Eros Ramazzotti

A partire dal 14 dicembre disponibile in rotazione radiofonica il secondo estratto dal disco “Vita ce n’è”

Eros RamazzottiEros Ramazzotti sta alle ballad come il cacio sta sui maccheroni, questa in matematica si chiama proporzione, mentre in musica prende il nome di poesia. “In primo piano” è il brano che ci restituisce uno dei protagonisti del pop italico nella sua forma migliore, scritto per lui dall’amico Lorenzo Cherubini, da tutti conosciuto come Jovanotti. Il pezzo, in radio a partire dal 14 dicembre, rappresenta il secondo estratto dal disco Vita ce n’è e segue il successo del primo omonimo singolo rilasciato lo scorso ottobre.

Una canzone delicata e molto intima che racconta un amore vissuto a distanza, lontano ma al tempo stesso vicino, tanto da passare “dall’orizzonte al primo piano”. Tra le righe del testo emerge la potenza del pensiero, capace di abbattere ogni barriera o pensiero negativo, di rendere realtà la fantasia e di assaporare ogni giorno un’emozione nuova. La lontananza letta come l’opportunità di scavare a fondo dentro noi stessi, con frasi semplici ma dense di significato come: “ho il cuore a posto quando penso a te, mi si riallineano le stelle in cielo”.

La penna di Jovanotti si sente e si traduce in brividi, Eros riesce a mantenere integra la sua intenzione, rendendo il tutto molto personale grazie all’inconfondibile timbrica (suo vero e proprio marchio di fabbrica) e alla passione che, negli anni, ha imparato a fare propria con grande esperienza. L’abile produzione di Antonio Filippelli impreziosisce il tutto, il pianoforte e gli archi regalano atmosfere d’altri tempi, assopite ma non nuove per le nostre orecchie e non del tutto resettate dalla nostra memoria, anche se siamo ormai abituati ad ascoltare ben altri tipi di suoni. “In primo piano” è un susseguirsi di note e parole, un crescendo che passa dalla narrazione alla commozione, per poi aprirsi in un finale orchestrale con un fare quasi cinematografico.

La profondità di Eros Ramazzotti viene messa in risalto con questo genere di pezzi, ossia le ballate melodiche e struggenti che, da sempre, incarnano sia l’essenza che la sua cifra stilistica. Inseguire a tutti i costi le logiche radiofoniche di oggi, ahimè, non rende giustizia all’aspetto artistico di nessuna proposta discografica, anzi, toglie valore a chi come lui ha fatto grande la nostra musica, riscuotendo consensi in giro per il mondo. Il segreto? Due semplici e sopraffini ingredienti che non si trovano tra gli scaffali delle catene commerciali della grande distribuzione, bensì nelle più piccole e ricercate botteghe alimentari, vale a dire: il cuore e la melodia.

Acquista qui il brano |

[amazon_link asins=’B07KLVK1HD’ template=’ProductCarousel’ store=’recensiamomus-21′ marketplace=’IT’ link_id=’06addf86-0145-11e9-9b66-c544ae1a0f9e’]

In primo piano | Video

In primo piano | Testo

Ho il cuore a posto quando penso a te
mi si riallineano le stelle in cielo
sparisce tutto quello che non c’è
e sembra tutto così vero
io che non sono mai sicuro di niente
che credo ancora al fuoco degli sguardi
ho il cuore a pezzi quando penso che
volano gli attimi di questi anni
questo dolore che non passa mai
questa emozione che ogni volta è nuova
la mia passione fonte dei miei guai
niente di noi che a pensarci non mi commuova

Oh amore, lontano
sì, ti tengo dentro di me
dall’orizzonte al primo piano
ti tengo dentro di me
in primo piano
amore lontano

Non so chi sono quando penso a te
che ti appartengo come il verde a un prato
in quale epoca mi porterai
innamorarmi è il mio talento innato
la mia condanna la mia libertà
il filo rosso di una vita insieme
fuori da tutto fuori anche da me
cercando il sole quando tutto intorno piove

Oh amore, lontano
ti porto dentro di me
dall’orizzonte al primo piano
amore lontano
sei sempre dentro di me
nell’orizzonte in primo piano

Ho il cuore a posto quando penso a te
mi si riallineano le stelle in cielo
ti tengo sempre dentro di me
nell’orizzonte in primo piano

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Di Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.