Top & Flop, settimana 11 del 2020: piace Francesca Michielin, delude Carl Brave – Recensiamo Musica
Top&Flop

Tutti i top ed i flop dell’ultima settimana musicale

I TOP:

FEAT – Francesca Michielin: Un album composto solo da duetti e da tante sorprese quello che ci propone la giovane cantante veneta. Esplorando le sue tracce ci si ritrova immersi in tantissimi generi e atmosfere diverse, che rendono il disco una sorpresa continua all’ascolto. Francesca rischia di essere una delle pochissime artiste italiane ad osare ancora azzardare, e non possiamo che essergliene grati.

Le feste di Pablo – Cara: Torna alla ribalta la nuova leva della canzone pop, la Anna non rap, la ragazza dagli occhi profondi e dall’immagine forte, che ci porta ancora nell’immaginario adolescenziale, immaginandosi delle feste spagnole che, al contrario di quelle di Alfonso, cantate da Levante sette anni prima, possono anche rivelarsi piacevoli. Il Coronavirus purtroppo sta di nuovo impedendo a questo talento di avere un palcoscenico adatto a lei, ma speriamo bene per l’autunno.

Duemilacredici – Caterina Cropelli: Questo sembra proprio il periodo in cui viene rivalutato X-Factor 10. Caterina torna con il suo terzo singolo, un’allegra bop fresca come la primavera, che dà luce e speranza nelle insicurezze e nelle fragilità di una ragazza di oggi. Un pezzo che canterete in modo trascinante in questo periodo di quarantena.

Wrong or right – Chiara Crispo: Un altro graditissimo ritorno, Chiara si leva i panni dell’eterna bambina e con un ritmo dance ed un video provocante incanta il pubblico. Il pezzo resta, nonostante le sfumature elettroniche molto adolescenziale, ma è un gradito tentativo di percorrere una strada nuova, diversa da quella già iniziata.

I FLOP:

Regina Coeli – Carl Brave: Un pezzo insipido, di basso livello sia come testo sia come ritmo, che dimostra per l’ennesima volta come il vero talento del duo fosse Franco126. Unico brano che mi ha veramente deluso questa settimana, diventando skippabile dopo un minuto.

The following two tabs change content below.

Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Di Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.