Almanacco musicale del 29 ottobre

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 29 ottobre

1944 – Nasce a Nuvolento il cantante Fausto Leali*
1945 – Nasce a Piacenza il cantante Gianni Pettenati
1946 – Nasce a Pola il cantautore Roberto Soffici
1966 – Gli Equipe 84 sono primi in classifica con “Bang bang”
1972 – Nasce a Catania la cantante Patrizia Laquidara
1979 – Francesco De Gregori rilascia l’album “Viva l’Italia”
1999 – Irene Grandi pubblica il disco “Verde rosso e blu”
2000 – “Fuoco nel fuoco” di Eros Ramazzotti è tra i brani più trasmessi di in radio
2002 – Lucio Dalla pubblica la raccolta “Caro amico ti scrivo”
2004 – Gigi D’Alessio rilascia il disco “Quanti amori”
2010 – Pierdavide Carone lancia “La prima volta”**
2011 – Ci lascia il cantante Aldo Donà
2010 – I Negramaro incidono il “Sing-hiozzo”
2011 – J-Ax pubblica “I love my bike”
2012 – Claudia Megrè e Guè Pequeno lanciano “Chi non si arrende”
2013 – Jake La Furia rilascia il suo primo disco solista “Musica commerciale”
2014 – I Marlene Kuntz incidono il singolo “Oblio”
2015 – Max Gazzè pubblica l’album “Maximilian”
2016 – I Baustelle rilasciano “Lili Marleen”
2017 – Davide Petrella lancia il singolo “Skyline”

*Il personaggio del giorno: Fausto Leali

Settantaquattro candeline sulla torta per Fausto Leali, tra gli interpreti più celebri dello scenario musicale italiano di tutti i tempi. Tra le canzoni che arricchiscono il suo ricchissimo repertorio discografico, ricordiamo ovviamente: “A chi”, “Deborah”, “Un’ora fa”, “Io camminerò”, “Quando ami una donna”, “Via di qua” con Mina, “Io amo”, “Mi manchi”, “Ti lascerò” con Anna Oxa, “Perché”, “Non ami che te”, “Ora che ho bisogno di te” con Luisa Corna, “Eri tu” e “Una piccola parte di te”.

**La canzone del giorno: La prima volta

 “…Un giorno quasi per giocare
dissi: “Ciao, piacere salve voglio star con te”
il giorno successivo a questo dissi:
“sai ti amo e non ci lasceremo mai”.
la sera c’era una tempesta e non si uscì
se non mi sbaglio era giovedì
il tempo ci obbligò tra le lenzuola e poi
un bacio un altro ancora e dopo

Come descrivere due corpi che si intrecciano
come parlare di due mondi che si uniscono
non lo so fare eppur sono qui per raccontare
della prima di una serie di un milione di un miliardo
di volte in cui son stato con te

Dopo la notte viene la mattina
e tu andasti via piangendo verso sud
di sasso io restai e ti dissi: ‘è un addio?’
ma ero già da te di nuovo

Come descrivere due corpi che si intrecciano
come parlare di due mondi che si uniscono
non lo so fare eppur se sono qui per raccontare
della prima di una serie di un milione di un miliardo
di volte in cui son stato con te

Un passo verso te
mi stacca dalla terra così statica per me
sei l’unica maniera che ho di vivere

Come descrivere due corpi che si intrecciano
come parlare di due mondi che si uniscono
non lo so fare eppur sono qui per raccontare
della prima di una serie di un milione di un miliardo
di volte in cui son stato con te

Non so che fare eppur son qui per raccontare
della prima di una serie di un milione di un miliardo
di un milione di un miliardo
di volte in cui son stato con te.
Un giorno quasi per giocare
dissi: ciao, da sempre sono insieme a te…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.