Thomas 2023

Intervista al cantautore vicentino per il suo nuovo singolo

E’ tornato con un nuovo personalissimo singolo radiofonico inedito disponibile dal 20 gennaio 2023, il giovane cantautore vicentino Thomas. In vista della pubblicazione di un nuovo album d’inediti nato dalla volontà di una maturazione artistica sensibile, il cantante ha scelto di tornare sulle note del singolo 23:23, un perfetto esempio della sua nuova anima musicale. Ecco come Thomas ci ha raccontato questa sua nuova uscita ed il suo presente musicale:

Benritrovato Thomas, partiamo da “23:23”, il tuo nuovo singolo disponibile dal 20 gennaio sia in radio che nelle diverse piattaforme digitali. Che sapore ha per te questa canzone?

«E’ una canzone speciale, una delle più importanti di questo mio nuovo lavoro e della mia carriera. E’ una canzone che parla di cuori divisi da diverse situazioni utilizzando uno stile che muove dall’r’n’b ma poi va verso altre contaminazioni e sfumature».

Per presentare questo brano hai dichiarato che si tratta di una dedica a chi vive un amore lontano fisicamente ma non solo. Da dove è arrivata l’ispirazione per scrivere di una tematica simile e ti è mai capitato di vivere un amore di questo tipo?

«Questa è chiaramente una canzone molto personale che nasce da un’esperienza che mi è capitato di vivere in prima persona. Da lì è naturalmente nata la voglia di scrivere qualcosa su questo tema: raccontare di un sentimento diviso non solo dalla lontananza generalmente intesa ma anche da quella frutto di ambizioni ed opportunità diverse».

La tua proposta musicale è da sempre basata sulla ricerca di sonorità frutto di contaminazioni di stili e mondi diversi. Verso che tipo di suono credi di aver lavorato per questo nuovo brano?

«Con il mio team di produzione abbiamo lavorato con un approccio ibrido al sound di questa canzone. Siamo partiti dall’arpeggio di una chitarra analogica e da lì siamo andati ad aggiungere, passo passo, tante diverse sfumature, grazie alle bellissime e preziose soluzioni tecnologiche, che ricreassero un suono intimo e crepuscolare che corrispondesse all’interpretazione che ho voluto dare a questa canzone».

23:23” è un singolo che insieme ai precedenti “806” e “Monroe” descrive ed anticipa il tuo prossimo album d’inediti. Che tipo di lavoro sarà? Cosa dobbiamo aspettarci?

«Oramai i lavori per il disco sono ad un buon punto e posso dire che sono particolarmente orgoglioso di questo lavoro. Quando ho iniziato a lavorare a questo album volevo che rappresentasse per me un’occasione di crescita artistica, di scoperta e di nuove ricerche. I tre brani che finora abbiamo pubblicato rappresentano bene la varietà di colori che ci saranno all’interno del disco ma ad unire tutto c’è un concept che sveleremo presto».

Oltre al lavoro sul prossimo album e alla giusta promozione da dare a questo nuovo brano cosa ti aspetta nell’immediato futuro?

«Nell’immediato futuro voglio dedicarmi del tutto a questo progetto a cui tengo molto. Ci sono tante altre idee che dobbiamo ancora svelare ma pian piano annunceremo e per le quali incrociamo le dita».

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.