Gaia Sanremo 2021

Precedenti al Festival, giudizi della stampa, quote dei bookmakers, album, tracklist, autori e testo del brano

PARTECIPAZIONI A SANREMO:

Prima partecipazione in assoluto al Festival di Sanremo per Gaia che sbarca al Teatro Ariston dopo un secondo posto ad X-Factor 10 e la vittoria della diciannovesima edizione di ‘Amici di Maria de Filippi’ lo scorso mese di aprile.

IL BRANO:

Per la sua prima partecipazione alla kermesse ligure Gaia punta su un brano scritto completamente, sia per il testo che per la musica, da lei stessa in collaborazione con Jacopo Ettorre, Daniele Dezi e Giorgio Spedicato. La canzone è intitolata Cuore amaro.

Gaia 2021

COME NE PARLA LA STAMPA:

“Una magia, un testo che valorizza la sua voce e le sfumature brasileire. “Ma il mio cuore amaro/Ora ci vedo chiaro”, 7,5” [Gabriella Mancini, Gazzetta]

“Gaia Gozzi, 19 anni, papà italiano e mamma brasiliana, è l’ennesima proposta che arriva dal sempre ricco vivaio dei talent (prima “Amici” e poi “X Factor”) che poi però, sul lungo periodo, è povero di promesse mantenute. Gaia farà eccezione? Lo scopriremo solo riascoltandola” [Massimiliano Castellani, Avvenire]

“«Mani radici sole sulla schiena, parole pioggia che mi disseta». GITANO” [DomaniPress]

“Questo brano ricorda una qualsiasi canzone di Rosalia, la star spagnola che mixa il flamenco moderno con l’hip hop. Una star italiana che canta un ritmo del sud della Spagna negli Stati Uniti sarebbe accusata di appropriazione culturale, cosa di cui peraltro è stata accusata la stessa Rosalia perché canta flamenco pur essendo catalana. Detto questo, chi lo sa, magari in radio va” [Maria Elena Barnabi, Cosmopolitan]

“Arriva per la prima volta nella città dei fiori dopo la vittoria nel 2020 ad Amici presentando un brano autobiografico, con evidenti richiami sonori latini, più convincente nel riff che nelle strofe e nel bridge. Per l’esordio sanremese forse ci si sarebbe aspettati un brano più corposo (ma in radio andrà). Voto: 6+ (ma potrebbe crescere con gli ascolti)” [Andrea Grandi, Newsic.it]

“Gaia ci ha abituati a incursioni nelle musiche esotiche, dalle atmosfere brasiliane di Chega alla chitarra flamenco di questo brano, dove strizza un po’ l’occhio a Rosalìa, con annessa una buona dose di elettronica. Però il tutto è sempre particolarmente piacevole e avvolgente. Il tema è ancora quello amoroso, di infelicità” [Silvia Danielli, Billboard]

“Nomina sunt omina. Esuberante elegante effervescente. E noi esultiamo. Attesa per la performance. Voto: 8” [Carmen Guadalaxara, Il Tempo]

“È una debuttante anche Gaia (Gozzi), vincitrice di Amici 2020. La rima baciata “questo cuore amaro / ora ci vedo chiaro” dice tutto sulla sua Cuore amaro, brano in formato talent che strizza l’occhio alla musica latina. Voto: 4” [Giuseppe Attardi, Pickline]

“Un viaggio sonoro dall’altra parte del mondo: il suo. Niente amore (a dispetto del titolo). “Fedele ai miei sogni”: la sua testardaggine in una ballata seducente e latineggiante” [Rita Vecchio, Leggo]

“Vincitrice della scorsa edizioni del talent Amici, l’italo-brasiliana Gaia Gozzi è pronta a conquistare anche il palco dell’Ariston con Cuore amaro. Canzone scatenata che ricorda le sonorità di Rosalìa, sostenuta da un’irresistibile chitarra flamenco.” [Elsa Ungari, Io Donna]

“Elegante, raffinata, misurata. Non si possono che fare complimenti a questa 23enne italo-brasiliana, vincitrice di Amici, ex concorrente di X Factor. E’ credibile e moderna, si può esportare. Voto 8+” [Unione Sarda]

“La vincitrice dell’ultimo Amici trasla anche in un brano in italiano le sue atmosfere portoghesi che tanto le hanno fatto bene con Chega. Si trova bene in questi panni. Arduo credere che basteranno per piazzarsi. Voto: 6” [Christian Pradelli, Mitomorrow]

“Ritmi sudamericani che incontrano quelli mediorientali. Un uptempo in stile Elettra Lamborghini” [Claudia Fascia, La Sicilia]

“Tocca a lei occupare lo slot latineggiante dell’anno. Perfetta per ballare con un tocco di saudade e sensualità” [Tgcom24]

“La chitarra classica che apre il brano si appoggia lieve sulla voce dell’ex concorrente di X Factor. Intrigante il ritmo e le sfumature gitane che si colgono in alcuni momenti. Bisognerà approfondire il testo che in alcuni momenti è difficilmente comprensibile… “foglia nuda per strada luna chiara nirvana”. Voto: 6/7” [Fabrizio Basso, SkyTG24]

“Mi ha ricordato molto Rosalia e sicuramente è uno dei pochi brani che richiama suoni contemporanei ed internazionali. Assolutamente ipnotica in un giro di rime tra amaro, chiaro e raro: Questo cuore amaro ora ci vede chiaro… Voto: 7” [Paola Gallo, Ondefunky]

