Fiorella Mannoia 2020

Recensione del nuovo estratto radiofonico dall’ultimo album d’inediti dell’interprete romana

Non è la prima volta che Fiorella Mannoia si dedica al racconto del valore delle parole eppure sceglie di ritornare sull’argomento anche con il suo nuovo singolo intitolato La gente parla. Il brano è in radio dal 21 maggio come terzo estratto dall’album d’inediti ‘Padroni di niente’ (di cui qui la nostra recensione), uscito lo scorso autunno.

Come già aveva fatto, ad esempio, per ‘Le parole perdute’ nel 2014 l’interprete romana sceglie come protagoniste di questo suo nuovo brano proprio le parole. La visuale, però, questa volta si fa più dura ed ironicamente tagliente nella propria prospettiva sulle cose. D’altronde si parte dall’idea di essere circondati dalle “solite frasi, trite e ritrite, dette per gioia o per consolazione”. Ed è proprio in questo sviluppo a tratti sarcastico che si avverte forte la penna di Simone Cristicchi che di questo brano ne ha firmato il testo. Con lui, a formare un’accoppiata autorale inedita, Amara che per la Mannoia ha già firmato altri successi non calandosi mai, però, in una dimensione musicale così martellante.

Sfruttando una coppia autorale di grandi aspettative, Fiorella Mannoia ha la possibilità di dedicarsi all’interpretazione di un testo che, seppur poggiato su di un suono leggero ed incalzante, in realtà nasconde non pochi spigoli. Ne esce un ritratto ampiamente calato sull’attualità della nostra società lamentandone il vizio di esprimersi su tutto e tutti in ogni momento. E non è un caso che s’inciampi nel verso che ricorda di “frasi per tutte le occasioni, frasi leggere che non pesano niente, le frasi che offendono gratuitamente dette per noia o per disperazione, giusto per attirare l’attenzione”. E così entrano in gioco le parole di circostanza, quelle che incoraggiano la violenza, quelle dei perbenisti o ancora quelle di integralisti, populisti o pressapochisti.

Lo stato delle cose è che, tutto sommato, “Si sprecano tante troppe parole, facciamo tanto troppo rumore”. Contro questo stato di cose dannoso per la nostra società Fiorella Mannoia torna a suggerire una via di fuga o, se si preferisce la svolta positiva, di soluzione: “Se posso dire una cosa che penso, ci vorrebbe solo un po’ di silenzio”.

Acquista qui il brano |

La gente parla | Audio

La gente parla | Testo

Frasi dette così per caso
Frasi senza senza o significato
Frasi scontate e già sentite
Le solite frasi, trite e ritrite
Dette per gioia o per consolazione
Giusto per esprimere un’opinione
Le frasi dette per circostanza
Quelle che restano dentro una stanza
Le frasi dei soliti qualunquisti
Quelli da veri professionisti
Frasi da finti intellettuali
Sempre diverse ma tutte uguali

Perché qui la gente parla, parla, parla
Non sa cosa dire, parla, parla, parla
Tanto è per parlare, parla, parla, parla
Anche mentre dorme parla, parla, parla
Parla

Frasi piene di contraddizioni
Frasi per tutte le occasioni
Frasi leggere che non pesano niente
Le frasi che offendono gratuitamente
Dette per noia o per disperazione
Giusto per attirare l’attenzione
Le frasi dette per circostanza
Quelle che inducono alla violenza
Le frasi dei soliti perbenisti
O quelle dei giovani integralisti
Frasi perfette per una folla
Come aforismi da copia e incolla

Perché qui la gente parla, parla, parla
Non sa cosa dire, parla, parla, parla
Tanto è per parlare, parla, parla, parla
Sempre a sentenziare, parla, parla, parla

E parla, parla, parla
Parla, parla, parla
Parla, parla, parla
Parla, parla, parla

Si sprecano tante troppe parole
Facciamo tanto troppo rumore
Se posso dire una cosa che penso
Ci vorrebbe solo un po’ di silenzio

Sì, ma poi la gente parla, parla, parla
Parla, parla, parla, parla, parla, parla
E parla, parla, parla
Sì ma poi la gente parla, parla, parla
Sempre a blaterare, parla, parla, parla
Sempre a sentenziare, parla, parla, parla
Sempre da ridire, parla, parla, parla
Sempre a predicare, parla, parla, parla
Non sa cosa dire, parla, parla, parla
Sempre a giudicare, parla, parla, parla
Parla, parla, parla
Tanto per parlare, parla, parla, parla
Sempre a giudicare, parla, parla, parla
E poi la gente parla, parla, parla (parla, parla, parla)
Parla, parla, parla
E parla (parla, parla)
Parla, parla, parla
E parla

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.