La Rappresentante di Lista - Sanremo 2021

Le dichiarazioni salienti della conferenza stampa di presentazione

Prima partecipazione in gara per La Rappresentante di Lista che ha inaugurato nella seconda serata la loro avventura al Festival di Sanremo 2021 con il brano inedito Amare. La canzone è anche il preludio alla pubblicazione di un nuovissimo progetto discografico che è uscito con il titolo di My mamma. Per presentare la propria canzone ecco cosa La Rappresentante di Lista ha raccontato in conferenza stampa:

“Da musicisti ci sentiamo di dire che il palco del Teatro Ariston è un palco come gli altri. – hanno raccontato Veronica e Dario – Ciò che è interessante è l’esposizione che si ha. E’ questo che spaventa, da una parte, e che dall’altro gratifica. Da canto nostro vogliamo mantenere una coerenza importante. Sono anni che facciamo questo lavoro. Vogliamo far passare un messaggio di cura sulla ricerca musicale. Vogliamo dar vita alla magia della musica“.

“In ‘My mamma’ c’è una canzone che si chiama ‘Resistere’. Abbiamo riflettuto sull’idea che l’esistenza è lo scalino sopra l’esistenza. C’è la necessità di continuare a lottare per raggiungere l’esistenza. E’ un’idea molto legata al periodo che stiamo vivendo dove l’esistere è quasi inscatolata“.

“Sappiamo di un’organizzazione cattolica che chiedeva la nostra esclusione dalla gara o di farci esibire in seconda serata. Il tutto perché portiamo in scena la tematica dell’amare. La complessità spaventa sempre. Da una parte ci abbiamo dato poco peso, dall’altra ci abbiamo dedicato un’attenta riflessione attorno a chi teme il nuovo, la profondità, l’analisi. Da un altro punto di vista siamo felicissimi di tantissimi nuovi ascoltatori che si stanno avvicinando alla nostra musica. Mi emoziona tantissimo il fatto di sapere che ci sono delle persone che si sentono rappresentati da noi, dalla nostra musica e dal nostro messaggio“.

“Da musicisti ci devasta il fatto di non avere prospettive. – hanno raccontato i ragazzi de La Rappresenta di Lista per raccontare la situazione attuale della musica – Molti nostri colleghi che lavorano in teatro vivono la difficoltà di immaginare un altrove. Il teatro è un luogo dove ci si scambia respiri di vita. Il teatro regala un punto di vista differente sulle cose. Noi abbiamo la necessità di portare la nostra musica live, oggi come ieri. Il disco va portato vivo perché è lì che si arricchisce con significati a cui magari non si aveva pensato“.

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.