Risponde Recensiamo Emergenti

La nostra rubrica dedicata agli emergenti che ci scrivono

Nel nostro appuntamento settimanale dedicato alla nuova musica italiana con Risponde Recensiamo diamo spazio a tutte le proposte che ogni settimana ci arrivano dagli artisti emergenti nostrani. Con il supporto della piattaforma internazionale di ‘Groover’ diamo modo ogni settimana ai giovani talenti che ci scrivono di ricevere un nostro feedback, di poterci contattare direttamente e di veder pubblicati nei nostri canali i loro brani (qui trovate spiegato esattamente come funziona).

Se anche tu vuoi proporci il tuo progetto e vuoi che sia pubblicato su ‘Risponde Recensiamo’ l’unico modo per farlo è cliccare sul banner qui sotto, inviarci il brano ed attendere, entro 7 giorni, il nostro feedback e la pubblicazione:

JOHN STEWART – Forbidden love

E’ un pezzo che gode di un sound ed una costruzione tipicamente rock che viene ulteriormente rafforzata da una vocalità pienamente aderente al genere e da un testo facilmente assimilabile al contesto narrativo. La canzone rispetta tutte le linee guida tradizionali di questo mondo e per questo risulta sufficientemente coerente con il tipo di proposta che sceglie di portare in scena.

BERLIN – Illja Alexander

La strumentale con il piano è sognante ma l’apertura dell’inciso è sorprendente. Il risultato è una canzone d’atmosfera con continui stravolgimenti ed una voca dotata di quei colori timbrici che possono davvero fare la differenze all’interno di brani come questi. Efficace, ben prodotta e assolutamente piacevole da seguire nel suo percorso narrativo.

MATITE – Ilmare

La partenza della voce a cappella fa apprezzare una bella sfumatura vocale di una timbrica sicuramente apprezzabile nell’ambito del pop nostrano. Pian piano il brano cresce, introduce una produzione più piena che sfrutta anche il comparto sintetico ed elettronico. L’esplosione che ci si aspetta arriva per davvero piuttosto tardi (forse troppo) ma la seconda metà del pezzo è decisamente più spendibile anche nel comparto commerciale di oggi rispetto ad un intro troppo sussurrata per acchiappare l’ascoltatore distratto. La canna per stupire c’è, usarla al meglio è un consiglio che sarebbe bene tenere a mente.

ES VEDRA’ ENERGY – PIB

L’intro pare essere il ritorno della disco music che unisce il ricordo delle feste in spiaggia e di un’elettronica capace di rendersi duttile per attraversare diverse anime musicali. L’evoluzione, poi, si sposta verso la classicità di un pop tradizionale con una buona vocalist che accompagna lo sviluppo di una canzone gradevole.

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.