Album Amarcord Amore che prendi amore che dai Nomadi

Album Amarcord: i dischi più belli da riascoltare

Dopo aver parlato de Il quinto mondo di Jovanotti, di Uno-duè di Daniele Silvestri, “Creatura nuda” di Valentina Giovagnini, Uguali e diversi di Gianluca Grignani e Domani smetto degli Articolo 31, tra i dischi che proprio quest’anno compiono vent’anni di vita troviamo anche “Amore che prendi amore che dai”, il ventisettesimo album in studio dei Nomadi, rilasciato il 19 aprile del 2002.

Il risultato è un disco pieno di musica suonata, elemento che caratterizza da sempre le produzioni del gruppo emiliano. “Sangue al cuore” è il titolo del singolo apripista che apre le danze anche come prima traccia in scaletta, un brano che si vocifera essere stato scartato dalla 52esima edizione del Festival di Sanremo, perchè non aveva convinto il direttore artistico Pippo Baudo.

L’ascolto prosegue con la title-track e con “L’angelo caduto”, una ballad elegante e toccante. Gli stati d’animo si alternano con pezzi più ritmati, come “Il re è nudo” e “Sospesi tra terra e cielo”, e brani più lenti, come “Trovare Dio” e “Il nome che non hai”. Il disco ottiene una buona esposizione commerciale, raggiungendo il primo posto nella classifica di vendita italiana.

In sintesi “Amore che prendi amore che dai” è un lavoro che rispetta la storia dei Nomadi, riscrivendone nuovi paragrafi emotivi e aggiungendone nuova linfa sonora. Funziona perchè abbraccia presente, passato e futuro, risultando ancora attuale a distanza di vent’anni dalla pubblicazione.

Acquista qui l’album |

Amore che prendi amore che dai | Tracklist e stelline

  1. Sangue al cuore ★★★★★
    (Lorella Cerquetti, Danilo Sacco, Beppe Carletti, Andrea Mei)
  2. Amore che prendi amore che dai ★★★★☆
    (Beppe Carletti, Massimo Vecchi, Marco Chiarelli)
  3. L’angelo caduto ★★★★☆
    (Lorena Fontana, Beppe Carletti, Calogero Falzone)
  4. Il re è nudo ★★★★★
    (Lorena Fontana, Andrea Mei, Beppe Carletti, Calogero Falzone)
  5. Trovare Dio ★★★☆☆
    (Diego Pigozza, Beppe Carletti, Nicola Pietrogrande)
  6. Sospesi tra terra e cielo ★★★★☆
    (Elena Carletti, Beppe Carletti, Marco Chiarelli)
  7. Il circo è acceso ★★★☆☆
    (Beppe Carletti, Massimo Vecchi, Marco Chiarelli)
  8. L’arte degli amanti ★★★☆☆
    (Beppe Carletti, Lorella Cerquetti, Andrea Mei, Sergio Reggioli)
  9. Come un fiume ★★★☆☆
    (Beppe Carletti, Daniele Campani, Pompilio Turtolo)
  10. Il nome che non hai ★★★★☆
    (Elena Carletti, Danilo Sacco, Beppe Carletti)
The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.