Pagelle Nuovi Singoli

Tutte le nostre mini-recensioni dei nuovi brani in radio

  • CHE SARA’ – Achille Lauro

Non è un ritorno straniante o sorprendete quello che Achille Lauro mette in scena dopo qualche mese di doveroso silenzio musicale visti gli ultimi anni particolarmente ricchi e frenetici. Non è così sorprendente perchè, di fatto, la ricetta è quella di un pezzo pop che guarda all’universo ballad come era già avvenuto per “C’est la vie” “16 marzo”. La vera cosa interessante di questo pezzo di Lauro è l’attenzione alla componente testuale che propone dei passaggi davvero apprezzabili capaci di catturare l’attenzione. C’è il racconto della solitudine ma anche dell’unione di due anime che si ritrovano nello stare al mondo e nella certezza che “moriremo un giorno”. Il testo vale davvero la pena di essere ascoltato. VOTO: 8

  • CHRISTMAS (BABY PLEASE COME HOME) – Alexia

Ha voluto esplorare il mondo natalizio la voce sublime di Alexia e lo ha fatto partendo da questo brano storico della tradizione che le permette di dimostrarsi energica e potente come sempre. Pur non avendo a disposizione una gran dose di possibilità di rivisitazione di un brano che, per forze di cose, ha il compito di mantenersi in degli standard, Alexia riesce a dare alla propria interpretazione un carattere facilmente riconducibile al suo spirito canoro ed artistico. Ne esce una versione sincera e personale di un brano che sarà piacevole ascoltare durante le prossime feste. VOTO: 7

  • IL GIORNO PIU’ SPECIALE – Andrea, Matteo e Virginia Bocelli

Il cofanetto natalizio della famiglia Bocelli viene accompagnato da questo inedito natalizio scritto, per l’occasione, da Federica Abbate, Cheope e Katoo. Inutile dire che gli inediti a tema natalizio raramente si sono rivelati azzeccati e realmente spendibili. Anche in questa occasione testualmente nulla suona esattamente sorprendente o innovativo ma, perlomeno, non vengono compiuti strafalcioni difficilmente tollerabili. La canzone, poi, non risulta essere nulla d’imperdibile e, anzi, poteva essere tranquillamente evitato. D’altronde l’inedito non è un elemento imprescindibile di un album di cover natalizie. VOTO: 5+

  • CORRO VELOCE – Blind

La produzione è quella dei bravi Room9 che mettono Blind nella condizione di spaziare da delle strofe piuttosto neutre ad un inciso che, invece, sfrutta anche la distorsione vocale per arricchire il suono. La canzone, tuttavia, non è una delle cose più memorabili tra quelle proposte dal giovane Blind che si perde in dei versi che non hanno troppo da comunicare e non riescono nemmeno a trovare il passaggio giusto che sappia o possa rimanere impresso all’ascoltatore distratto. VOTO: 5

  • TIENIMI CON TE – Elisa

L’ultimo inedito tenuto da parte da Elisa per la chiusura di questo progetto mastodontico che è stato “Back to the future / Ritorno al futuro” la riporta all’italiano e alla composizione di un pezzo intenso e intimo. La produzione di Mace e Venerus si avverte con forza ed è il dettaglio che più fa la differenza nella costruzione di un pezzo che ha la solita delicatezza di Elisa nel cantato e la volontà di rivelarsi etereo pur senza essere eccessivamente datato nei suoni e nella costruzione. VOTO: 7

  • GLI ULTIMI ROMANTICI – Eros Ramazzotti

Tra i migliori episodio dell’ultimo Battito infinito‘ del cantautore romano, questo pezzo arriva finalmente in radio come terzo estratto dal nuovo album. Nelle strofe la chitarra s’inserisce con il sax per trovare spunti d’imprevedibilità mentre, invece, l’inciso scorre su dei binari più rassicuranti e tradizionali. E’ piacevole l’assolo finale di sax che, nello special, arricchisce il suono di un elemento di novità e inspessisce il pezzo di ulteriore dinamica. La canzone non entrerà negli episodi più alti di una carriera colossale ma saprà farsi ascoltare con piacevolezza in radio in questa prossima stagione. VOTO: 6.5

  • ALI – Irama

Irama chiude un anno speciale con questo nuovo singolo inedito ed una speciale riedizione del suo ultimo album. La scelta di questo singolo serve anche a chiudere virtualmente un cerchio aperto con la delicatezza ed il struggimento di “Ovunque sarai” e, poi, invece proseguito con un lavoro che non aveva più voluto attraversare certe atmosfere preferendo un racconto più vivo ed energico. In questo caso Irama, dotandosi di una funzionale distorsione vocale e sonora, cerca un continuo crescendo emozionale che permetta di sfoderare la miglior versione di sé. E’ bello quando un artista racconta di sè nel profondo riuscendo ad essere viscerale ed insieme contemporaneo ed accessibile. VOTO: 8

  • LUCI DEL COLOSSEO – Mobrici

Produzione curata da Federico Nardelli che ben sa come approcciare un pezzo di chiara impostazione indie-pop sulla base di quello che da sempre è il DNA autorale di Mobrici e della sua scrittura profondamente figlia di quella che è stata definita l’ultima scuola romana. Il pezzo è ben scritto e funziona in quel “mi manchi tanto tanto, ti ho voluto bene tanto, tanto, tanto” che l’inciso sfrutta a dovere per creare il giusto gancio per farsi ricordare con facilità. Il suono è puntuale e la voce vi si adatta perfettamente. Un ascolto più che piacevole. VOTO: 7+

Ascolta e acquista qui i brani |

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

One thought on “Pagelle Nuovi Singoli: Achille Lauro e Irama tornano convincenti e viscerali”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.