Nuovo singolo per Tropico con due ospiti illustri

E’ in radio e sui digital stores da venerdì 8 luglio l’inedita collaborazione tra Tropico, Cesare Cremonini e Fabri Fibra. I tre si sono incrociati nel mix esplosivo di “Contrabbando” (di cui qui la nostra recensione), pubblicata dall’etichetta Epic di Sony Music Italy e prodotta dallo stesso Tropico con Starchild, D-Ross e Startuffo.

Tropico, Cesare Cremonini e Fabri Fibra - Contrabbando

Per me – dichiara Tropico – collaborare con Cesare e Fabri su questo pezzo è una roba incredibile. È successo tutto in maniera molto naturale, nel giro di una decina di giorni avevamo già il provino definitivo.
Le canzoni devono parlare da sole e in questo caso è andata proprio così. Ci ha un po’ scelto lei. Volevo dare una manata in faccia a questi tempi strani. Qui non si insegue nulla, la musica è della gente, decide la gente“.

Contrabbando” è dotata di un testo tagliente (firmato da tutti e tre gli artisti) e vuole far riflettere sul fatto che “le buone idee – continua Tropico – di questi tempi sono di contrabbando. C’è un ingorgo ovunque, troppe informazioni tutte insieme, troppe opinioni, troppa musica tutta insieme, tutti vogliono tutto, tutti sanno tutto… Se qualcuno dovesse mai avere una buona idea in questo periodo credo che non verrebbe capita, si perderebbe, meglio farla passare sottobanco in un primo momento, trovare una strada alternativa. Dal basso partono sempre le cose migliori“.

Acquista qui il brano |

The following two tabs change content below.

Nick Tara

Classe '92, ascoltatore atipico nel 2022 e boomer precoce per scelta: mi nutro di tradizione e non digerisco molte nuove tendenze, compro ancora i cd e non ho Spotify. Definito da Elettra Lamborghini "critico della sagra della salsiccia", il sogno della scrittura l'ho abbandonato per anni in un cassetto riaperto grazie a Kekko dei Modà, prima ascoltando un suo discorso, poi con la sincera stima che mi ha dimostrato.

By Nick Tara

Classe '92, ascoltatore atipico nel 2022 e boomer precoce per scelta: mi nutro di tradizione e non digerisco molte nuove tendenze, compro ancora i cd e non ho Spotify. Definito da Elettra Lamborghini "critico della sagra della salsiccia", il sogno della scrittura l'ho abbandonato per anni in un cassetto riaperto grazie a Kekko dei Modà, prima ascoltando un suo discorso, poi con la sincera stima che mi ha dimostrato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.