Top&Flop

Tutti i top ed i flop musicali dell’ultima settimana

I TOP:

Equatore – Rancore (feat. Margherita Vicario): La migliore penna del rap italiano si unisce alla migliore cantautrice della new generation per un pezzo scoppiettante ed intenso che ci fa vivere un vero e proprio viaggio intorno al mondo con sound esotici ed un testo trascinante.

Mal di Gola – The Kolors: Aspettando il disco da ormai tempi immemori i The Kolors tirano fuori un nuovo singolo. Le atmosfere soft e smooth jazz esplodono in un ritornello vigoroso che premia la vocalità di Stash. Interessante ma vogliamo il disco.

Stash The Kolors Mal di gola

La Geografia Del Buio – Michele Bravi: Un disco che ti prende e ti porta lentamente a fondo per poi farti vedere la luce all’improvviso. Toccante, emozionante, delicato. Le mille anime del cantante umbro vengono pienamente espresse in un disco tragico ma anche pieno di vita e di speranza che arrivano all’improvviso come degli squarci. Unico.

Inuyasha – Mahmood: Una ballad elettronica che si rifà al mood di Moonlight Popolare e qualche altro brano della produzione di Mahmood. Non arriva subito a destinazione ma cresce con gli ascolti. Diversa dalle cose che il giovanissimo cantautore ha portato finora.


EMERGENTI TOP

Tempesta – Giorgieness: Un pezzo che, forse, è uno dei più fragili del lotto di proposte fatte finora da Giorgieness ad un pubblico sempre più ampio che la segue ma è comunque in grado di avvolgere rivelandosi trascinante e perfetto mezzo per evidenziare un utilizzo vocale ottimo.

Londra – chiamamifaro: Il progetto di Angelica Gori va al di là della Manica con un sound sbarazzino, un’allegria di fondo e un testo che asseconda tutti i principali canoni indie vigenti, in Italia e non solo, in questo preciso momento.


I FLOP:

L’urlo di Munch – Emanuele Aloia: La formula è la stessa che ha reso celebre il giovanissimo cantautore ma il pezzo non arriva a destinazione con impatto come Il bacio di Klimt. Struttura un po’ troppo ripetitiva, testo non così illuminato e sound che sembra uscito da un pezzo dei primi 2000 di italodance. Peccato.

emanuele aloia

Il #chiamamicoltuonomegate: Ogni anno a Sanremo ci deve essere uno scandalo e nell’anno solare 2021 è arrivato Fedez che, per errore, spoilera 8 secondi del suo pezzo sanremese. Un brutto fattaccio che ha fatto discutere tutta la settimana e che indica tutti i danni che può fare la bulimia social in alcuni contesti. Alla fine tutto si è risolto in un nulla di fatto e, un po’ in barba al regolamento, si è deciso che i due potranno comunque partecipare regolarmente al Festival (qui per leggere la dichiarazione ufficiale). E’ l’ennesimo precedente che porterà ad un Festival futuro senza pezzi veramente inediti?

The following two tabs change content below.

Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

By Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.