X-Factor Pagelle

Le nostre pagelle dei primi inediti presentati dai concorrenti di quest’edizione

X-Factor 2022 ha raggiunto il traguardo della puntata che ha presentato gli inediti al pubblico dello show musicale di Sky Uno e non solo. Ecco le nostre mini-recensioni dei brani rilasciati nelle tradizionali piattaforme di streaming e download:

  • SE$$O – Beatrice Quinta: sta conquistando il ruolo di “queen” di quest’edizione grazie alla sua capacità di reggere il peso del palcoscenico riempiendolo con la propria personalità carismatica e sicura. Vocalmente ha fatto passi da giganti nel corso di queste puntate ostentando quella sicurezza che una canzone così necessita. L’inedito non è nulla di rivoluzionario o di stravolgente ma si poggia saggiamente sulle capacità interpretative della propria artista adattandosi perfettamente alla sua attitudine. Una Rappresentante di Lista vestita di un abito più elettronico e con un piglio vocale più rock. Nel programma funziona sempre di più, fuori vedremo quanto saprà fare. VOTO: 7
  • CRINGE INFERNO Tropea: raccontano un amore nel contesto di un “cringe inferno” adottando delle strofe cupe dove anche la voce non supera mai un limite imposto per lasciarsi andare, insieme alla strumentale, solo nell’esplosione dell’inciso dove l’energia esce allo scoperto giusto per qualche battuta. La canzone non esce allo scoperto mai del tutto ma forse è giusto così. VOTO: 5.5
  • FIORI SUI BALCONI Linda: è l’inediti più tradizionale del lotto oltre che quello cantato dalla vocalità più adatta al mercato discografico italiano. Dentro c’è l’animo più fragile di Linda che, nelle strofe, dona i suoi colori vocali più belli e nostalgici ma poi, nell’inciso, c’è anche l’esigenza di guardare all’attualità musicale con la strumentale che si colora di suoni più decisi ed elettronici rispondendo anche alle esigenze di collocazione discografica. Un buon compromesso con una canzone che non è la migliore possibile ma è comunque la più giusta ora. VOTO: 8

Linda - XFactor 2022

  • NON E’ COSI’ NORMALE – Santi Francesi: la produzione è probabilmente la migliore di quelle che abbiamo sin qui ascoltate e la voce è la più evoluta e sicura dei propri mezzi dimostrandosi capace di sperimentare tra le note concedendosi variazioni, sottolineature e diverse enfasi. La canzone è, però, più debole di quello che avrebbe potuto e dovuto essere per i candidati numero uno alla vittoria finale: manca un inciso sufficientemente forte che sappia farsi canticchiare e ricordare con facilità. Bella ma non memorabile. VOTO: 7
  • MOLECOLE Lucrezia: l’inedito già presentato durante le audizioni viene qui riproposto con una produzione completamente rivista per portare il brano verso il territorio di un pop più contemporaneo e vestito a festa per l’occasione. Entra in gioco l’elettronica che rende tutto un po’ più ovattato ma effettivamente manca la spinta giusta per spaccare del tutto. VOTO: 6+
  • MATTO Omini: scendono a patti con l’italiano e con l’esigenza di tirare fuori un brano che sia spendibile e facilmente fagocitabile dal pubblico della generalista. Mantengono la loro voglia di un suono deciso e duro ma ammorbidiscono moltissimo il tutto rispetto a quanto hanno mostrato nel corso di queste puntate tramite le loro cover. Il pezzo parte con il piglio giusto poi si perde in un non-ritornello che non ha un’idea abbastanza forte attorno a cui svilupparsi. Rimane un’embrione. VOTO: 5

Joelle - XFactor 2022

  • SOPRAVVISSUTI – Joelle: è delicatissima la voce di Joelle ed il brano ha tutta la volontà di sfruttare questa caratteristica per la costruzione di una dinamica sognante che conduca all’apertura dell’inciso in cui entra in gioco la chitarra acustica come accompagnatrice strumentale. Le parole, però, sono tante e rendono stretti gli spazi insieme anche alla scelta delle doppie voci che riducono ulteriormente le arie disponibili per lasciare alla voce le giuste misure per manovrare il proprio utilizzo in una maniera più agevole. VOTO: 6
  • DCP – Disco Club Paradiso: mettono sul palco grande energia e tutto il loro carisma positivo contagioso. Il pezzo trae beneficio da tutto e questo e, anzi, ne sposa le caratteristiche anche se a livello vocale più di qualche errore c’è stato nell’esecuzione. L’introduzione del sax, in questo caso, è azzeccatissima e funziona. Certo, poi, il futuro discografico rimane difficile da immaginare. VOTO: 6-
The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.