La Rappresentante di Lista

Recensione del singolo estivo del duo

Dopo aver conquistato il grande pubblico all’ultimo Festival di Sanremo per La Rappresentante di Lista è arrivato il momento di tentare la consacrazione con il singolo Vita. Il brano, rimasto ad ora completamente inedito, è stato inserito, con il suo ingresso nell’airplay nazionale in occasione di quest’estate 2021, nella versione digitale dell’album ‘My mamma’ (di cui qui la nostra recensione), rilasciato lo scorso mese di marzo.

Se ‘Amare’ in qualche modo ha rappresentato la premessa di questo nuovo discorso artistico di Veronica e Dario questa ‘Vita’ ne rappresenta la più fedele prosecuzione. Lo è sicuramente per la costruzione della forma-canzone come per il team che ha lavorato per la sua realizzazione a partire dalla produzione di Dario Faini. Elemento innovativo è la presenza autorale di Federica Abbate che dell’estate musicale italiana è sicuramente la reginetta ma che qui abbandona la sua tradizionale cifra latina e torna (finalmente) ad esprimersi in una dimensione più particolare e personalizzata.

Di fatto, ‘Vita’ è prima di tutto un brano de La Rappresentante di Lista con tutto ciò che questo comporta. I suoni, l’aderenza ad un diktat estivo o le eventuali collaborazioni non fanno che arricchire un mondo ben definito non compromettendolo o distogliendolo dal proprio universo musicale di riferimento. Sta probabilmente qui la forza di questo duo che, in ogni sua creazione, è riuscito, finora, a rivelarsi coerente con sé stesso ed il proprio credo musicale più originale e proprio.

Il mantra di ‘Vita’ risulta essere, in qualche modo, proprio quello che caratterizza l’esistenza stessa: la ricerca della felicità. E così Veronica, in un mood sonoro ipnotico che sfrutta sintetizzatori ed elettronica per creare un vortice emotivo, si lancia in un cantato sempre raffinato e personale che incita a riflettere intorno al mistero della gioia. “Tutta qua la felicità sembra semplice” dice il ritornello suggerendo che, in fin dei conti, non è impossibile riuscire ad essere felici. D’altronde “cosa c’è di difficile?”. L’importante è tenere a mente l’importanza di “non ti perdere” e del chiedersi se “sei felice o sei complice”.

Ancora una volta, dunque, La Rappresentante di Lista riesce a suonare coerente grazie ad una vocalità sempre preziosa e riconoscibile, ad un suono personale e mai scopiazzato da altre tendenze, ad una narrativa che vuole riflettere attorno ad un tema con profondità e non celando un pensiero che esiste ed è giusto mettere in primo piano. ‘Vita’ è un nuovo inno al valore dell’esistenza che da sempre il duo di musicisti ha reso il proprio mantra creativo ma è anche l’ennesimo nuovo passo che permette a Veronica e Dario di far avvicinare al proprio mondo il grande pubblico senza doversi per forza di cose snaturare.

Acquista qui il brano |

Vita | Audio

Vita | Testo

Ho fatto sempre quello che dovevo fare
Adesso voglio fare, devo fare quello che no, non si fa
Ho fatto bene e molto spesso ho fatto male
Adesso voglio fare, voglio fare
Lasciami stare qua, fammi provare
Prendere la città sembrava impossibile
La tua felicità ci pensi ancora
Ci metteremo la faccia, spero ti piaccia

Voglio possederti come non ho fatto mai
Voglio possedere la mia vita
Voglio accarezzarti come non ho fatto mai
Voglio la vita

Tutta qua la felicità sembra semplice
Sei felice o sei complice
Cosa c’è di difficile, non ti perdere
Sei felice o sei complice

Abbiamo tutto, abbiamo soldi da buttare
Adesso voglio dare, devo dare, divideremo a metà
Non volevo mentire, non ho scuse da dare
Non devi dirmi altro amore

Voglio possederti come non ho fatto mai
Voglio possedere la mia vita
Voglio attraversarti come non ho fatto mai
Voglio

Tutta qua la felicità sembra semplice
Sei felice o sei complice
Cosa c’è di difficile, non ti perdere
Sei felice o sei complice

Tremare come le foglie
Non avere paura di niente, viviamo sempre
Tutta qua la felicità sembra semplice
Sei felice o sei complice

Ossessione dolce, languide carezze
Aspettiamo il sole, alba e stelle insieme

Tutta qua la felicità sembra semplice
Sei felice o sei complice
Cosa c’è di difficile, non ti perdere (eh)
Sei felice o sei complice

Tutta qua la felicità sembra semplice
Sei felice o sei complice
Cosa c’è di difficile, non ti perdere
Sei felice o sei complice

Tremare come le foglie
Non avere paura di niente, viviamo sempre
Cosa c’è di difficile, non ti perdere
Sei felice o sei complice

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.