con Warner Chappell Music Italy per il disco di Ermal Meta, successivo alla sua vittoria del Festival di Sanremo, "Non abbiamo armi", certificato disco di platino, firmando il brano "Il vento della vita". Dal 2020, è docente di "Music Production" presso la University of West of Scotland.

By Francesco Cianciola

Classe '93, Francesco Cianciola è un chitarrista, autore, arrangiatore e produttore musicale. Si affaccia alla scena nazionale nel 2017 firmando il brano "Tutta colpa mia", in collaborazione con Warner Chappell Music Italy e Universal Music Italia, cantato da Elodie alla 67° edizione del Festival di Sanremo e certificato disco di platino. Questo lo porta nel 2018 a collaborare nuovamente con Warner Chappell Music Italy per il disco di Ermal Meta, successivo alla sua vittoria del Festival di Sanremo, "Non abbiamo armi", certificato disco di platino, firmando il brano "Il vento della vita". Dal 2020, è docente di "Music Production" presso la University of West of Scotland.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.