Coez 2019

Il testo del nuovo singolo del cantautore romano

Dopo le uscite a sorpresa di “Wu-Tang” (di cui qui il testo completo) e “Flow Easy“, Coez torna in radio con il primo vero singolo estratto dal nuovo album di inediti.

E’ arrivato, infatti, venerdì 5 novembre, in radio e su tutte le piattaforme digitali, “Come nelle canzoni“, un brano che parla di una storia d’amore e dei ricordi di una relazione iniziata molto tempo fa, e poi finita. È una dedica a quella che è stata la propria metà, a cui si è dato tutto e con cui si sono condivisi momenti impressi nella mente.

Coez Come nelle canzoni

Di seguito il testo del brano scritto da Coez insieme ad Alessandro Pluga, Alfonso Climenti, Davide Petrella e Stefano Tognini e prodotto da Sine, Marz e Zef.

Come nelle canzoni | Testo

Con te ho imparato il termine mancarsi
Perdersi davvero senza ritrovarsi
Nella notte brilli anche da cento passi
Io mi incazzo e ridi ma con gli occhi bassi
Guardarti è un po’ come guardare indietro
E canto i Beastie Boys nella metro
Tutti i miei sogni dentro un super attico
Non ci pensavo su nemmeno un attimo
A fare a meno di te
L’amore con i finestrini chiusi

I corpi fra i sedili confusi
Farlo fingendo d’essere due sconosciuti
E adesso che nemmeno mi saluti
Amore, vaffanculo
Da ragazzino mi reggеvi il fumo
Mi leggevi dentro comе nessuno
E forse è vero che ne ho fatte di cazzate
Però t’ho amato sempre, te lo giuro

Ehi Io non lo so cos’è che non va in me stasera
E’ come se si fosse rotta la città
Per due come noi scappati presto dal quartiere
E che adesso non sanno più nemmeno come si fa
A stare insieme male Se non ricordo male
Ti ho dato tutto di me
Forse ti ho dato il peggio di me
Che tanto il meglio era uguale
Ora che piangi a fare

Tutte le cose migliori e peggiori le ho fatte con te
Ma solo il meglio non vale

Tu c’hai l’anima pura e i piedi freddi
Io la pelle dura e poca cura dei difetti che ti vanno stretti
E pure se ti specchi ti perdi la bellezza quella vera che stasera solo tu rifletti
E qualche volta sbagli il nome
Ferisci tutti sì ma non me
E se lo chiedono rispondo
Che in fondo c’avevamo ragione

Ehi Io non lo so cos’è che non va in me stasera
E’ come se si fosse rotta la città
Per due come noi scappati presto dal quartiere
E che adesso non sanno più nemmeno come si fa
A stare insieme male Se non ricordo male
Ti ho dato tutto di me
Forse ti ho dato il peggio di me
Che tanto il meglio era uguale
Ora che piangi a fare
Tutte le cose migliori e peggiori le ho fatte con te
Ma solo il meglio non vale

E, e non lo chiedere a nessuno a meno che non sia me
E non lo chiederò a nessuno a meno che non sia te
Sì perchè non c’era nessuno, c’eravamo io e te
Che siamo sempre da soli come nelle canzoni

Ma stare insieme male
Non lo sappiamo fare
Ti ho dato tutto di me
Forse ti ho dato il peggio di me
Che tanto il meglio era uguale
Ora che piangi a fare
Tutte le cose migliori e peggiori le ho fatte con te
Ma solo il meglio non vale

The following two tabs change content below.

Giampiero Mastronuzzi

Mi avvicino alla musica dal 2007 grazie al talent "Amici di Maria de Filippi"; da allora seguo i cantanti usciti dai vari talent show e tutta la bella musica italiana.

By Giampiero Mastronuzzi

Mi avvicino alla musica dal 2007 grazie al talent "Amici di Maria de Filippi"; da allora seguo i cantanti usciti dai vari talent show e tutta la bella musica italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.