Top&Flop

Tutti i top ed i flop musicali dell’ultima settimana

I TOP:

Uhlala – Sfera Ebbasta: Una canzone in pieno stile Sfera, con un sound caratteristicamente trap e con un testo irriverente e spocchioso. Può non piacere e dividere le opinioni ma indubbiamente Sfera funziona, a tal punto da sorpassare anche Adele nelle classifiche del nostro Paese.

Oceano Paradiso – CHIELLO: Un disco totalmente diverso da quello che ti aspetteresti da un ex membro della FSK. Un album che unisce sonorità prog ad orchestrazioni con violini alla trap pura passando per il rock and roll. Un disco indispensabile e fondamentale nella libreria di chiunque ami ascoltare e curiosare tra vari generi.

Follia – Shari: La ex ragazzina prodigio è ormai cresciuta, diventando una donna sexy e consapevole dei suoi mezzi. Entra nella scuderia di Salmo, con il quale già collabora nell’album FLOP, e realizza un pezzo elettronico oscuro e dark, che colpisce come un colpo di pistola seppure con la voce chiara e limpida di Shari che riesce a dipingere con maestria anche nei lati più oscuri.


EMERGENTI TOP:

Gelosa – Laila Al Habash: Niccolò Contessa, Coez e Stabber uniscono le loro forze per cesellare questo brano di un’artista che sta sempre più cercando di trovare la sua dimensione nei futuri big della musica italiana. Un pezzo che sfugge ad ogni logica, tra soul, pop ed R&B e dimostra la fortissima multiculturalità della cantante.


I FLOP:

Niente – Ultimo: Ultimo canta e suona bene ma è indubbio che ormai nei suoi pezzi non ci sia più un tentativo di ricercatezza o di sperimentazione, rendendo tutto uguale in uno stile ormai fin troppo riconoscibile. Se vuole mantenere la freschezza della sua giovane età deve sapersi prendere dei rischi.

Ultimo

Siamo qui – Vasco Rossi: Vasco attinge a piene mani dalla sua maturità artistica, arrivando a compromessi con il passato ma il tutto è ben lontano dalle grandi hit che lo hanno reso uno dei volti più ammirati, celebri e conosciuti della musica rock italiana. Il pezzo sembra un b-side più che un qualcosa che serva effettivamente a lanciare un nuovo progetto artistico.

Amici fuori controllo?: Cinque eliminazioni in un mese (si era arrivati a sette complessive in tutto il pomeridiano del 2020), già un numero molto vicino alla doppia cifra di inediti dei ragazzi, sfuriate e daytime dedicati ad allievi che han perso totalmente la testa, cantanti come Elisabetta prese e buttate via in un niente, gente che viene eliminata dopo due settimane, espulsioni. Il format più famoso d’Italia sembra ormai un autobus impazzito come nel film Speed. Dopo il successo mostruoso dell’anno scorso si è quasi costretti ad andare sempre a velocità folle per evitare esploda tutto ma con l’unica conseguenza di far star male i passeggeri e rischiare di schiantarsi clamorosamente. Riuscirà la produzione ad avere il coraggio di staccare il piede dall’acceleratore?

The following two tabs change content below.

Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

By Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.