Colapesce e Dimartino - Sanremo 2021

Le dichiarazioni salienti della conferenza stampa di presentazione

Prima partecipazione in gara per Colapesce e Dimartino che hanno inaugurato nella prima serata la loro avventura al Festival di Sanremo 2021 con il brano inedito Musica leggerissima. La canzone è anche il preludio alla pubblicazione di un nuovissimo progetto discografico che è uscito con il titolo di I mortali2. Per presentare la propria canzone ecco cosa Colapesce e Dimartino hanno raccontato in conferenza stampa:

“Veniamo dai locali. Lì ci siamo formati ed incontrati. Sanremo deve fare da amplificatore di questo tema. – hanno voluto specificare Colapesce e Dimartino a proposito dell’attuale situazione dei teatri chiusi da diversi mesi – Lo scorso anno abbiamo avuto la fortuna di fare un tour di 12 date riscontrando che i concerti con i giusti protocolli si possono fare. Non crediamo molto nei concerti in streaming che non hanno niente a che fare con l’esperienza umana delle cose fatte dal vivo. Un teatro vuoto fa più paura di uno pieno di pubblico. Cantare in un teatro vuoto ci ha messo un po’ a disagio“.

“Ieri, dopo la nostra esibizione di ‘Povera patria’ ci ha telefonato Cristina Battiato, la nipote del Maestro – hanno raccontato i due cantautori a proposito della loro performance nella serata delle cover – Ci ha ringraziato per la nostra versione e si è detta molto emozionata. Per noi è un onore perché Franco Battiato ha ribaltato la nostra visione della musica“.

“Non ci dispiacerebbe partecipare all’Eurovision. Perché no d’altronde? – ha dichiarato Dimartino mentre, invece, Colapesce ci tiene a precisare che – Abbiamo visto che è partita la mania del balletto sui social. Noi preferiamo stemperare perché puntiamo sul messaggio della canzone. E’ un brano che parla del disaggio psicologico di quest’ultimo anno. La nostra canzone veicola un messaggio pesante malgrado la veste più radiofonica che stempera il senso vero delle nostre parole. Questa è da sempre la nostra intenzione nella scrittura. Vogliamo appesantire la musica leggera“.

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.