giovedì, Maggio 23, 2024

CLASSIFICHE

SUGGERITI

Uscite discografiche della settimana 15/2024

Il venerdì è, solitamente, giornata di uscite discografiche; vi riassumiamo quello che è successo oggi, augurandovi un buon ascolto.

Aka 7even – Notte Fonda

Racconta di un percorso di rinascita dell’artista e dell’influenza positiva che ha su di lui una persona, quasi fosse una cura ai suoi incubi.

Notte Fonda fotografa un momento di introspezione emotiva in cui Aka 7even esplora quella sensazione di pace interiore legata ad una sua crescita personale.

Le chitarre funky e le vibes nostalgiche si mescolano ad alcuni riferimenti della disco music italiana, il tutto accostato ad immagini nitide di una lunga notte in cui il tempo perde di significato, i brutti pensieri svaniscono e “le ombre sulla parete si muovono a tempo”.

Gaia – Dea Saffica

Il brano nasce per celebrare le donne e, fin dal titolo, vuole essere un’ode all’universo femminile.

A supportare il messaggio di Gaia, un sound forte e tagliente dalle melodie ipnotiche, a raccontare gli opposti che coesistono nella Donna, esaltata dalla cantautrice in quanto creatura poeticamente contrastante e perfetta.

In Dea saffica valori come l’amore, la sorellanza, la rabbia, la fertilità e il piacere sono centrali, insieme alla creatività e capacità di rinascere attraverso l’apertura all’Universo.

Non a caso, Gaia canta “se ti apri all’Universo, Lei ti risponde”, sottolineando l’attitudine unica della Donna. Che sa custodire, curare e cambiare, senza giudicare.

Tancredi – Camilla

Il cantautorato e l’elettronica si incontrano. Il pezzo, visto il titolo, ovviamente dedicato ad una donna, ha un testo non banale con un bel ritmo.

Emma – Apnea remixes 

Un EP con 4 versioni del brano portato a Sanremo 24: la versione originale, una versione acustica al piano, una da disco e una solo pianoforte.

Michele Bravi – Tu cosa vedi quando chiudi gli occhi

L’album rappresenta l’apertura di un nuovo scenario nel percorso di ricerca musicale dell’artista che da sempre mescola letteratura e poesia alla musica trasformando la parola in tono emotivo e suono.

“I tre diversi capitoli musicali di Tu cosa vedi quando chiudi gli occhi rappresentano tre diversi livelli di introspezione. Lo sguardo è quello che noi vediamo del mondo. L’immagine è quello che stiamo effettivamente vedendo. L’iride, infine, è una sorta di impronta digitale, la cosa più umana, intima, personale ed esclusiva che abbiamo. Pian piano, è come se ci fosse uno zoom sempre più grande per poi entrare all’interno dell’occhio”, dichiara l’artista.

Particolarmente intensa Mi sono innamorato di te, intima, riflessiva, magica.

Tre allegri ragazzi morti – Mi piace quello che è vero

Focus track e terzo estratto dall’ultimo lavoro discografico della band Garage Pordenone, uscito oggi: un irresistibile rocksteady che riflette la realtà, evitando qualsiasi forma di retorica e mantenendo il ritmo autentico della musica giamaicana, una delle passioni del gruppo friulano.

Neffa feat. Fabri Fibra – FoglieMorte

Il brano segna il ritorno della collaborazione tra i due artisti: l’ultima è datata 2013.

Il brano parla di nostalgia, incertezza e del dolore di qualcosa perduto che non c’è più.

L’eterna lotta tra realtà e finzione, tra passato e futuro, incerto ma inevitabile.

“Dietro agli angoli della mia mente te ne vai – Senza illudermi che questa volta tornerai”

Il testo mette a nudo, con parole profonda ma taglienti, la fragilità dell’anima che si dibatte tra sensi di colpa, vane speranze e difficoltà ad arrendersi ad una realtà che è dura da accettare, costringendola a mentire, per sopravvivere, persino a se stessa.

Baby Gang, Blanco, Marracash – Adrenalina

Talento, toni provocatori, i presupposti ci sono tutti.

Il brano, però, corre il rischio di raggiungere il pubblico più per il dissing, l’ennesimo, alla Ferragni: “Vengo solo, ma ho ferri, se hai il pandoro fake della Ferri”.

La musica, l’arte, la scrittura, sono espressioni libere e tali devono restare, ma per qualche clic o stream in più, che senso ha colpire la preda quando è già a terra?

Piero Pelù – Novichok

Piero scrive su Facebook “Novichok è il veleno subdolamente usato da Putin per uccidere i suoi oppositori e per metafora è il veleno che ogni giorno viene propinato a noi cittadini attraverso ambienti contaminati e propagande sempre più invasive e false”.

Così il rocker racconta il brano, uscito a sorpresa, solo pochi giorni il suo ritorno sui social.

Malika Ayane – Sottosopra

“Sottosopra è un brano nato due anni fa a Parigi. – racconta l’artista – Più che di uno stato d’animo, parla di un modo di essere e di fare che, una volta raggiunto, diventa l’inizio di una nuova fase. Quando si hanno finalmente chiari i contorni entro i quali ci si può muovere, ecco che compare la consapevolezza di sé e, di conseguenza, la serenità. Bisogna imparare e muoversi a passo di danza sotto e sopra la linea di questa vita che cambia continuamente”.

Le sonorità elettroniche scandiscono il tempo, sottolineandone il ritmo travolgente.

3D feat Achille Lauro – Coming out

Coming out è il nuovo singolo di 3D, in collaborazione con Achille Lauro, e seconda traccia che anticipa l’uscita dell’album EMPIRÌA, in arrivo venerdì 19 aprile.

Nel brano le barre si fondono perfettamente con il beat permettendo all’ascoltatore di entrare nel mood provocatorio e ambizioso dell’artista romano.