AlmanaccoMusicale-Maggio-10

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 10 maggio

1969 – Patty Pravo debutta in classifica con “Il paradiso”
1973 – Giorgio Gaber pubblica il singolo “Lo shampoo”
1978 – Vasco Rossi incide il brano “La nostra relazione”
1983 – Nino D’Angelo lancia l’album “Sotto ‘e stelle”
1993 – “Si o no” di Fiorello domina la hit parade
1999 – Jovanotti rilascia il disco “Capo Horn”
2001 – Raf pubblica il singolo “Infinito”**
2002 – Ligabue incide l’album “Arrivederci, mostro!”
2003 – Eros Ramazzotti è primo in classifica con “Un’emozione per sempre”
2007 – Irene Grandi pubblica la raccolta “Irenegrandi.hits”
2010 – Marco Carta lancia il disco “Il cuore muove”
2010 – “Un colpo all’anima” di Ligabue è in vetta nella top10 di EarOne
2011 – Raf rilascia l’album “Numeri”
2013 – Max Pezzali lancia “L’universo tranne noi”
2015 – Ci lascia il cantante Mario Da Vinci
2016 – Gianluca Grignani incide “Una strada in mezzo al cielo”
2017 – Thomas pubblica il singolo “Normalità”*

*Il personaggio del giorno: Thomas

Sulla scia del successo della sedicesima edizione di “Amici” di Maria De Filippi, Thomas Bocchimpani rilascia il suo primo singolo “Normalità”, prodotto da Stash dei The Kolors. Il brano ha anticipato l’uscita dell’album d’esordio “Oggi più che mai”, seguito a pochi mesi di distanza dal suo secondo e omonimo progetto discografico, dal quale sono stati estratti i fortunati estratti “E’ un attimo” e “Il sole alla finestra”, che dimostrano quanto il giovane vicentino sia uno degli artisti più interessanti lanciati da un talent negli ultimi anni.

**La canzone del giorno: Infinito

 “…L’ironia del destino vuole che io sia ancora qui a pensare a te
nella mia mente flash ripetuti, attimi vissuti con te.
E’ passato tanto tempo ma tutto é talmente nitido,
cosi’ chiaro e limpido che sembra ieri…
Ieri, avrei voluto leggere i tuoi pensieri
scrutarne ogni piccolo particolare ed evitare di sbagliare,
diventare ogni volta l’uomo ideale,
ma quel giorno che mai mi scorderò
mi hai detto: non so più se ti amo o no … domani partirò
sarà più facile dimenticare… dimenticare

E adesso che farai? Risposi: io… non so
quel tuo sguardo poi lo interpretai come un addio,
senza chiedere perché, da te mi allontanai
ma ignoravo che in fondo non sarebbe mai finita

Teso, ero a pezzi ma un sorriso in superficie
nascondeva i segni d’ogni cicatrice
nessun dettaglio che nel rivederti potesse svelare
quanto c’ero stato male,
quattro anni scivolati in fretta e tu
mi piaci come sempre… forse anche di più,
mi hai detto: so che é un controsenso ma
l’amore non é razionalità…non lo si può capire…
ed ore a parlare, poi abbiam fatto l’amore…
ed é stato come morire… prima di partire.
Potrò mai dimenticare… dimenticare

L’infinito sai cos’é? L’irraggiungibile fine o meta
Che rincorrerai per tutta la tua vita,
ma adesso che farai?… adesso io … non so… infiniti noi
so solo che non potrà mai finire
mai ovunque tu sarai, ovunque io sarò
non smetteremo mai
se questo é amore … é amore infinito…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.