Nuovi Singoli Recensiamo Musica

Tutte le nostre mini-recensioni dei nuovi singoli in rotazione radiofonica

  • UN AUTUNNO FA – Giordana Angi

Ha sperimentato nelle sue ultime apparizioni facendo ipotizzare che il suo futuro musicale fosse indirizzato verso un pop più contemporaneo e spendibile nell’oggi discografico. Per anticipare l’uscita del suo quarto album d’inediti, invece, Giordana recupera la forma-canzone che più le appartiene. Ecco, dunque, che ‘Un autunno fa’ è quella ballata pop struggenti che si sposa perfettamente con l’arrivo della stagione delle foglie morenti e delle prime nebbie. E la voce di Giordana quel clima lo interpreta perfettamente raccontando del ricordo di un amore che toglie ancora il respiro e non si lascia superare nella mente. Il pezzo c’è, il ritornello è arioso, crescente e coinvolgente e la canzone è esattamente quello di cui la cantautrice aveva bisogno in questo momento della sua carriera. Da questa canzone parte il ritrovarsi di una penna e di una voce che è da sempre profonda ed ispirata ma che ha bisogno di profondità per esprimersi al meglio. Alla faccia delle mode. Una delle cose più belle della sua carriera e del 2022 musicale italiano. VOTO: 9

  • FEDERICO FELLINI – Giusy Ferreri

Dopo un episodio sanremese con una Miele‘ non pienamente convincente, Giusy non ha sbagliato un colpo ed ha proposto per la rotazione radiofonica un singolo più bello dell’altro perfettamente rappresentante del suo ultimo raffinato progetto discografico. Stavolta sceglie di guardare un grande del cinema italiano ponendosi in perfetta continuità con il concept dell’album Cortometraggi. Il suono è di quelli pop con una bella componente ritmica che non si nasconde ma che, anzi, cresce insieme al pezzo spingendo passo passo sull’acceleratore. L’occasione è di quelle giuste per ribadire che, malgrado il tempo che passa, “ci sono ancora”. E Giusy lo sottolinea con forza e convinzione ribadendolo più e più volte in un ritornello che cresce d’intensità ad ogni sottolineatura. Un pezzo pop meravigliosamente convincente e perfettamente adatto alla voce di Giusy che questi scalini riesce a renderli sempre apprezzabili. VOTO: 8

  • E POI – Irene Grandi

Irene Grandi rivista Mina. Proprio come accadde per “Sono come tu mi vuoi” che, alla carriera della toscana, portò notevole riscontro e successo. Il brano del 1973 scritto da Shel Shapiro e Andrea Lo Vecchio viene qui rivestito da un arrangiamento sporcato di quel blues che Irene ha spesso sperimentato ed indossato nelle sue diverse versioni musicali di sè. La canzone non è delle più famose del repertorio della Tigre di Cremona ma sicuramente la versione della Grandi non sfigura rispetto all’interpretazione originale e, anzi, dona nuova linfa ad un brano che è indiscutibilmente giusto ricordare. VOTO: 6.5

  • EHI HALO – Lorenzo Licitra e Anggun

Mancava da tre anni il vincitore di X-Factor 11 che, nel 2017, consacrò e lanciò i Maneskin mettendo, invece, questa voce più strutturata e potente più in ombra. Questi anni sono stati utili a Lorenzo per elaborare la modalità corretta per mettersi a disposizione di un suono e di una struttura musicale più moderna rispetto a quella che aveva mostrato nei suoi primi passaggi discografici. La collaborazione con Anggun riesce perfettamente incastrando bene le due diverse vocalità. Ciò che impressiona maggiormente, però, è il bell’arrangiamento di cui gode la canzone traendo beneficio da un bell’utilizzo ritmico che sostiene due voci speciali che nel finali si liberano emozionando. VOTO: 7+

  • SALVAMI – Nesli

E’ alla ricerca di una nuova identità Nesli che, per farlo, sta sempre più consapevolmente guardando al proprio passato. Quel passato che lo aveva visto cavalcare una ricetta musicale che facesse da ponte tra le sue esperienze rap delle origini e le esigenze più pop e melodiche. Questa ricetta viene seguita anche da questo nuovo singolo collocandosi perfettamente in linea con le sue ultime proposte senza riuscire, tuttavia, a trovare quel pezzo così potente da riuscire ad imporsi per la propria radiofonicità. Musicalmente Nesli si produce con qualità ma rimane ancora in una nicchia in cui non si capisce se desideri davvero stare o uscire al più presto. VOTO: 6

  • RICORDI – Pinguini Tattici Nucleari

Ripartono da qui Riccardo Zanotti e soci che paiono definitivamente proiettati verso la proiezione del nuovo album d’inediti atteso per il primissimo 2023. La ricetta musicale non è poi così diversa rispetto a quella a cui ci hanno abituato in questi anni i ragazzi bergamaschi ma ha sempre la sua efficacia nella sua evoluzione. La voce di Zanotti gioca tra qualche falsetto creando la dinamica giusta per sposare quel sali e scendi che la melodia dell’inciso propone con efficacia. Non è il loro pezzo migliore ma gira come sempre e si lascia ascoltare con piacevolezza. VOTO: 7

Acquista qui i brani |

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.