Pagelle Nuovi Singoli

Tutte le nostre mini-recensioni dei nuovi singoli in radio

  • SOLO NOI – Achille Lauro

Quando Achille torna sulle scene lo fa perchè ha dalla sua qualcosa da dire o da mostrare. Lo fa anche questa volta con un singolo che riprende quel lato della sua produzione più intimista già esplorata con ’16 marzo’ ‘C’est la vie’. Il mood, quindi, rimane quello di un arrangiamento prudenzialmente pop (con qualche spiffero di contemporaneo qua e là) a cui, però, si abbina la personalità canora ed interpretativa del cantautore romano. C’è il suo andamento trascinato, c’è la sua scrittura sempre ricca di ripetizioni e di parole concatenate senza troppe spiegazioni di fondo e c’è quell’efficacia che, anche se non vuoi, te lo fa piacere sempre. E pure questa volta. VOTO: 8

  • VOGLIO STARE CON TE – Fabrizio Moro

Fabrizio quando canta e scrive d’amore è insuperabile. E questo è, e deve essere, l’assunto di partenza. In questo che è uno dei due inediti inseriti nella sua ultima raccolta di Canzoni d’amore nascoste la sua scrittura si rivela sempre costantemente all’altezza delle aspettative e del compito a cui è chiamata. Malgrado, dal punto di vista tematico, raccontare l’amore sia uno dei mestieri più difficile per la musica d’oggi il cantautore romano riesce a farlo con efficacia anche in questa situazione. C’è una ricerca testuale efficace che mantiene la semplicità di linguaggio ma anche la sua verità. C’è una voce finalmente libera di troppe sovrastrutture produttive che talvolta l’hanno ingabbiata. E c’è il cuore e la verità di un’emozione. VOTO: 8-

  • MOSTRO – Federica Carta

Federica cambia ma, contemporaneamente, si mantiene stabile. Cambia la direzionalità stilistica abbandonando (fortunatamente) l’aspetto urban e sbarazzino. Si mantiene attenta, invece, ad una narrativa “socializzata” che aveva già affrontato nel suo precedente progetto in compagnia con Chadia Rodriguez. In una dimensione pop con pianoforte, archi ed una ritmica rispettosa e leggerissima Federica pare volersi dirigere verso quelle che erano state le sue origini musicali. Lo stesso accade anche per l’impostazione vocale che si riscopre leggera, delicata ed emozionale. Quello che, forse, ancora manca è una certa efficacia testuale e della forma-canzone in quanto tale. Ma siamo tornati sulla buona strada. VOTO: 6-

  • VORREI VOLARE – Marco Rotelli e Carmen Pierri

Marco è quanto di più pop possa esserci. E’ pop nella sua pasta vocale, nella sua scrittura e nelle sue intenzioni interpretative oltre che nella narrativa romantica da sempre presente nelle sue proposte musicali. Stavolta si affianca alla bella voce di Carmen Pierri che, dalla sua, ha sicuramente un bel colore timbrico da mettere in mostra. Se lui canta pulito, lei si appoggia a qualche doppia voce e ad un effetto più contemporaneo ed ovattato. Il mix funziona e trae beneficio soprattutto da un ottimo arrangiamento che mette in mostra una bellissima apertura per l’inciso che chiama quello spalancare le braccia che chiunque assocerebbe all’idea di volare. Un ottimo esperimento per ricordarci che abbiamo bisogno di tornare al racconto del sentimento, alle belle voci e ad un pop tradizionale ma vero. VOTO: 8=

  • LE LUCI – Mydrama e Dani Faiv

E’ la prima del lotto delle ex-XFactor ad uscire allo scoperto con una nuova proposta musicale. Non è un caso che lo faccia in coppia e dentro una proposta stilistica ben definita anche se non derivata dal gruppo di Hell Raton. La produzione di Davide Simonetta si rivela ispiratissima e capace di esaltare un’ottima timbrica che si adatta perfettamente a questo tipo di atmosfere a metà tra l’urban e l’elettronica da club. L’intervento di Dani Faiv è azzeccatissimo ed esalta un pezzo che altrimenti peccherebbe troppo dal punto di vista della povertà testuale. Funziona. Entra in testa e non ci esce più. VOTO: 7

  • COSA LASCIO DI ME – Roby Facchinetti

E’ il quarto dei cinque inediti del suo ultimo album ad arrivare in radio e, probabilmente, è anche quello più “antico” e, proprio per questo, meno riuscito. Roby è una grande voce ed è soprattutto riconoscibilissimo. Proprio per questo nei tre episodi precedenti si era apprezzata la capacità di adattare queste sue caratteristiche a dei mondi musicali coerenti, ricchissimi strumentalmente e “pieni” a prescindere dalla sua vocalità. In questo caso, invece, è la voce a dover fare il grosso del lavoro e a sorreggere un brano fin troppo “trionfale” e decisamente troppo spoglio per non far pensare che i gorgheggi e le aperture in questo caso siano eccessive. VOTO: 5.5

  • ASTRONAVE – Zero Assoluto

Continua la loro collaborazione con Gazzelle e, forse, mai come in questo caso si avverte la firma del giovane cantautore romano nella coscrittura del pezzo. La canzone funziona ed ha un ottimo potenziale radiofonico riuscendo ad adottare quello stile scanzonato, orecchiabilissimo e perfettamente dentro all’oggi. Da evitare sarebbe stato l’intermezzo parlato/rappato tra i due incisi che, di fatto, arricchisce la canzone di un elemento non richiesto. Non è, poi, mica obbligatorio far scadere tutto nel mondo rap: possiamo fare il pop anche senza alcuna contaminazione… VOTO: 6.5

Recensiamo on Twitch | Reaction nuovi singoli

Acquista qui i brani |

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.