Risponde Recensiamo Emergenti

La nostra rubrica dedicata agli emergenti che ci scrivono

Nel nostro appuntamento settimanale dedicato alla nuova musica italiana con Risponde Recensiamo diamo spazio a tutte le proposte che ogni settimana ci arrivano dagli artisti emergenti nostrani. Con il supporto della piattaforma internazionale di ‘Groover’ diamo modo ogni settimana ai giovani talenti che ci scrivono di ricevere un nostro feedback, di poterci contattare direttamente e di veder pubblicati nei nostri canali i loro brani (qui trovate spiegato esattamente come funziona).

Se anche tu vuoi proporci il tuo progetto e vuoi che sia pubblicato su ‘Risponde Recensiamo’ l’unico modo per farlo è cliccare sul banner qui sotto, inviarci il brano ed attendere, entro 7 giorni, il nostro feedback e la pubblicazione:

COLLEEN WANG – New Spirit

Un brano tutto strumentale in cui la sezione d’archi con il violino in primo piano viene fatta dialogare con una componente ritmica ben presente ma non per questo sovrastante. Un bell’esempio di come oggi la parte sinfonica delle orchestrazioni non vada dimenticata ma riattualizzata.

FREE FOR THE LADIES – Hush

Il pop si unisce ad un mood funky che viene esaltato e reso contemporaneo grazie all’apporto di un sound elettronico e di una produzione particolarmente attenta alle distorsioni del suono. La voce ha sicuramente tutte le carte in regola per reggere questo tipo di ambientazioni ed il brano ne testimonia la riuscita finale.

S.Y. – Kill the messenger (Android Vocal Version)

Elettronica allo stato puro per questo brano che innalza i sintetizzatori a proprio dogma musicale e produttivo. La distorsione appartiene tanto alla traccia vocale quanto a quella strumentale per creare un mix esplosivo e quasi ipnotico.

STAIRCASE PARADOX – Desktop Exodus

Un pezzo pop-rock che sfrutta abilmente la componente ritmica realizzando una strumentale assolutamente energica e carica. Funziona meno l’amalgama tra suono strumentale e la vocalità che pare camminare in un binario parallelo difficilmente integrabile con tutto il resto.

THE RIDEOUTS – Come to me

Parte con una strumentale piuttosto lunga per poi accogliere una timbrica femminile che ha, in sè, dei colori davvero piacevoli per l’ascolto. Il brano è scritto e suonato bene riuscendo a rievocare il sentore di una musica veramente suonata e veramente leggera. Forse retrò nelle proprie componenti ma sicuramente una proposta valida.

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.