Gaia - Sanremo 2021

Le dichiarazioni salienti della conferenza stampa di presentazione

Prima partecipazione in gara per Gaia (a cui qui la nostra intervista) che ha inaugurato, nella seconda serata, la sua avventura al Festival di Sanremo 2021 con il brano inedito Cuore amaro. La canzone è anche il preludio alla pubblicazione di un nuovissimo progetto discografico di cui ancora, però, non è noto alcun dettaglio. Per presentare la propria canzone ecco cosa la cantante ha raccontato in conferenza stampa:

“Il palco di Sanremo rende tutto più complicato – ha raccontato Gaia riferendosi alla sua prima esperienza sanremese – E’ un palco che ho sempre stimato e calcarlo fa un certo effetto. Ti fa sudare le mani, strizzare la gola ed emozionarsi davvero tanto. Ho avuto la sensazione di essere al posto giusto e al momento giusto. Ieri sera mi sono incrociata con Laura Pausini con cui ci siamo sentite spesso nel corso dell’ultimo anno. Ringrazio tutto quello che sta succedendo: mi sembra di vivere un sogno”.

“Ho ventitré anni e vorrei godermi quest’età viaggiando e godendomi questi sogni ma essere qui a Sanremo quest’anno è per me davvero importante. Ho la fortuna di suonare con 60 musicisti incredibili: mi sento privilegiata e voglio restituire questa magia a chi è recluso a casa“.

“Ho scelto ‘Mi sono innamorato di te‘ per la serata delle cover. Sono cresciuta ascoltando tantissima musica brasiliana che mi ha formato nel corso della crescita. Quando ho iniziato a ricercare una mia dimensione musicale sono entrata in contatto con la musica italiana. Avevo bisogno di un artista come Luigi Tenco nella mia vita. Con lui ho ascoltato ed esplorato Lucio Dalla e Fabrizio De Andrè. Volevo celebrare Tenco senza farmi mangiare dal timore di cantare un brano intoccabile”.

“Credo che sia limitante definire un contesto. La musica se è bella è bella in qualsiasi contesto. La musica va celebrata. Soprattutto in questo momento. Ci sono tantissime persone che in questo momento hanno bisogno di lavorare. Sanremo in questo momento è un qualcosa che ci aiuta a fare questo. Non dobbiamo più lasciare che quello ci è stato imposto a livello sociale ci freni. La musica va celebrata ovunque: a Sanremo come in cameretta“.

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.