Vasco Rossi

Recensione di ‘Una canzone d’amore buttata via’, l’ultimo singolo del cantautore disponibile dal 1 gennaio

Se ti chiami Vasco Rossi e annunci un singolo inedito, sai già che l’attesa sarà alta. Se poi decidi di pubblicarlo il primo giorno dell’anno, con un anteprima su Rai 1, in TV, dove mancavi da anni, ancora di più. Se ci aggiungi l’annuncio di un album nuovo di zecca a distanza di sette anni dall’ultimo, ecco che hai fatto bingo. In effetti di tempo ne è passato abbastanza dall’ultima nota, ma anche in quarantena, il buon Vasco, non ha smesso di comunicare con i propri fan: foto, video, ricordi, un tour importante spostato (ovviamente) di un anno e l’annuncio di nuove canzoni. 

Questa ultima fatica si intitola ‘Una canzone d’amore buttata via’ ed è stata resa disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme digitali a partire da venerdì 1 gennaio 2021. Un modo per inaugurare l’anno nuovo regalando e regalandosi un canzone inedita che sarà inserita nel nuovo album che vedrà luce nell’autunno del 2021. Un brano che ci mostra un Vasco maturo e sincero, che sceglie qui di appoggiarsi ad una melodia orecchiabile e ad un arrangiamento ridotto all’osso, simile alle sue ultime migliori produzioni. Le strofe sono corte, semplici, quasi a voler stanare piano piano la forza che esplode tutta nel ritornello urlato, perfetto se immaginato cantato in coro da uno stadio o da un’arena strapiena.

Da una parte c’è una lunga riflessione su una storia che sembra arrivata alla sua conclusione, lasciata però in sospeso dall’ultima frase della strofa che recita in maniera diretta: “le mie scuse sono inutili, ma non posso vivere senza di te”. Dall’altra ecco che troviamo tante domande lasciate senza, però, una vera e propria risposta, che ci mostrano una forte incertezza. È facile dire che buttare via una canzone sia più semplice di buttare via un rapporto, ma è veramente così?

Vasco Rossi 2021

Vasco mette insieme le due cose e parla di un rapporto come se fosse una bella canzone d’amore, come dargli torto del resto. Il cantautore si rivolge direttamente all’altra persona con una richiesta che sa di ultima chance:non lasciarmi andar via, pare un grido disperato per non perdere tutto quello che è stato costruito all’interno della coppia. Le dinamiche e le abitudini che di colpo vengono minacciate dalle ombre della parola “fine”. “Non lasciare che sia una una canzone d’amore buttata via”, la speranza e la richiesta di non buttar via tutto per poter ricominciare ancora, la paura connessa all’abbandono. Ci si trova in bilico, in un punto dove ormai risulta impossibile sia avanzare che tornare indietro. 

Vasco torna a fare Vasco, non si inventa nulla di nuovo, ma convince con un brano che, seppur non diverso dalle sue ultime produzioni, riesce a farsi apprezzare grazie soprattutto ad un ritornello potente, rafforzato ulteriormente dai cori inseriti nella produzione.

Acquista qui il brano |

Una canzone d’amore buttata via | Testo

Sembra strano anche a me
sono ancora qui a difendermi
e non è mica facile
hai ragione pure te
le mie scuse sono inutili
ma non posso stare senza dirtele
sembra strano anche che
io non possa più proteggerti
e non è mica facile
hai ragione sempre te

le mie scuse sono inutili
ma non posso vivere senza di te

Non lasciarmi andar via
non lasciare che sia
una stupida storia una notte ubriaca
una sola bugia
non lasciarmi andar via
non lasciare che sia
una canzone d’amore buttata via
non lasciarmi andar via
non lasciare che sia

Sembra strano anche a me
ma non voglio più nascondermi
e non è mica facile
hai ragione sempre te
e io devo riconoscermi
ma non è possibile senza di te

Non lasciarmi andar via
non lasciare che sia
una stupida storia una notte ubriaca
una sola bugia
non lasciarmi andar via
non lasciare che sia
una canzone d’amore buttata via
non lasciarmi andar via
andar via
non lasciare che sia
che sia

Una canzone d’amore

non lasciarmi andar via
andar via
non lasciare che sia
che sia

Una canzone d’amore buttata

The following two tabs change content below.

Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

By Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.