Il rapper romano anticipa i suoi progetti per il 2019, dalla musica al libro, fino alla tournée

Sarà un anno importante per Achille Lauro, pseudonimo di Lauro De Marinis, uno dei ventiquattro protagonisti del Festival di Sanremo 2019, al suo esordio in gara con il brano “Rolls Royce”. Per lui l’inizio di una nuova avventura, che gli garantirà una visibilità di un pubblico decisamente più trasversale. Forte della sua popolarità tra i giovanissimi, per il rapper romano è arrivato il momento di allargare la propria platea, occasione che saprà sfruttare sul palco dell’Ariston il prossimo febbraio.

«Non sarà un brano trap, non parlerà d’amore, bensì sarà un nuovo esperimento molto più vicino all’epoca anni ’70-’80» dichiara Lauro a proposito del pezzo sanremese. «Sarà qualcosa di nuovo, che i nostri fan non sono abituati ad ascoltare, molto frizzante, lo definirei un nuovo rock and roll, credo che possa piacere sia ai pischelli più piccoli che alle persone più adulte. Sono contento di aver presentato un brano così, perché lo sento molto mio. Tutti si aspettano l’autotune, invece avranno una bella sorpresa…».

«Il Festival è patrimonio culturale italiano – prosegue il rapper – essendo la sessantanovesima edizione tutti noi siamo cresciuti e legati a questa manifestazione. Per me sarà un esame universitario in diretta televisiva (sorride, ndr), un po’ di ansia ce l’ho, nonostante sia convinto che il nostro brano è molto particolare e farà parlare perché sarà diverso, originale, ma la gara ti porta a confrontarti con grandissimi artisti. Poco tempo fa ho avuto il piacere di collaborare con Anna Tatangelo, regina del pop, con una voce e un’intonazione pazzesca, una cantante vera. Confrontarsi sullo stesso palco con artisti di questo calibro è un bel banco di prova, un’emozione importante».

Nel frattempo è disponibile in tutte le librerie “Sono io Amleto”, volume in cui ripercorre la propria storia: «Essere diversi ci ha salvato la vita – scrive tra le pagine del libro – i miei amici non hanno mai smesso. Sono riconoscente, un angelo mi ha protetto fino a oggi. Quando ho firmato il mio primo contratto, dormivo in una macchina. Sono stato una troia. Sono stato una santa. Sono la solitudine. Sono l’eleganza. Sono la moda. Sono quello che l’ha creata con due stracci. La mia anima, il deserto dei tartari. Sono una popstar, una rockstar, un punk rockerz, uno scrittore bohémien. Sono un figlio di Dio, un figlio di ma’, un ragazzo normale, un miracolato, un pessimo esempio e la più grande storia mai raccontata prima».

L’artista presenterà il libro nel corso di due appuntamenti instore: lunedì 19 gennaio alla Libreria di Giulio di Matera (ore 17.30 – Via Dante Alighieri 61) nell’ambito del progetto “Matera Capitale della Cultura 2019” e martedì 22 gennaio a La Feltrinelli di Piazza Piemonte di Milano (ore 18.00).

Dalla periferia romana alle classifiche digitali, Achille Lauro si mette a nudo e sviscera il proprio vissuto: «Con questo libro sono contento di raccontare questa storia che, per quanto mi riguarda, è a lieto fine. Invece di scegliere una strada sbagliata, ci siamo messi sotto con la musica. Insieme al fedele Boss Doms, nel prossimo disco abbiamo attinto molto da altre epoche, in questo periodo sto ascoltando molto Elvis Presley, i Beatles e quel mondo un po’ rock and roll. Sicuramente ci sarà anche una zona comfort all’interno dell’album, per tutti i fan che sin dall’inizio hanno apprezzato la trap, un genere che ho importato nel nostro Paese per primo, insieme ad altri tre-quattro esponenti. Sarà sicuramente un progetto più maturo, fino ad oggi ci siamo divertiti, abbiamo fatto le nostre cose, ma adesso vogliamo entrare nell’Olimpo della musica italiana».

In seguito all’uscita del suo nuovo progetto discografico, atteso in primavera, uscirà per Sony Music Italy il suo nuovo album di inediti, al quale seguirà una tournée che lo porterà a calcare i palchi dei più importanti club d’Italia. Tra gli appuntamenti già confermati dell’Achille Lauro Live 2019, troviamo le seguenti date: 10 maggio alla Casa della Musica di Napoli; 11 maggio all’Atlantico Live di Roma; 18 maggio al Teatro della Concordia di Venaria Reale (TO); 19 maggio al Fabrique di Milano; 23 maggio al Tuscany Hall Teatro di Firenze; 24 maggio al PalaEstragon di Bologna; 7 giugno al Nameless Music Festival di Barzio (LC); 8 giugno al Core Festival di TrevisoI biglietti per tutte le date del tour prodotto da Friends & Partners sono disponibili in prevendita su Ticketone a partire dalle ore 11.00 di  mercoledì 16 gennaio e nei punti vendita abituali a partire dalle ore 11.00 di mercoledì 23 gennaio.

Acquista il tuo biglietto

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.