Top & Flop, settimane 27 e 28 del 2019: Levante, Carmen Consoli e Diodato eleganti

Tutti i top ed i flop musicali delle ultime settimane

I TOP:

Asia (Luna Melis): Il pezzo più bello rilasciato finora dalla piccola rapper di X-Factor. Un brano fresco ed estivo, nonostante lo sfacciato sponsor a Deliveroo. Sta avendo un trattamento quasi più intenso di quello riservato ad Anastasio, ed è un bene.

Senza Pensieri (Fabio Rovazzi feat. Bertè & J-Ax): Dopo averci accompagnato per mezza estate nella pubblicità della 3 finalmente esce allo scoperto il nuovo brano di Rovazzi. Una canzone che non ha lo stesso “hit appeal” delle precedenti ma che resta leggera, fresca ed irriverente. J-Ax fa una strofa sempre inutile ma più carina del solito, la Bertè ormai perfettamente a suo agio nelle atmosfere estive.

Ipanema (Seiton feat. Malika Ayane e Carlinhos Brown): Un pezzo tropicale, che si muove tra atmosfere brasiliane e regala una botta di allegria. Non è Amore e Capoeira, ma è un bel pezzo.

Non ti amo più (Diodato): Una canzone fortemente malinconica ma dotata di energia e di consapevolezza per raccontare la fine di una storia d’amore. L’eleganza di Diodato è unica ed impreziosisce ogni singola parola.  Il ritmo è allegro e scanzonato, ricordando le atmosfere alla “Cretino che sei”, ma resta l’amarezza e la durezza di un uomo che non vuole nemmeno più fare l’amore con la propria donna.

Lo stretto necessario (Levante feat. Carmen Consoli): Un inno d’amore alla Sicilia, cantato da due delle sue più degne rappresentanti. Ogni piccola cosa, ogni emozione vissuta da chi è cresciuto in quelle terre viene inneggiata con delicatezza, grazia e amore. L’unione di queste due artiste poteva provocare solo una cosa bella. Da ascoltare in loop.

I FLOP:

Ma a chi va questo Sanremo?: Son stati presentati i palinsesti Rai ed ancora non si sa niente. C’è confusione pure sul conduttore, non ci sono garanzie sia Amadeus, nè che sia Cattelan. Un caos incredibile che si spera venga risolto prima di settembre, altrimenti il rischio di avere un’edizione di transizione fatta di fretta, si farebbe molto concreto.

Japan1ce (Biondo): Un pezzo power-trap confusionario, sincopato, poco intelligente. Un passo falso da parte di Biondo dopo l’ottima collaborazione con Emma Muscat. Buon pezzo estivo ma nulla di più.

Machete Mixtape 4: Il tanto atteso ritorno della crew più hardcore di sempre ha il sapore di un’operazione più nostalgica che di qualità. Ci sono strofe belle potenti ed interessanti, come Beba o Massimo Pericolo, ma quello che si percepisce in generale è la sensazione che sia stato un lavoro realizzato solo per mettere insieme qualche soldino in più. Inoltre la mancanza di En?gma pesa tantissimo. Un lavoro comunque accettabile, ma il peggiore delle quattro produzioni.

Le vacanze (Joan Thiele): La cantautrice trentina vuole entrare anche lei nell’immensa piscina delle canzoni estive ma il suo talento è più da vasca olimpionica che da piscinetta per bambini sovraffollata. Un pezzo elettrotrance, che ricorda quanto abbiamo recentemente sentito dai Bowland, ma senza mordente. L’italiano non è la lingua adatta a questo genere di composizione ed è probabile il pezzo passerà senza rimanere. Un passo falso però non pregiudica una carriera.

Balliamo insieme (Cristian Imparato): L’ex ragazzo prodigio decide di passare dal pop impegnato alla dance. Base scopiazzata dagli ultimi singoli di successo della musica italiana, testo imbarazzante e si va a cercare di non floppare nelle classifiche. Cosa che invece avverrà.

Loading Facebook Comments ...

Un pensiero riguardo “Top & Flop, settimane 27 e 28 del 2019: Levante, Carmen Consoli e Diodato eleganti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.