vendite agosto 2021

Tutti i numeri di vendita del sesto mese dell’anno

Le vendite non sono tutto direbbe qualcuno. Ma la realtà, invece, è che le vendite, perlomeno, sono tanto. Lo sono per chi guarda alla musica sotto la lente d’ingrandimento della popolarità, del successo e, perché no, del tornaconto economico che, forse fa brutto dirlo ma è così, è necessario se la musica si vuole continuare a produrla, proporla e promozionarla.

Andando, quindi, alla ricerca dei numeri di vendita, dei piazzamenti in classifica e dell’accoglienza ricevuta quali sono gli artisti che, nel corso dell’ultimo mese, hanno raccolto i risultati più soddisfacenti e quali, invece, hanno viste deluse le aspettative? Scopriamolo insieme:

I PROMOSSI:

Annalisa:

Che al Festival di Sanremo abbia ormai capito come funziona è evidente a tutti. L’essere riuscita a confermarsi con la sua ultima Dieci‘ non ha sorpreso nemmeno i più scettici ma è fuori dal Teatro Ariston che Annalisa deve davvero fare il salto di qualità. Quest’estate pare essere riuscita ad incasellare un altro successo che, con ‘Movimento lento’, sicuramente la proietta in un periodo di un’ottima fortuna discografica. Il duetto con Federico Rossi, a dispetto del passato, non era poi così essenziale per la riuscita: Nali sa vincere anche da sola, l’ha già dimostrato.

Blanco:

Che il successo invernale de La canzone nostra‘ con Mace e Salmo e dell’estiva ‘Mi fai impazzire’ in compagnia di Sfera Ebbasta non fossero un caso l’abbiamo ormai capito. Il giovanissimo cantautore sa scrivere ma, soprattutto, sa cantare malgrado il suo celarsi spesso dietro a distorsioni di suoni contemporanei. Quest’estate lo sta incoronando come grande nuovo protagonista dell’attualità discografica ed ha portato ai vertici delle classifiche anche tutti i suoi vecchi brani che non erano finora esplosi. In attesa del suo album di debutto (qui) tutto fa credere che siamo di fronte ad un nuovo big dei nostri giorni.

Rkomi:

E’ il grande protagonista di questi ultimi mesi per quanto riguarda il mercato discografico. Il suo album ‘Taxi Driver’ si sta confermando, di settimana in settimana, ai vertici delle classifiche di vendita ed i suoi brani (singoli radiofonici e non) continuano a mietere copie su copie. Arrestarlo sembra impossibile e la sua ricetta per unire con agilità rap, pop ed indie pare la più riuscita attualmente.

I BOCCIATI:

Don Joe:

Non ci si aspettava numeroni dal ritorno di Don Joe con un album proprio ma era lecito attendersi qualche colpo di coda più netto da un disco come ‘Milano Soprano’. Di fatto, però, in pochi si sono accorti di questo ritorno musicale che, ben presto, si è trasformato in un’uscita da non perdere solo per gli affezionati fan del rapper e produttore. Un peccato perchè dalla sua Don Joe ha ancora parecchio da dire.

Fred de Palma:

L’estate è la sua stagione eppure, come già avevamo pronosticato, l’ultima ‘Un altro ballo’ ha faticato più del dovuto pur avendo il sostegno internazionale di Anitta. I numeri sono ottimi per la maggior parte degli artisti, s’intenda, ma da Fred de Palma si vorrebbe sempre il disco di diamante in un mese di tempo. Anche l’uscita dell’album ‘Unico’ pare aver raccolto risultati interessanti ma non all’altezza di quel botto che ci si poteva aspettare. Insomma bene ma non benissimo.

Emis Killa:

I suoi progetti funzionano sempre a meraviglia e gli consentono di non lasciarsi andare del tutto alle logiche del mainstream. La pubblicazione, inattesa, di ‘Keta Music Vol.3’ indubbiamente ha confermato la sua forza sul mercato ma è anche vero che l’effetto si è sgonfiato piuttosto velocemente. Vero che è estate, che si tratta di un mixtape e non di un vero e proprio album d’inediti e che la promozione non è stata poi così massiccia ma qualcosina in più ce lo si poteva aspettare.

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.