X-Factor Pagelle

Le nostre pagelle per il secondo live di X-Factor 14

Questo secondo live di X-Factor è particolare. Innanzitutto perchè alla conduzione c’è Daniela Collu, sui social @stazzitta, una delle più importanti blogger ed autrici italiane, già conduttrice dell’Hot Factor. Inoltre vediamo ben due eliminati, Eda Marì ed i Manitoba, all’inizio ed alla fine della puntata. Si torna ad interpretare cover e lo si fa nel migliore dei modi. Andiamo quindi a vedere ciò che è successo.


Little Pieces Of Marmelade – Sabotage (Beastie Boys): Un’esibizione casinista, spacca timpani, urlata, in un crescendo di rumore e caos. Energici e distruttivi, al confine tra il fastidioso ed il pogo sotto cassa. Possono fare grande strada ma devono cercare di enfatizzare meno il loro lato metal. Voto: 6.5

Mydrama – Bella Così (Chadia Rodriguez ft. Federica Carta): Questa canzone è molto particolare e difficile possa funzionare fuori dall’interpretazione delle due artiste originali. Infatti l’esibizione di Alessandra, per quanto riesca ad impreziosire il tutto con la sua voce, risulta non perfettamente a fuoco rendendo a volte il tutto piatto. Positivo però il resto. Voto: 7.5

Mydrama X-Factor

N.A.I.P – Bla Bla Bla (Gigi D’Agostino): Un assurda dimostrazione di quello che la pazzia può fare quando incontra la musica. Potrebbe essere una classica assegnazione da Morgan ma invece è Mika a prendersi il rischio e a dare un pezzo del genere. E’ tutto così totalmente fuori di testa che non riesco nemmeno a dare una votazione razionale. Continuo a pensare sia fuori contesto. Voto: s.v.

Blind – Non dirmi di no (inedito, su beat di Piece Of Your Heart): Cuore Nero resta un unicum però il brano è piacevole, dimostra una crescita del ragazzo, con un buon flow e delle capacità di scrittura assolutamente non banali. Potrebbe essere la sorpresa dell’edizione. Voto: 7+

Cmqmartina – Il mio canto libero (Lucio Battisti): Quando si prendono questi pezzi e li si rivolta come un calzino bisogna capire bene cosa ci si aspetta. Se siete come me potreste apprezzare lo stile, la modernità e l’innovazione oltre alla capacità di far proprio e moderno qualcosa che si perde nei meandri del tempo, mentre invece ci sono i Manuel che sono più tradizionalisti. Le intenzioni sono buone, non viene reso al massimo il potenziale della ragazza ma non può che essere promossa. Voto: 8

cmqmartina X-Factor

Manitoba – I Wanna Be Sedated (Ramones): Anche qua ci sono dei segnali chiarissimi di crescita personale della band, che proprio quando sembrava aver trovato una quadratura si ritrova a dover essere eliminato. Una buona performance rock fatta con carisma. Voto: 7.5

Melancholia – Bloodmoney (Poppy): La canzone non è adatta al loro talento ed infatti viene qualcosa di poco illuminato, che non esalta totalmente le doti vocali di Benedetta. Peccato ma sapranno rifarsi. Riescono però a portare l’attenzione tutta su di loro. Voto: 6.5

Blue Phelix – Sciccherie (Madame): A differenza della versione originale, almeno qua si riesce a capire il testo. Per il resto un’esibizione non illuminante che aggiunge ad una bella voce poco altro nell’interpretazione.  Voto: 5

Vergo – E ritorno da te (Laura Pausini): C’è della Pausini in questo autotune. Ai confini dell’inascoltabile, snaturando completamente il concetto di canzone pop. L’autotune deve essere una compensazione, non uno strumento nelle cui mani lanciarsi totalmente. Voto: 4.5

Vergo X-Factor

Santi – 8 miliardi di persone (Frah Quintale): Un esibizione vocalmente ineccepibile, seppur con l’essere acerbo che contraddistingue il ragazzo. Il problema è che la canzone perde di tutta la magia ed il pathos che nella versione originale riesce a dargli Frah. Un’occasione sprecata. E no, Mika, ad XFactor non hai tempo di crescere. Voto: 6

Casadilego – Xanny (Billie Eilish): Una delle voci migliori dell’edizione, piena di colori e sfumature, oltre ad una sensibilità artistica rara. Riuscirà però ad emergere in un mercato musicale italiano sempre più complesso e saturo di voci simili?. Voto: 8+

The following two tabs change content below.

Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Di Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.