XFactor 13: Ciao oscurità, mia vecchia amica – Le pagelle della sesta puntata

Le pagelle del sesto live show

Due eliminati nel corso della stessa puntata (anche se uno era per compensare la volta scorsa). Una puntata ricca di sorprese, con le bellissime esibizioni di Francesca Michielin ed Anastasio. Ma andiamo a vedere cosa è successo. Ovviamente non parlerò degli inediti poichè già affrontati in un articolo apposito.

Sierra – The Ecstasy Of Gold (Ennio Morricone): Stavolta perfetti. Un bellissimo testo perfettamente scorrevole su una base storica della bestia sacra dei compositori italiani. I La Sierra convincono anche i più scettici, con del rap pensato e fatto bene ed ottime rime. Inoltre non sembrano nemmeno più totalmente fuori posto. Penso che li attenda il secondo posto ma sono in crescita. Voto: 8.5

Nicola – The Sound Of Silence (Simon & Garfunkel): Palesemente la versione dei Disturbed riuscita male. Su questo Malika ha ragionissima, uno scimmiottamento non so quanto voluto della bellissima versione symphonic metal della band americana. Ormai totalmente in confusione, giusto eliminarlo. Peccato, talento sprecato. Voto: 5

Sofia – I Love You (Woodkid): In punta di piedi e delicatamente Sofia azzecca un’altra esibizione. Certo, qualche volta la voce e le intonazioni non sono perfette ma tutto sommato sa toccare le giuste corde. Brava, la potenziale vincitrice ormai. Voto: 9

Davide Rossi – Treat You Better (Shawn Mendes): Un crooner che diventa teen idol per una notte. Le idee di Davide Rossi sono poche ma confuse. Lui sa essere intonato e sa cavarsela molto bene al pianoforte ma non basta per poter spiccare nel mondo della discografia. Voto: 6+

Booda – Hold Up (Beyoncè): La sensualità e la grinta di Federica si fan notare anche in uno dei pezzi più brutti di Beyoncè. Non splendono più come all’inizio ma continuano a fare un genere interessante e ricco di variazioni. Possono essere una sorpresa. Voto: 7.5

Eugenio – Cosa mi manchi a fare (Calcutta): Calcutta lo puoi fare solo se sei Calcutta. O Sissi. Un’esibizione un po’ anonima che segna il primo arrivo al ballottaggio di Eugenio. Peccato, poteva fare molto di più. Voto: 5.5

The following two tabs change content below.

Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.