Classifica FIMI della settimana 7: l'effetto Sanremo è servito - Recensiamo Musica

Classifica FIMI della settimana 7: l’effetto Sanremo è servito

Il Festival di Sanremo si è ormai concluso e questa settimana ne viviamo gli effetti nelle classifiche di vendite della settimana numero 7 del 2017 che va da venerdì 10 febbraio a giovedì 16. Vediamo le novità più sostanziose nelle chart della F.I.M.I. :

ALBUM:

L’effetto Sanremo fa cambiare la vetta riportando al comando Tiziano Ferro con il suo nuovo album Il mestiere della vita (#1, +2 posizioni) che è stato promosso durante la prima serata del Festival. Il podio viene completato da Comunisti col Rolex di J-Ax e Fedez (#2) e Le migliori di Mina e Adriano Celentano (#3) entrambi in discesa di una posizione.

Ligabue scende alla #7 con Made in Italy (-2) mentre Vasco Rossi scivola fino alla #9 con Vascononstop (-3).

Gli altri due super ospiti italiani del Festival arrivano fino ai piedi della top10 con i loro rispettivi album anche se forse ci si poteva attendere qualche posizione in più: Giorgia occupa la posizione #10 (stabile rispetto alla scorsa settimana) con Oronero mentre Zucchero si ferma alla #11 (+7) con Blackcat.

Il derby degli album dei sanremesi già pubblicati viene vinto da Fiorella Mannoia che con la nuova edizione di Combattente, il suo ultimo album pubblicato lo scorso autunno, si piazza alla #4 (+24 posizioni rispetto alla settimana scorsa dove era in commercio solo l’edizione originaria).

A seguirla c’è Ermal Meta con il suo nuovo Vietato morire (#5) e Marco Masini con Spostato di un secondo (#6).

Esordio deludente per Sergio Sylvestre che con l’album omonimo entra solo alla #13. Michele Zarrillo ritorna sulle scene con Vivere e rinascere che esordisce alla #16 seguito alla #17 dal vincitore delle Nuove Proposte, Lele, presente con la riedizione sanremese del suo primo album Costruire 2.0.

Gli altri sanremesi tutti fiori dalla top20 a partire dalle riedizioni di Nesli (Kill karma la mente è un’arma che apre alla #22) e di Ron (La forza di dire sì alla #25).

I nuovi lavori di Albano (Di rose e di spine) e Alice Paba (Se fossi un angelo) segnano l’esordio rispettivamente alla posizione #34 e #39 mentre Raige ritorna in classifica con la nuova versione di Alex alla #39 seguito dalla compagna Giulia Luzi che segna il peggior esordio con il suo nuovo album Togliamoci la voglia che entra solo alla #98.

Curiosi i ritorni in chart dei vecchi dischi di Francesco Gabbani (Eternamente ora alla #30), Fabrizio Moro (Pensa alla #72) e Bianca Atzei (Bianco e nero alla #76) oltre a 2 dischi di Fiorella Mannoia (Fiorella #87 e Le mie canzoni #100).

SINGOLI:

L’esordio migliore non poteva che essere per Francesco Gabbani e la sua Occidentali’s karma che esordisce direttamente alla numero #1. 

A seguirlo ci sono Che sia benedetta di Fiorella Mannoia (#3, +24 posti), Il diario degli errori di Michele Bravi (#4, +69 posti), Portami via di Fabrizio Moro (#6, +33 posti) e Vietato morire di Ermal Meta (#7).

Gli altri sanremesi rimangono fuori dalla top10 con Eldoie alla #12 (con Tutta colpa mia, +33 posti) e Sergio Sylvestre alla #13 (con Con te). Bianca Atzei esordisce alla #21 con Ora esisti solo tu e Paola Turci alla #26 con Fatti bella per te e Samuel alla #27 con VedraiChiara esordisce alla #34 con Nessun posto è casa mia.

Alla #36 troviamo il vincitore delle Nuove Proposte, Lele, con la sua Ora mai che si presenta come l’unico giovane in classifica. A seguirlo c’è Lodovica Comello con Il cielo non mi basta (#37).

Chiudono la top 50 sei sanremesi Marco Masini, alla #45 con Spostato di un secondo, e Alessio Bernaebi alla #48 con Nel mezzo di un applauso.

Menzione speciale per Tiziano Ferro che mantiene in classifica ben 3 singoli: Il conforto con Carmen Consoli si ferma alla #9 (-4 posizioni) dopo una settimana dall’ospitata sanremese, mentre Potremmo ritornare arriva alla #49 (-14) e la sua cover Mi sono innamorato di te si piazza alla #51 (+23).

L’altra super ospite sanremese, Giorgia, porta il suo ultimo singolo, Vanità, alla #53 mentre Oronero scende fino alla #87.

Amen di Francesco Gabbani rientra in classifica arrivando fino alla #56 rimanendo davanti a nuovi brani festivalieri: Giusy Ferreri con Fa talmente male arriva alla alla #57, Clementino alla #60 con Ragazzi fuori e Michele Zarrillo alla #63 con Mani nelle mani. L’ultimo sanremese presente è Gigi d’Alessio con La prima stella alla #79.

Sempre presenti ovviamente i mattatori dell’anno, Fedez e J-Ax, che rimangono in classifica con  Piccole cose (in duetto con Alessandra Amoroso alla #15), Assenzio (con Stash e Levante alla #16), Vorrei ma non posto (#80) e Comunisti col Rolex (#81).

Tutte le classifiche sono disponibili qui

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci.

Ilario Luisetto

Direttore di “Recensiamo Musica” e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *