giovedì, Maggio 23, 2024

CLASSIFICHE

SUGGERITI

Buon compleanno ad Anna Oxa: ultimo mito di arte, voce e suono

Nel giorno del suo sessantunesimo compleanno dedichiamo un omaggio ad una delle più grandi artiste italiane

Il 28 aprile è sinonimo di buon compleanno per una delle artiste più iconiche ed uniche della storia della musica italiana: Anna Oxa. Sessantuno candeline sulla torta ed oltre quarant’anni di carriera per una delle voci più riconoscibili e preziose dell’arte italica che il pubblico ha amato ed apprezzato tanto da rendere la sua arte immortale.

Da quell’esordio sul palco del Festival di Sanremo del 1978 con l’indiscusso capolavoro di ‘Un’emozione da poco’ fino ad oggi, Anna Oxa è stata, e continua ad essere, tra le migliori interpreti femminili della canzone italica. Con la sua maturità artistica, però, la voce di ‘Quando nasce un amore’ ha concretizzato non solo un continuo movimento di ricerca nel campo del suono ma anche un’autentica avventura alla scoperta di sè, dell’origine dell’arte e dell’unicità del vivente. Ricerche che, poi, inevitabilmente la raccontano per quello che è oggi e che, nel corso del tempo, sono finite per arricchire ed influenzare la sua espressione musicale. Per quella che oggi è un’artista nel vero senso della parola l’imperativo categorico è sempre stato stupirsi prima ancora che stupire. E la ricerca musicale ha, ovviamente, aiutato in tutto questo. Ne è uscito un percorso umano, ancor prima che discografico, continuamente proteso a comprendersi trovando, poi, riflesso anche in musica.

Nata musicalmente ribelle sulle note di un giovane Ivano Fossati è divenuta negli anni icona di stile e di avanguardia facendo continuamente parlare di sè. Di lei il pubblico ha ricevuto l’immagine di mito irraggiungibile e di diva autentica data non da una sua postura distaccata bensì dall’autenticità e dall’altezza della sua arte. Un’arte che, con la propria verità, ha incontrato più generazioni attraversando i turbolenti anni ’70, gli iconici anni ’80, i sensuali anni ’90 e poi aprendosi al nuovo millennio sulle ali dell’innovazione e della ricercatezza sonora e produttiva oltre che di linguaggio e messaggio.

Nel suo ampissimo repertorio, fatto di migliaia di dischi venduti e decine e decine di successi, compaiono canzoni inarrivabili come ‘Ti lascerò’, ‘Senza pietà, ‘Tutti i brividi del mondo‘, ‘Donna con te’, ‘E’ tutto un attimo’, ‘Il pagliaccio azzurro’, ‘Oltre la montagna’, ‘Un sogno in tasca’, ‘Storie’, ‘Quando nasce un amore’ ‘Un’emozione da poco’. Eppure decisamente più lunga apparirebbe la lista di brani che hanno lasciato un segno nel cuore del pubblico italiano partendo da quelle che, tra le altre, hanno gareggiato per ben 14 volte al Festival di Sanremo tra cui ‘Io no’, ‘Non scendo’ e ‘A lei’, figlie degli anni ’80, e le più “recenti” sperimentazioni su ‘Cambierò’, ‘L’eterno movimento’, ‘Processo a me stessa’ La mia anima d’uomo.

Nel corso dei suoi quarantaquattro anni di carriera, Anna Oxa ha regalato al pubblico il dono più alto tra quelli che avrebbe potuto scegliere: l’arte autentica derivata da un percorso personale capace di raccontarla nel profondo. Se i grandi successi dei suoi esordi l’hanno lanciata e consacrata nell’Olimpo della musica italiana per sempre, la sua maturità ne ha arricchito l’espressione rendendola eterna in quel suo movimento verso l’arte. Fino all’ultima Primo cuore (canto nativo) Anna Oxa non ha smesso di ricercare e creare andando verso la dimensione del suono, la comprensione della voce in quanto strumento, l’esaltazione dell’arte come movimento di ricerca e comprensione. L’ha fatto analizzando la vita, guardando la società che la circonda, adottando suoni etnici e naturali e canti sempre differenti. Lo fa essendo artista. Artista vera, ultimo inarrivabile mito di voce, suono e ricerca.

Buon compleanno Anna Oxa!

Recensiamo Musica

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.
Ilario Luisetto
Ilario Luisetto
Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.