martedì, Giugno 18, 2024

CLASSIFICHE

SUGGERITI

Pagelle Nuovi Singoli: Tiziano Ferro fatica con l’estate, Arisa sublime nel suo senza tempo

Tutte le nostre mini-recensioni dei nuovi singoli radiofonici

  • NON VADO VIA – Arisa

In barba alle mode e alle stagioni Arisa fa quello che da sempre fa al meglio: cantare. La scelta ricade su di una ballad melodica ispirata alla classicità degli anni ’90 con l’accompagnamento di un’orchestra tradizionale che crei spazi ariosi per una voce bisognosa di esprimersi tra sali e scendi aperti. Il tema è quello di un amore capace di lottare e vincere contro ogni sfida e superare anche la prova del tempo. Sicuramente per l’estate non è il brano più adatto da pensare nell’airplay radiofonico ma il pubblico che di Arisa ha sempre apprezzato un certo cantare ed una musicalità più classica apprezzerà enormemente. VOTO: 8

  • AGOSTO MORSICA – Coma_Cose

Dopo la confermata buona figura sanremese con “L’addio”, il duo dei Coma_Cose tornano a proporsi con un nuovo inedito che ha come chiara aspirazione la stagione estiva. In effetti già il titolo svela l’intenzione leggera e spensierata di un pezzo che gioca molto con il suono dei synth e di un’elettronica sottile ma molto invasiva rispetto alla resa del pezzo. Il ritornello si lascia sicuramente canticchiare con facilità aprendosi in una sorta di canto-spelling che farà presa. L’aderenza di questo tipo di canzone, invece, al percorso discografico dei due lascia qualche dubbio in più. VOTO: 6+

  • TUTTA – Daniele Silvestri

La ripartenza musicale di Daniele Silvestri racconta una sua nuova pagina musicale che si distingue dalla precedente per l’adozione di una forma-canzone nuovamente più incentrata su di un mood più disimpegnato. Il suono (non solo strumentale) è il nuovo focus della scrittura del cantautore romano che si concede anche un lungo assolo strumentale per il riff dell’inciso sposando poi l’idea di una linea vocale da inspessire con un leggero riverbero. Ne esce un pezzo sicuramente piacevole e alternativo alle ultime proposte musicali di un Silvestri che aveva preferito chiudersi in una produzione più misurata. VOTO: 7

  • SENZA CONFINE – Giorgia

Non è nella sua stagione discografica più compresa ed apprezzata dal pubblico Giorgia che ha scelto di puntare su di un sound che metta a confronto r&B e mondo elettronico con il minimo comun denominatore di Big Fish. Dopo un Festival di Sanremo sottotono, la cantante romana si affida alla penna di Elisa che con l’ausilio dei suoi collaboratori le affida un pezzo movimentato che in radio può avere delle buone possibilità facendo valere anche il valore aggiunto della sua voce che sul finale, finalmente, concede qualche sprazzo di qualità. VOTO: 7+

  • TULIPANI BLU – Matteo Romano e Luigi Strangis

I due giovanissimi artisti entrano per la prima volta in contatto per questo singolo che ha le firme dello stesso Romano oltre che di Paolo Antonacci e del producer Michelangelo. Strangis, che s’inserisce unicamente in qualità d’interprete, in effetti è quello che maggiormente si deve adattare ad una forma-canzone che non gli appartiene eccessivamente. L’aspirazione è quella di una canzone estiva facile da canticchiare mantenendo il dogma della leggerezza come centrale nelle intenzioni interpretative e sonore. Senza troppe pretese. VOTO: 5+

  • MARE CAOS – Paola & Chiara

Tornate insieme per il Festival di Sanremo 2023 ed una azzeccatissima “Furore”, Paola & Chiara hanno deciso di proseguire il loro percorso congiunto con un album di duetti ed un nuovo singolo radiofonico pensato per la stagione estiva. Il team autorale e produttivo rimane anche in questa occasione quello di ITACA che conserva identica anche la ricetta musicale con un ritmo latino in cui le voci cantano all’unisono un motivetto facile e memorizzabile. Paola e Chiara si dividono, senza mai forzare troppo la dinamica, le parti perfettamente dando quasi l’impressione di un’unica linea vocale a momenti. Una buona canzone da canticchiare con timida leggerezza per l’esordio d’estate. VOTO: 6/7

  • ITALODISCO – The Kolors

Alla loro prima uscita per Warner Music Italy, i The Kolors puntano a mettere insieme le loro radici funky ad una deriva elettro-dance dal punto di vista dell’arrangiamento e della produzione affidata a Zef che conferma la squadra insieme a Stash e alla firma di Davide Petrella. L’aspirazione della band negli ultimi anni è stata spessa quella di azzeccare un nuovo tormentone capace di allungarne l’eco nelle radio e nelle piattaforme digitali. Le fortune sono state altalenanti anche a causa di una certa ripetitività che, in questo caso, sicuramente viene alleggerita in favore di un’idea dance diversa dalle precedenti. VOTO: 6.5

  • DESTINAZIONE MARE – Tiziano Ferro

Per la prima volta dopo oltre vent’anni di carriera ed amicizia Tiziano Ferro scrive con Roberto Casalino arrivando persino ad affidarsi al team produttivo di ITACA. E’ proprio il versante sonoro a catturare l’attenzione al primo ascolto con una componente ritmica da subito protagonista seppur nella propria versione sintetica ed irreale. La voce profonda di Tiziano Ferro vi si appoggia con misura senza mai esasperare la propria timbrica nè nei colori più scuri nè in quelli più acuti ma scegliendo, piuttosto, di mantenere una neutralità dinamica che si confà alla tipologia di brano ma sicuramente meno al suo cantato più tradizionale. La sensazione è quella di un pezzo pensato insipido per smuovere la stagione estiva conservando una vena malinconica nel testo ma non credendoci fino in fondo. Tiziano ha bisogno di ritrovare profondità e verità anche a costo di uscire dalle mode per tentare, piuttosto, di dettarle nuovamente da fuori. VOTO: 5.5

  • TILT – Zef e Marz, Elisa e La Rappresentante di Lista

Alla loro prima prova i due producer, che già molte volte hanno lavorato insieme al fianco dei più popolari artisti italiani degli ultimi anni, si affidano alle voci di Elisa e di Veronica de La Rappresentante di Lista. Le due si dividono le parti lasciando alla Toffoli la prima strofa ed il primo inciso. La distorsione sonora viene garantita da un arrangiamento tesissimo con l’elettronica in grande spolvero e che si adatta benissimo a due timbriche che s’incastrano benissimo tra loro. Sul finale le voci di Elisa e Veronica si confrontano più direttamente creando un bell’incrocio. L’azzardo di proporre qualcosa di sonoramente non così immediato è da apprezzare, bisognerà capire quanto il pubblico mainstream sarà disposto a seguire una deriva così elettronica del tutto che, però, va ammesso è di grande qualità e originalità. VOTO: 7.5

Ascolta e acquista qui i nostri brani |

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.
Ilario Luisetto
Ilario Luisetto
Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.