Gianni Morandi

L’ugola di Monghidoro torna al Festival di Sanremo con “Apri tutte le porte”, firmata da Lorenzo Jovanotti

A cinquant’anni dalla sua prima partecipazione festivaliera, Gianni Morandi gareggia a Sanremo 2022 con il brano “Apri tutte le porte”. L’artista emiliano torna in Riviera per la settima volta, dopo aver partecipato: nel 1972 con “Vado a lavorare”, nel 1980 con “Mariù”, nel 1983 con “La mia nemica amatissima”, nel 1987 con la vittoriosa “Si può dare di più“ in trio con Umberto Tozzi ed Enrico Ruggeri, nel 1995 con “In amore” in coppia con Barbara Cola e nel 2000 con “Innamorato”.

Firma Jovanotti, produce Mousse T (sì proprio lui, quello di “Sexbomb”) e canta Gianni Morandi. Ditemi voi: come si potrebbe bocciare un brano con queste premesse? Al grido di “Stai andando forte”, questa “Apri tutte le porte” non è certo il pezzo che passerà alla storia dell’ugola di Monghidoro, anzi. Lo special melodico, completamente diverso dal resto della canzone, riabilita il tutto sul finale salvando la partita in pieno tempo di recupero.

E’ vero, la carriera di Gianni Morandi non si discute, ma questo pezzo sicuramente sì. C’è del twist, c’è del geghegè, c’è del boogie-woogie, c’è tutta roba che sicuramente sarebbe piaciuta tantissimo alla commissione del Cantagiro ’69. Insomma, se questo brano fosse un musicarello lo intitoleremmo “Fatti mandare dalla mamma ad aprire tutte le porte”. Se è proprio vero che uno su mille ce la fa, in questo caso la salita è ancora più dura del previsto.

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

One thought on ““Apri tutte le porte”, il musicarello 2.0 di Gianni Morandi – RECENSIONE”
  1. Mi dispiace ma non concordo
    con questa recensione e il grande successo della canzone parla da solo. Gianni è un giusto mix dì modernità e tradizione e sa sempre stare al passo con i tempi senza snaturare la sua immagine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.