lunedì, Luglio 22, 2024

CLASSIFICHE

SUGGERITI

Pierdavide Carone annuncia il suo nuovo album “Casa”

Svelati i primi dettagli del nuovo progetto discografico

Uscirà il prossimo 28 maggio 2021 il nuovo, attesissimo, album d’inediti di Pierdavide Carone dal titolo Casa. Il progetto discografico arriva a ben 9 anni di distanza dal precedente disco. In questo tempo il cantautore pugliese è, comunque, sempre stato presente rilasciando alcuni singoli radiofonici e calcando numerosi palchi live.

Dopo aver mandato in rotazione radiofonica il singolo ‘Buonanotte’ (di cui qui la nostra recensione) Pierdavide Carone ha scelto anche di dare alle stampe questo suo atteso nuovo album. Nel disco confluiranno dieci nuovi brani tra cui, ovviamente, anche il singolo di lancio.

Pierdavide Carone - Casa

Per dare ai propri fan l’attesa notizia Pierdavide Carone ha scritto sui propri spazi social un lungo messaggio che racconta di questi ultimi anni e del percorso che ha portato alla scrittura e alla pubblicazione di ‘Casa’.

Il messaggio sui social |

“Sono intercorsi 3391 giorni tra “Nanì e altri racconti” a “Casa”, e mentre veniva scoperto il Bosone di Higgs, morivano i premi Nobel Rita Levi Montalcini e Nelson Mandela, Papa Benedetto XVI si dimetteva aprendo di fatto le porte al papato di Francesco, si diffondevano malattie globali come Ebola e Covid, si consumavano attentati terroristici a Parigi, Manchester, Londra, Barcellona e Colombo, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano lasciava il posto a Sergio Mattarella, il Regno Unito usciva dall’Unione Europea, Barack Obama lasciava la Presidenza degli Stati Uniti a Donald Trump, che la lascerà a sua volta a Joe Biden, l’eclissi di luna rossa più lunga di sempre, moriva Stephen Hawking, veniva fotografato per la prima volta un buco nero, bruciava Notre-Dame de Paris, cambiavano 8 governi e 7 presidenti del consiglio, dov’ero? Cosa facevo?

Tutto ciò che posso dire è che ho scelto di stare in silenzio, poi mi hanno messo in silenzio, poi ho detto le cose sbagliate, e ho cambiato casa, anzi 4, ma ho continuato a dire le cose sbagliate, così ho cambiato città, ci sono stati amori, ne conto 3 più di altri, finiti, infiniti, mai nati, intrecciati, in corso d’opera, ho ricominciato, piano piano, a dire le cose giuste, e ho capito che non avrei mai più voluto smettere, ho visto il mio corpo ammalarsi e poi guarire, ho visto il corpo di mio padre ammalarsi e poi morire, mi sono dilaniato il cuore fino a convertirlo in lacrime dagli occhi cadute sull’asfalto, o in sorrisi sospesi nel vento, e ho capito che un cuore dilaniato non è più esposto, è solo più grande.

E alla fine di questa scoperta c’è CASA, come quella dove sono nato, come quelle dove sono cresciuto, come quelle che ho cambiato, come quelle dove sono tornato, come le persone che ho amato e che amo, come le persone che mi hanno amato e che mi amano. Chi mi è stato vicino mentre queste canzoni diventavano CASA sanno quanto è stato tribolato questo disco, voglio che chiunque lo ascolti sappia che qui sopra non ci sono solo le mie note, qui c’è il mio sangue, non pretendo che questo disco sia bello, a me basta sapere che è mio, e di chiunque ascoltando sappia di cosa sto parlando, perché tutti hanno una CASA, perché tutti hanno bisogno di sentirsi a CASA. Di solito un cantante quando parla del proprio disco lo definisce “viaggio”. Per stavolta, più che un viaggio, si tratta di un invito, a casa, la mia. E allora, per 34 minuti e 52 secondi, l’invito è valido, la porta è aperta, per chiunque voglia entrare, a CASA, da cui tutto parte, a cui tutto ritorna…”

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.
Ilario Luisetto
Ilario Luisetto
Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.