Top&Flop

Tutti i top ed i flop musicali dell’ultima settimana

I TOP:

Io sì (Seen) – Laura Pausini: Una canzone intensa e profonda, uscita fuori dalla penna di Diane Warren, a tal punto da essere addirittura proposta per la candidatura agli Oscar. Esserci sempre per qualcuno e accorgersi delle proprie solitudini e di quelle degli altri il tema principale del brano, disponibile addirittura in cinque lingue diverse. Un’ottima prova per la Pausini che finalmente torna a convincere nel migliore dei modi.

Laura Pausini, Io sì


Emergenti Top:

Stella D’Oriente – Marco Conte feat. Alessia Bertonasco: Un pezzo melodico che mischia pop e rap in un modo trascinante utilizzando un convincente flusso di coscienza per mostrare le proprie fragilità e credere nei propri sogni.

Glovo – Comete: Un pezzo moderno e fresco per l’ex concorrente di X-Factor 13, addirittura quello che portò alle audizioni. Una metafora amorosa che passa dal confronto della vita con il cibo spazzatura alla lontananza degli amanti. Speriamo possa essere l’inizio di qualcosa di bello della sua carriera.


I FLOP:

Morgan vs RAI: Morgan su Instagram si è indignato per l’ennesima volta contro la RAI poichè ha intitolato un programma “Che succede?” che lui ritiene essere una sua catchphrase ed una sua proprietà intellettuale dopo la famosa vicenda con Bugo a Sanremo 2020. Ennesima strategia per far parlare di sè. Funzionerà?

Nessuna pietà – Briga: Canzone nel solito stile di Briga che ormai però sembra aver perso la sua luce e la sua capacità di avere uno stile innovativo e personale. Peccato, perché il talento c’è sempre mentre, invece, i brani giusti latitano.

Brillare da sola – Le Deva: Si tratta di un brano assolutamente piacevole e canticchiabile dotato anche di un buon messaggio, ma ormai alle quattro ragazze manca sempre più quel gigantesco passo avanti che le porterebbe ad entrare totalmente nel mainstream popolare. Se la canzone c’è occorre capire che cosa manca davvero. C’è da sperare ce la facciano prima o poi.

The following two tabs change content below.

Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Di Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.