Top&Flop

Tutti i top ed i flop dell’ultima settimana musicale

I TOP:

  • Una ragazza – Malika Ayane: l’approdo in Universal dopo più di un decennio di storia trascorso con Sugar Music fa bene alla cantautrice italo-marocchina che si propone con un brano dal ritrovato appiglio radiofonico grazie ad una positività contagiosa seppur sempre misurata ed elegante. Malika ha voglia di riprendersi uno spazio tutto suo che nessun’altra voce femminile ha dimostrato di poter occupare ma che necessita di brani che sappiano trovare un equilibrio tra qualità ed appetibilità pop-olare senza rischiare di sbilanciarsi.
  • Tim Summer Hits: il nuovo format musicale estivo di Rai Due guidato da Stefano de Martino e Andrea Delogu non s’inventa niente nè si azzarda di ripristinare quell’antica idea di gara tra le canzoni dell’estate che fu del Festivalbar. A funzionare non sono per forza le canzoni, il format o la conduzione bensì un cast variegato che comprende davvero tutti (o quasi) i protagonisti della nostra estate. Rimangono fuori (purtroppo) i grandissimi nomi che inconsapevolmente continuano a snobbare il mezzo televisivo. Vasco, Ultimo e Ramazzotti, per citare coloro che hanno attualmente un singolo in radio, avrebbero soltanto da guadagnarci con qualche passaggio televisivo-musicale mirato.

Tim Summer Hits - La musica dell'estate

  • Bonsoir – Francesca Michielin: la cantautrice di Bassano del Grappa ha davanti a sè dei mesi particolarmente intensi ma non ha nessuna voglia di rimanere troppo distante dalle scene musicali. Ecco, allora, che arriva questo nuovo singolo che non è sicuramente al top della sua produzione ma che si lascia ascoltare con la solita piacevolezza.

I FLOP:

  • Pampampampampampampampampam – Irama: Irama è un hitmaker. Lo ha dimostrato in tutti i modi azzeccando un successo dopo l’altro al netto delle stagioni e degli stili. Anche questa volta farà benissimo. C’è da scommetterci. Ciò che lascia perplessi è questa virata verso un mostro estremo fatto di atmosfere latine e trap che si rintracciano non solo nella musica ma anche nella ‘immagine. E’ comprensibile la voglia di esportare il proprio prodotto ma se si pensa alla qualità autorale di cui dispone la penna di questo ragazzo vengono i brividi… L’estate vuole leggerezza ma qui si è davvero esagerato con una canzone tutta moda e zero profondità.
  • Pasta – Tananai: ha osato forse troppo Tananai che ha pensato di replicare il doppio brano in classifica anche quest’estate. Se a Sanremo ha convinto con Sesso occasionale‘ riportando in vetta anche ‘Babyy Goddamn’ stavolta ‘Pasta’  difficilmente riuscirà a ritagliarsi il proprio spazio al fianco de ‘La dolce vita’. Com’era il detto? Ah si, chi troppo vuole…
The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.