Achille Lauro

Recensione del nuovo singolo estratto da Lauro

Dopo una rincorsa frenetica con una serie di progetti diversi pubblicati in un lasso di tempo ristretto, Achille Lauro è tornato con il suo nuovo album di inediti intitolato semplicemente Lauro (ne abbiamo parlato qui), uscito lo scorso 16 aprile per Elektra/Warner Music Italy. ‘Lauro‘ è stato promosso in radio dai singoli ‘Solo noi’ (di cui qui la nostra recensione), pubblicato come anticipo del disco e presentato live sul palco di Sanremo dove l’artista è stato uno degli ospiti di quest’anno, e ‘Marilù’.

Latte+ è invece il titolo del nuovo singolo scelto dall’artista per tornare in radio a partire da venerdì 16 luglio, brano che viene accompagnato da un DocuMovie speciale diretto dallo stesso Achille Lauro. L’artista romano torna così in radio con un nuovo singolo per rilanciare l’ultimo progetto discografico in questa stagione estiva, senza dimenticare l’enorme successo ottenuto con il brano Mille in compagnia di Fedez e Orietta Berti, autentico tormentone estivo capace di piazzarsi immediatamente al primo posto nelle classifiche italiane di vendita e di passaggi radiofonici.

‘Latte+’ è il brano più leggero e scanzonato dell’album, musicalmente si colloca in un territorio musicale che spruzza anni ’80 da ogni nota e sembra “ballare” tra il Vasco di quegli anni e la Dua Lipa dei giorni nostri. La chitarrina che apre il pezzo lo sorregge poi per tutta la sua durata, aiutata dai coretti sul ritornello che sembrano presi da una hit anni ’80. Lauro gioca a fare lo scanzonato e riprende il mood già “cavalcato” in pezzi come ‘Maleducata: anche qui le immagini scelte dall’artista sono frammentate e confuse, con frasi slegate l’una dall’altra.

Rimane l’idea di raccontare una generazione confusa e a caccia di nuovi valori, costretta a doversi confrontare con una società sempre più frenetica e fuori controllo. Quel “sempre di più” che il cantante ripete all’infinto nel ritornello e che sembra voler rappresentare la continua ricerca di un qualcosa da dover raggiungere per forza. “Siamo Spoon, siamo Spike, siamo icone come Spice Girls”, canta Lauro sul finale, mantenendo sempre accesso il collegamento con un immaginario ben preciso e sempre presente all’interno della sua discografia.

L’artista romano, che ha giocato a mascherarsi tra un genere e l’altro nei progetti precedenti, passando dal rock alla dance anni ’90, fino allo swing di 1920, oggi torna a mostrare il suo universo musicale denso di colori e sfumature che non hanno nessuna paura di ricollegarsi al passato in una sorta di reinterpretazione personale che lega il tutto sotto il segno della sua follia.

Acquista qui il brano |

Latte+ | Audio

Latte+ | Testo

Mi sto vendendo, ma
Come fossi un cosa, ah
Una bambola cattiva
Ma vestita di rosa, eh
E ci buttiamo al cesso
O dall’Excelsior
È anche lo stesso, ma eh
A noi serve di più
Eh, oh, sì
Di più

Potrei chiamarlo sesso, ma
Siamo molti di più, uh, ah (Dammi di più)
Tu chiamalo eccesso, ma
Forse è più Latte+ (Latte+)
Noi che giochiamo a farlo
È uno scandalo, è panico, è quello che vuoi
È di più
A me serve di più (Oh, no, dammi di più)
Ma a me serve di più (Latte+)
Oh, sì, eh

La, la, la, la-la-la
Uh, la, la, la, la-la-la (Oh, God, uh, ah, sì)
La, la, la, la-la-la (Ah)
Uh, la, la, la, Latte+

La, la, la, la-la-la (Sempre di più, sempre di più, shake it, shake it)
Uh, la, la, la, la-la-la (Sempre di più, sempre di più, shake it, shake it)
La, la, la, la-la-la (Sempre di più, sempre di più, shake it, shake it)
Uh, la, la, la, Lattepiù

Che film ci stiamo facendo, ma
Voglio vedere di più, eh, ah
Che fine stiamo facendo, ma
Posso fare di più, uh (Sì posso fare di più)
Tu volevi sposarlo
Io ti riempio di soldi e ti mangio, oh, mh
Come un tiramisù, mwah, eh
Baby, tirami su

Potrei chiamarlo sbando, ma
È solo un fuori menù
È un cavallo pazzo
Come ‘sta gioventù
Ci metto un milione d’euro
Su Varenne, su noi che moriamo presto
Ma è lo stesso
A noi serve di più (Oh, no, dammi di più)
A me serve di più (Latte+)
Oh, sì, yeah

La, la, la, Latte+

La, la, la, la-la-la (Sempre di più, sempre di più, shake it, shake it)
La, la, la, la-la-la (Sempre di più, sempre di più, shake it, shake it)
La, la, la, la-la-la (Sempre di più, sempre di più, shake it, shake it)
Eh, la, la, la, Latte+, uh

Siamo Nazz con gli strass, con i pantaloni a zampa
Siamo Prince, siamo Britney, rasati come i punk, ah
Siamo Spoon, siamo Spike, siamo icone come Spice Girls
Siamo smooth, siamo bad, siamo Thriller come Michael
Ma a me serve di più

La, la, la, Latte+ (Sempre di più, sempre di più, shake it, shake it)

La, la, la, la-la-la (Sempre di più, sempre di più, shake it, shake it)
La, la, la, la-la-la (Sempre di più, sempre di più, shake it, shake it)
La, la, la, la-la-la (Sempre di più, sempre di più, shake it, shake it)
Eh, la, la, la, Latte+

The following two tabs change content below.

Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

By Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.