sabato, Giugno 22, 2024

CLASSIFICHE

SUGGERITI

Weekend e non solo, gli eventi in musica dal 7 all’11 giugno

Primo weekend di giugno caratterizzato da tanti eventi che interesseranno lo Stivale in diverse regioni, la voglia di musica coinvolgerà diverse piazze italiane che diventeranno per tre giorni luogo di incontro di cantanti e generi musicali diversi, di seguito le proposte del 5/6/7 giugno 2024 :

PARTY LIKE A DEEJAY 2024

Sabato 8 e domenica 9 giugno torna l’evento di Radiodeejay ormai diventato nel corso degli anni l’appuntamento che sancisce l’inizio della stagione estiva. Una grande festa al Parco Sempione e all’Arco della Pace a Milano, due giorni di musica caratterizzati da concerti e djset esclusivi, ma anche da sport, divertimento, momenti di condivisione con la presenza a rotazione di tutti i conduttori dell’emittente di Via Massena 2

Si comincerà il 7 giugno con lo sport e aree tematiche al Parco Sempione per poi spostarsi nei due giorni successivi all’Arco della Pace con la grande musica live. Si alterneranno sul palco tutti gli artisti del momento :Alfa, Angelina Mango, Club Dogo, Emma, Gaia, Gazzelle, Geolier, Ghali, Irama, Mahmood, Rose Villain, Tananai e The Kolors

Domenica 9 giugno altre tre ore di musica live con Colapesce Di Martino, Diodato, Enula, Jack Savoretti, Joan Thiele, Lucio Corsi, Tiromancino, Vasco Brondi

BOLOGNA PORTICI FESTIVAL

A Bologna un altro appuntamento imperdibile in Piazza Maggiore dove il 7 giugno Luca Barbarossa e Paola Maugeri con la partecipazione di Gianni Morandi, Andrea Mingardi e la big band del maestro Beppe D’Onghia, animeranno una serata dedicata alla musica popolare di Bologna. Parole e musica per raccontare una città che ha regalato alla musica grandissimi cantautori, da Dalla a Guccini da Morandi a Bersani.

Una grande festa urbana voluta dal Comune di Bologna per festeggiare il prestigioso riconoscimento di città Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Quest’anno il Festival rappresenta un omaggio al riconoscersi figli di una città speciale.

Gabriele Romagnoli, Stefano Bartezzaghi, Albi Cazzola (Lo stato sociale), il primo violino della Scala Laura Marzadori sono solo alcuni dei protagonisti di un cartellone di eventi – fatto di spettacoli, performance site specific, concerti, talk, visite guidate  – che si snoda in quattro luoghi della città, dal centro alla prima periferia. Senza dimenticare il progetto speciale “Luci a San Luca” che Cesare Cremonini ha progettato per illuminare, fino a domenica 9 giugno, gli oltre 300 archi dei portici che conducono al santuario collinare di San Luca, uno dei simboli della città. Tutti gli eventi sono gratuiti

SAFETY LOVE PESARO

E dopo la grande abbuffata di musica nel weekend, per chi avesse ancora voglia di musica live, martedì 11 giugno a Pesaro è tempo di SAFETY LOVE, evento live per la promozione della Carta di Urbino per il benessere della persona che lavora. In Piazza del Popolo con ingresso libero uno spettacolo che coniugherà la voglia di musica ai temi legati alla sicurezza sul lavoro.

Sul palco si alterneranno dieci artisti, ognuno dei quali darà voce a uno dei principi elencati nella Carta di Urbino, un decalogo elaborato dalla Fondazione Nazionale Sicurezza Rubes Triva e dall’Osservatorio “Olympus” dell’Università degli studi di Urbino Carlo Bo, che ha come scopo quello di sollecitare una riflessione sulla tutela della salute, della sicurezza e del benessere di chi lavora.

Monica Setta sarà la padrona di casa dell’evento che vedrà esibirsi: BigMama, Coma_Cose, Edoardo Bennato, Francesca Barra, Leo Gassmann, Malika Ayane, Neri Marcorè, Noemi, Piero Pelù e Stefano Massini e avrà anche una versione TV che andrà in onda sabato 17 luglio 2024 in seconda serata su Rai1.

Il Festival, organizzato in sinergia con Inail e l’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro EU-OSHA, si propone come luogo di confronto e dibattito in ambito europeo per la diffusione della cultura della sicurezza e la promozione della salute nei luoghi di lavoro.

Politiche di prevenzione e tutela della persona che lavora” è il tema scelto per questa edizione, che intende indirizzare il dibattito e stimolare la riflessione sul lavoro come ambito di espressione, realizzazione, integrazione e inclusione della persona.