Ultimo

Testo del singolo del ritorno radiofonico del cantautore romano

A due anni e mezzo di distanza dal precedente lavoro, Ultimo torna in radio con un brano che anticipa il nuovo album di inediti in uscita il prossimo 22 ottobre con il titolo di Solo. “Niente“, questo il titolo del brano, arriva in radio e su tutti i digital store, venerdì 15 ottobre e parla della fine di una lunga storia d’amore tormentata e apatica, che, come sempre, poi fa riflettere anche su altro. Un sentimento che si affievolisce fino a svanire.

Ultimo - Niente

Il brano, di cui di seguito trovate il testo completo, è stato scritto interamente dall’artista e prodotto da Federico Nardelli.

Niente | Testo

È che da tempo non so dove andare
Provo ad urlare ma non ho più voce
Tu dici “dai, si può ricominciare”
Ma io non ho da offrirti più parole

Si è vero tu mi incanti anche se non mi parli
ma il sole è spento e non lo vedo più da queste parti
si è vero avevo detto che sarà per sempre
è triste ma
quando mi abbracci non sento più niente

Quando mi siedo sopra il tetto del mondo
mi accorgo di essere il solito che si rifugia nel fondo
di questo stupido e fragile mio disonesto bicchiere
che bevo per mandare giù la parte mia che non si vede

Tu parli sempre di tutto
ma non hai mai una ragione
io che sto zitto e subisco
penso a un futuro migliore
certo che cosa ti pensi che adesso io sia felice
non vedi che uso il sorriso per mascherar le ferite

Io sono il solito stronzo che parla sempre di se
ma lo faccio perché tu non veda la parte vera di me
per questo guardami bene che adesso cala il sipario
sai, se la gente si aprisse non esisterebbe il teatro

Sarà che devo mentire, mostrare ciò che non sono
vorrei riuscire ad amare eppure io non mi emoziono
perché sognare m’ha reso una nuvola con i piedi
per questo siamo vicini ma con diversi pensieri

È che da tempo non so dove andare
provo ad urlare ma non ho più voce
tu dici “dai si può ricominciare”
ma io non ho da offriti più parole

Si è vero tu mi incanti anche se non mi parli
ma il sole è spento e non lo vedo più da queste parti
si è vero avevo detto che sarà per sempre
è triste ma
quando mi abbracci non sento più niente
quando mi abbracci non sento più niente

Vedi che non ci riesco non sento la stessa emozione di prima
sento che parlo ma il corpo è diverso
e vedo persone che aspettano in fila
sono lì fuori che aspettano tutti
gridano il nome che ho scelto anni fa
ma il mio non è un nome d’arte
è il nome che ha scelto quel giorno per me la realtà

Io che vivevo la vita mia tutta dentro un parcheggio
passavo le ore a parlare coi sogni dentro me stesso
adesso guardo lo specchio, vedo la stessa persona
poi esco fuori di casa e qualcosa in me non funziona

La rabbia che avevo vive tutta dentro questa mia canzone
la vita è una giro di giostra che inverte la direzione
poi il mondo è un posto sbagliato con le giuste intenzioni
ma sono quello che ha amato
io sono le mie canzoni

È che da tempo non so dove andare
provo ad urlare ma non ho più voce
tu dici “dai si può ricominciare”
ma io non ho da offriti più parole

Si è vero tu mi incanti anche se non mi parli
ma il sole è spento e non lo vedo più da queste parti
si è vero avevo detto che sarà per sempre
è triste ma
quando mi abbracci non sento più niente
quando mi abbracci non sento più niente

È triste ma
quando mi abbracci non sento più niente

The following two tabs change content below.

Giampiero Mastronuzzi

Mi avvicino alla musica dal 2007 grazie al talent "Amici di Maria de Filippi"; da allora seguo i cantanti usciti dai vari talent show e tutta la bella musica italiana.

By Giampiero Mastronuzzi

Mi avvicino alla musica dal 2007 grazie al talent "Amici di Maria de Filippi"; da allora seguo i cantanti usciti dai vari talent show e tutta la bella musica italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.