Top&Flop

Tutti i top ed i flop dell’ultima settimana musicale

I TOP:

Popolari – Blind: Un pezzo urban dalle caratteristiche classiche, che tramite un sapiente uso dell’autotune, racconta della difficile vita del protagonista. Il copione è sempre lo stesso ma quando è eseguito bene non ci da modo di lamentarcene.

La prima puntata di XFactor: Tutto funziona al meglio nella puntata che apre un nuovo corso del talent show di Sky. Ludovico conduce in maniera elegante e spicciola, i giudici hanno trovato feeling, ci sono diversi talent acerbi ma interessanti. Potrebbe venire fuori una buona edizione.

X-Factor logo

Povero cuore (Mobrici feat. Brunori SAS): Una grande opera del miglior cantautorato italiano moderno che porta la firma di due delle migliori penne recenti. Le voci si amalgamano e abbracciano l’ascoltatore. Da sentire con attenzione.


EMERGENTI TOP:

Mèsa – Romantica: Un disco di indie classico che mescola pezzi molto riusciti (‘Animale’ e ‘Stomaco’ su tutti) ad esperimenti meno di successo ma che nel complessivo è suonato e cantato bene, con Federica che mantiene i suoi alti livelli di eccellenza dopo il disco del 2018. Se amate l’introspezione è il disco giusto.


I FLOP:

Magari no – Tommaso Paradiso: L’ex frontman dei TheGiornalisti ci riprova per l’ennesima volta. Stavolta le sonorità a cui si rifà sono quelle degli anni ’70, un po’ alla Cristopher Cross, per cercare di fare un pezzo nostalgico. Ma ne abbiamo davvero bisogno?

La classe di Amici: La qualità non è poi così latitante come si poteva temere dopo un’edizione record ma son tutti dei cloni in movenze, gesti, atteggiamenti e vocalità di altri concorrenti già visti. Per ora non si grida al miracolo, anzi, ma il serale è lontano. Molto.

The following two tabs change content below.

Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

By Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.