Mina

Disponibile da venerdì 27 novembre la nuova antologia della Tigre di Cremona, scopriamone i dettagli

Si intitola “Italian Songbook” il nuovo progetto discografico di Mina, un lavoro di riordino del suo vastissimo repertorio, un’operazione che andrà avanti nel tempo e che prende forma da questi primi volumi, intitolati Cassiopea e Orione, due delle ottantotto costellazioni della sfera celeste. Il fan club della Tigre di Cremona ha messo insieme le oltre millequattrocento canzoni contenute all’interno di circa cento album in studio originali, pubblicati nel corso della sua longeva e prolifica carriera.

L’artista ne ha selezionate ventotto, pescando in un lasso di tempo di quarantatré anni, da L’importante è finire del 1975 a Volevo scriverti da tanto del 2018. Accanto a canzoni senza tempo prese in prestito dal suo immenso firmamento, si aggiungono anche diverse riletture, cover di alcuni dei brani più belli della musica leggera italiana, tra cui spiccano due novità assolute, incise per impreziosire l’intera raccolta, vale a dire “Un tempo piccolo” di Franco Califano, portata al successo dai Tiromancino, e “Nel cielo dei bars” di Fred Buscaglione, un omaggio nel sessantesimo anno dalla sua scomparsa.

Un’antologia che si rivolge agli appassionati e ai collezionisti, ma soprattutto alle generazioni future, che avranno modo di scoprire il talento dell’artista con questa collana che raccoglie il meglio delle sue produzioni. Da decenni, ormai, la Tigre di Cremona è solita pubblicare almeno due progetti discografici all’anno, abitualmente uno di inediti e uno di cover, di conseguenza alcuni di questi lavori sono difficili da trovare sul mercato o, addirittura, finiti fuori catalogo.

Tutte le ventotto tracce sono state rimasterizzate e digitalizzate, alcune anche riaperte e risuonate per l’occasione (come “Almeno tu nell’universo”, “Io domani”, “Canzoni stonate”, “Il cielo in una stanza” e “Una lunga storia d’amore”). Questo e molto altro ancora è “Italian Songbook”, un’opera che mette in risalto la libertà di esplorare di Mina, un’ottima idea regalo per l’imminente ricorrenza natalizia, oltre che il modo ideale per concludere alla grande le celebrazioni per il suo ottantesimo compleanno.

Mina

Acquista qui l’album |

Cassiopea | Tracklist

(PDU/distr. Sony Music)  

  1. Anche un uomo (da “Attila”, 1979) 
  2. La lontananza (da “Sconcerto”, 2001)  
  3. Vento nel vento (da “Paradiso”, 2018)  
  4. Caruso (da “Ti conosco mascherina”, 1990)
  5. Oro / La canzone del sole (da “Canarino mannaro”, 1994)
  6. I migliori anni della nostra vita (da “Mina N° 0”, 1999)
  7. Canzoni stonate (da “Ridi pagliaccio”, 1988)
  8. Fortissimo (da “Ti conosco mascherina”, 1990)
  9. Malafemmena (da “Ti conosco mascherina”, 1990)
  10. Volami nel cuore (da “Cremona”, 1996)
  11. Con te sarà diverso (da “Leggera”, 1997)  
  12. Compagna di viaggio (da “Piccolino”, 2011)
  13. Volevo scriverti da tanto (da “Maeba”, 2018)  
  14. L’uomo dell’autunno (da “Piccolino”, 2011)  
  15. Un tempo piccolo (inedito)  

Orione | Tracklist

(PDU/distr. Warner Music)  

  1. Va bene, va bene così (da “Canarino mannaro”, 1994) 
  2. Oggi sono io (da “Mina in studio”, 2001)  
  3. Portati via (da “Bula Bula”, 2005)  
  4. Almeno tu nell’universo (da “Pappa di latte”, 1995) 
  5. Io domani (da “Sì buana”, 1986)  
  6. Questa canzone (da “Piccolino”, 2011)  
  7. Che m’importa del mondo (da “Canarino mannaro”, 1994)  
  8. Una lunga storia d’amore (da “Uiallalla”, 1989)  
  9. Il cielo in una stanza (da “Oggi ti amo di più”, 1988)  
  10. L’importante è finire (da “La Mina”, 1975)  
  11. Ricominciamo (da “Cremona”, 1996)  
  12. La sola ballerina che tu avrai (da “Selfie”, 2014)  
  13. Parlami d’amore Mariù (da “Lochness”, 1993)  
  14. Amara terra mia (da “Sconcerto”, 2001)  
  15. Nel cielo dei bars (inedito) 

Mina

© foto di Mauro Balletti

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Di Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.