“È una specie di preghiera ma non detta dal prete, ma da Gaia che ha una voce più bella di quella del prete. Al Festival della musica italiana, la canzone che più di tutte può piacere pure in Belize. “Dentro è una notte lontana/ quella di chi non sa tornare a casa”. Bevuto troppo, è chiaro. Voto: 7 ” [Fabrizio Biasin, Libero]

“Ci pensa Gaia a portare un po’ di ritmo al Festival con un ritmo che evoca l’oriente ma con un sguardo all’occidente e alla modernità. “Questo cuore amaro ora ci vedo chiaro” già pronto come tormentone. Giudizio: quota piacevolmente Lamborghini” [Andrea Conti, Il fatto quotidiano]

“Un brano lontano dai canoni classici, ricco di sfumature sonore e di ritmo caldo, latino, mischiato con l’elettronica. Gaia osa e lo fa partendo da una riflessione personale e da una relazione: “Ma il mio cuore è amaro, un disordine raro, io non vedo il denaro”. Sarà interessante capire come la vincitrice di Amici porterà il pezzo sul palco, la messa in scena dovrà essere all’altezza del caleidoscopio di suoni” [Claudio Cabona, Rockol]

“Gaia porta il suo sangue brasiliano all’esordio a Sanremo per un pezzo da ballare, sensuale, avvolgente, destinato a diventare un successo radiofonico. Il giro di basso è travolgente, il ritornello («Il mio cuore amaro, un disordine raro, sa di un giorno lontano») entra subito in testa” [Francesco Chignola, TV Sorrisi e Canzoni]

“Possiamo dire che ormai il talent non può più essere un pregiudizio? Sì, possiamo. Il pezzo di Gaia è assolutamente uno dei migliori, che impara dall’urban contemporaneo e non è un caso che alla produzione ci siano Giorgio Spedicato (Machweo) e Daniele Dezi, l’Orang3 senza Frenetik. L’ex vincitrice di Amici porta un brano dal sapore Rosalìa, una sorta di prosieguo naturale di Chega che fa subito venir voglia di ballare e di spiaggia, ma senza il peso del “tormentone”. Da podio” [Francesco Raiola, Fanpage]

“canzone della rivalsa, che invita a non mollare mai. Canta: “Io non vedo il denaro, ma il mio cuore amaro. Ora ci vedo chiaro“. Musiche latineggianti moderne con chitarra classica, mandolino (?), nacchere, sonagli, tamburi. Giudizio: tormentone da Sanremo latino” [TVblog]

“Latin pop che sfocia nel reggaeton con qua e là qualche citazione da entry level del maledettismo: «Foglia nuda per strada/ Luna chiara/ Nirvana». Da mandare avanti veloce. Voto: 4” [Francesco Prisco, Il Sole 24 ore]

Gaia 2021

VOTO MEDIO DELLA CRITICA:

6.4 / 10 (15° posizione generale)

QUOTE SNAI:

20.00 (20° posizione generale)

COVER PER LA 3° SERATA:

Mi sono innamorato di te con Lous and The Yakuza (Luigi Tenco)

IL NUOVO ALBUM:

Attualmente è in fase di lavorazione un nuovo album d’inediti che possa far da seguito a Genesi‘ ma non è ancora stato annunciato alcun dettaglio a riguardo.

TESTO DEL BRANO:

CUORE AMARO
di Gaia, Jacopo Ettorre, Daniele Dezi, Giorgio Spedicato
Edizioni Sony Music Publishing (Italy)/Frenetik&Orang3 Sartoria Musicale – Milano – Roma

Fedele ai miei sogni
Senza paura poi di cadere
Fedele ai ricordi
Ricadere
Benedico gli errori più grandi
Perché ho fatto di peggio più tardi
Io volevo soltanto portarmi
La giungla tra questi palazzi
Sotto una lacrima che bagna tutta la città
Strada di arterie che ritorna da me
Ma il mio cuore è amaro
Un disordine raro
Io non vedo il denaro ma il mio cuore amaro
Ora ci vedo chiaro
Ora ci vedo chiaro
Mani radici sole sulla schiena
Parole pioggia che mi disseta
A volte mi sveglio la sera
E strappo pensieri di seta
Foglia nuda per strada
Luna chiara nirvana
Quella che ho dentro è una notte lontana
Quella di chi non sa tornare a casa
Sotto una lacrima che bagna tutta la città
Strada di arterie che ritorna da me
Ma il mio cuore è amaro
Un disordine raro
Io non vedo il denaro ma il mio cuore amaro
Ora ci vedo chiaro
Ora ci vedo chiaro
Il mio cuore è amaro
Un disordine raro
Sa di un giorno lontano questo cuore amaro
Ora ci vedo chiaro
Ora ci vedo chiaro
Il mio cuore è amaro
È un disordine raro
Sa di un giorno lontano questo cuore amaro
Ora ci vedo chiaro
Ora ci vedo chiaro
Anche se mi resta
Sulla pelle l’ultima
Goccia di tempesta
Ormai non mi interessa
Sei il mio cuore amaro
Un disordine raro
Io non vedo il denaro ma il mio cuore amaro
Ora ci vedo chiaro
Ora ci vedo chiaro
Il mio cuore amaro
Un disordine raro
Sa di un giorno lontano questo cuore amaro
Ora ci vedo chiaro
Ora ci vedo chiaro

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.