Tre Allegri Ragazzi Morti, 30 anni di attività, 1 concerto per ogni decade al MI Ami Festival

Il 2024 sarà un anno particolare per i Tre Allegri Ragazzi morti, la band festeggia i 30 anni di attività e tutti gli eventi legati a questa ricorrenza saranno contrassegnati con l’hashtag TARM30. A prescindere dalle celebrazioni, nulla si sa al momento come le medesime si svilupperanno, ci sarà un tour che già da adesso la band afferma si tratterà di una esplosione di energia. Al momento si sà che a maggio, la band composta da Davide Toffolo, Enrico Molteni e Luca Masseroni, entrerà nella storia, i tre componenti della medesima saranno i primi artisti a esibirsi in tutti e tre i giorni del Mi Ami Festival di Milano.

Conosciuti per le loro performance mascherate e per i loro live di rock essenziale, i Tre Allegri Ragazzi Morti sono considerati uno dei pilastri della scena rock alternativa italiana fin dalla loro formazione, nel 1994. Il primo album ufficiale “Piccolo intervento a vivo” (1997) viene preceduto dagli auto-prodotti su audiocassetta “Mondo naïf” (1994), “Allegro pogo morto (1995) e “Si parte” (1996). “Piccolo intervento a vivo” in realtà è un live, per il primo disco di inediti (secondo i crismi della discografia vera e propria) bisognerà aspettare il 1999 con “Mostri e normali”. È con questo lavoro in bilico tra pop e rock che la notorietà e l’attività live della band cominciano a crescere notevolmente.

Seguono altre tappe fondamentali nel loro percorso artistico fino ad arrivare alle produzioni più recenti, nel 2022 esce il disco “Meme K Ultra” in collaborazione con i Cor Veleno, a cui segue un ricco tour in tutta Italia. Alla fine del 2022 i tre hanno portato in tour “Pasolini, concerto disegnato”: disegni, musica, immagini e parole ispirati dalla biografia di Pasolini.